Felicità

La felicità è l’obiettivo che accomuna ogni persona.

A scuola spesso si vedono ragazzi annoiati, frustrati, stufi e ansiosi difficilmente sono felici. Ma il nuovo programma di insegnamento che sta prendendo piede in alcuni stati del mondo sta modificando questo stereotipo di scuola. L’Educazione Positiva è un approccio formativo che vuole combattere e aiutare gli studenti a prevenire le malattie legate alla “non felicità“, allo stress.

Una scuola che si basa sulla positività è una scuola dove fiducia e collaborazione stimolano i ragazzi e dove vengono aiutati anche a meditare e rilassarsi prima di un evento importante come può essere un esame.

Felicità a scuola: Ecco come insegnarla

In Australia ci sono circa 160 mila ragazzi che  ogni anno soffrono di depressione, la scuola basata sull’Educazione alla Positività nasce proprio per aiutare questi giovani a reagire al disagio, a combattere questa tristezza adolescenziale.

Educazione Positiva

Vengono utilizzate anche analisi mediche, come il livello di cortisolo nella saliva, per valutare la capacità di questo metodo e valutare lo stress, insieme a domande poste attraverso tablet per chiedere loro come stanno e cosa stanno facendo, con domande anche di come hanno reagito a determinate situazioni che gli si sono presentate durante l’ultimo periodo.

Sia per studenti che per i genitori, la scuola con l’educazione positiva è già a un buon risultato. I ragazzi apprendono e sfruttano la positività durante la loro vita anche al di fuori dell’ambito scolastico, per affrontare sfide diverse da quello che può essere un compito in classe o il relazionarsi con i coetanei.

In Germania al liceo Lerchenfeld di Amburgo, così come in un centinaio di scuole tedesche, sono andati oltre e hanno aggiunto una nuova materia di studio: la felicità. Vengono insegnati metodi per superare i propri limiti come il “tuffo dal palco” e per raggiungere un senso di appartenenza alla comunità, competenza sociale, autostima e consapevolezza delle proprie capacità.

Educazione Positiva

Nel Bhutan, sull’Himalaya, è stato costituito l’acronimo FIL (Felicità Interna Lorda) che è praticamente uno degli obiettivi del Regno. Meditazione, preghiere e felicità per i bambini delle scuole che formano bambini sani, intellettuali e di valore che saranno cittadini produttivi e felici.

Di seguito il video di learning world che spiega nel dettaglio cosa significa un’Educazione Positiva, un’educazione alla Felicità.

Una nuova materia scolastica: la Felicità 

Sarebbe bello se anche in Italia si insegnasse ai bambini e ai ragazzi la positività, la felicità, meno stress e più sorrisi.