Canguri salvano un bimbo che si è perso in un parco

Sembra una favola ma invece è la realtà.

Simon Kruger, un bimbo di 7 anni, stava facendo un pic-nic con i genitori presso il Deep Creek Conservation Park, nella parte meridionale dell’Australia.

Il piccolo si è allontanato per cercare dei fiori da regalare alla mamma e non è più riuscito a ritornare dai genitori. Quest’ultimi, preoccupatissimi nel non vederlo tornare, hanno chiamato i soccorsi.

Simon è stato ritrovato solo dopo 24 ore: ha trascorso la notte insieme ad alcuni canguri che lo hanno protetto dal freddo. Il bambino, infatti, ha raccontato che appena ha visto gli animali ha cercato di avvicinarli offrendo loro i fiori che aveva raccolto. I canguri all’inizio si sono mostrati schivi ma poi gli si sono avvicinati e gli hanno permesso di dormire insieme a loro.

La mamma, una volta udito il racconto del figlio, non credeva alla storia ma poi ha annusato i vestiti del piccolo. Questa la sua dichiarazione :“Pensavo che fosse stato un miracolo, ma quando ho sentito l’odore della sua giacca, ho capito che erano stati i canguri”.

Una storia che ci fa comprendere ancora una volta quanto può essere profondo il legame tra l’uomo e l’animale…

[Fonte: Greenme.it]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Dott.ssa Elena Bernabè

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Dott.ssa Elena Bernabè il 09/08/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Responsabile della redazione. Laureata in psicologia, appassionata di tematiche ambientali, animaliste ed equosolidali. Assetata di verità e disposta a tutto per ottenerla. Ama scrivere e creare in tutte le sue forme

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655