Piante anti-esplosivo, esistono davvero?

Di solito siamo abituati a vedere un cane utilizzato dalle forze dell’ordine per scoprire le tracce e fiutare qualsiasi cosa, oppure sappiamo che alcuni topolini vengono impiegati per eseguire sperimentazioni ecc. , ma vi siete mai chiesti se anche le piante potrebbero essere addestrate?

A quanto pare sì, uno studio pubblicato dalla rivista ‘Plos One’, ha confermato che alcune piante Ogm progettate dalla ‘Colorado State University’, vengono addestrate a rivelare la presenza di esplosivi. Queste, infatti, cambiano colore in presenza di Trinitrotoluene (Tnt), ossia l’esplosivo più comune.

Ma come è stato possibile ottenere questo risultato? Alcuni ricercatori sono riusciti ad ottenere piante anti-esplosivo, aggiungendo all’interno delle foglie una proteina che, con la presenza di Trinitrotoulene, applica un processo che lascia defluire la clorofilla dalle cellule provocando il cosiddetto “impallidimento della pianta”.

Questo particolare ed insolito processo, impiega circa qualche ora per avviare la reazione, ma è stato definito molto sensibile ad un centesimo della stessa quantità del composto chimico pericoloso individuato anche dai cani.

Uno degli autori di questa straordinaria ricerca, June Medford, ha spiegato al New York Times: ora stiamo lavorando per ottenere piante con un tempo di risposta dell’ordine dei minuti e che siano in grado di tornare verdi in poco tempo. Entrambi gli obiettivi sono raggiungibili, forse non nei tre anni che ci ha dato il Dipartimento della Difesa che finanzia lo studio, ma al massimo in cinque o sette”.

[fonte:http://www.curiositaeperche.it/]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente 

 

Luigia Bruccoleri

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Luigia Bruccoleri il 19/10/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655