Sesso a 14 anni: Obbligatorio per Essere “Accettate”

Quando ho letto il titolo sul quotidiano TODAY credevo di aver letto male, ero di fretta, avevo intravisto l’articolo… poi mi sono detta.. però anche se leggo di fretta di solito non fraintendo cose del genere… allora sono tornata indietro e ho riletto il titolo… e poi ho visto il sottotitolo e sono rimasta più o meno così…

 Vi state chiedendo cosa c’era scritto? Ecco ve lo riporto tale e quale:

Sesso, a quattordici anni è un ‘dovere’: “Se non ti fai stappare sei una sfigata

Saltiamo a piè pari sull’età che ne voglio parlare dopo… ma fermiamoci sulla parola “stappare“…. Really?!?! Cioè adesso tra i giovani di oggi si dice “farsi stappare“??? Ma se a me, che ormai giovane non sono più tanto e di cose ne ho viste e sentite, uno viene e mi chiede se voglio farmi stappare… la prima cosa che mi viene in mente di fare è mollargli un cazzotto dritto in mezzo agli occhi… poi, visto che sono per la non violenza, mi limito a dirgli che non sono mica una bottiglia!!! Ma stiamo scherzando? Ma i valori dove sono finiti? Il dolce termine “fare all’amore“, sono consapevole che non sia più di moda, ma anche i termini più volgari in riferimento alle scope o agli strumenti a fiato sono più accettabili che non il farsi stappare….

Ma comunque mi addentro nell’articolo e lo leggo… Allora l’indagine è stata fatta da “Il Fatto Quotidiano” che ha rivelato l’esigenza delle ragazzine di “farsi stappare” per essere accettate dal gruppo… che oserei dire sarebbe più giusto definire “branco“.

La parola d’ordine è non arrivare vergini al liceo, o almeno al secondo anno del liceo, altrimenti si è definite delle “sfigate“. Ma una volta non era il contrario? Cioè io mi ricordo Grease, ok siamo negli anni ’50 e le cose sono cambiate, ma Danny Zuko è ancora un mito. Comunque in Grease c’era la Rizzo, capo delle Pink Ladies, era lei quella “facile” e vista di traverso… non il contrario.

Ma torniamo all’indagine perchè sembra che i risvolti siano sempre peggio man mano che vado avanti a leggere l’articolo della signora Borromeo. Pare che al Lunedì mattina sia un rito ritrovarsi davanti a scuola e annunciare: “Mi hanno stappata“.

Una ragazzina racconta che in prima liceo solo tre o quattro si presentano già sverginate. “La regola è che bisogna liberarsene entro l’anno successivo. Per questo, a fine estate, ci sono un sacco di noi che vanno col primo che passa giusto per non sforare i tempi perché a settembre si fa il bilancio“.

E poi ce n’è un’altra, una certa Chiara, che racconta nei dettagli cosa accade: “Se esci con un ragazzo per un paio di settimane, è normale masturbarlo almeno. Sì, lo racconti in classe, ma non è una gran notizia: nessuno si stupisce“.

E il sesso orale? Niente di eclatante e continua a spiegare: Le mie amiche lo fanno spesso nei bagni delle discoteche, il sabato sera. Poi ci ridono su: ‘Tanto ero ubriaca’, dicono.

E le frasi continuano e continuano, piccole volgari, senza pudore, senza rispetto per se stesse, senza nessuna voglia di sentimento. Ma io mi chiedo è questo veramente che vogliamo per le nostre bambine? Ci stupiamo delle spose bambine perchè l’idea di un uomo adulto che giaccia con una 13enne è amorale… e queste ragazzine? Non sono amorali loro? L’emancipazione ci ha portate a questo? A gettare il nostro corpo in pasto a ragazzini in preda a tempeste ormonali, quando non sono magari uomini adulti?

Non lo so, sono allibita e preoccupata, ho una figlia e cerco di crescerla meglio che credo, ma poi leggo queste cose e mi chiedo se sono io antiquata o se il fatto che la mancanza di rispetto per la natura, per gli animali, per i parenti, per i superiori insomma se questa mancanza abbia raggiunto livelli tali che ormai non c’è più neppure il rispetto per se stessi….

Forse sarebbe opportuno che le donne iniziassero a capire veramente quanto valgono e cosa sono in grado di fare, e che il sesso non è niente in confronto, non è uno status symmbol, non è un marchio, non è un’etichetta da mettersi sulla maglia.

STAPPATA non potrà mai essere motivo di orgoglio. Ma AMATA si.

Puntate a questo ragazze… puntate ad essere rispettate per quello che siete e non perchè vi siete “fatte” il primo che incontrate… quello sono capaci di farlo tutte.

Chi volesse leggere l’articolo completo di Beatrice Borromeo lo trova qui -> Sesso a 14 anni…

 

 

[Fonte Today.it e ilfattoquotidiano.it. Le immagini sono prese dalla rete e considerate di dominio pubblico, se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, possono segnalarlo per email a info@cianciolab.com che provvederà immediatamente alla rimozione delle immagini utilizzate.]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!


Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 07/03/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655