Home Tags Uomini

Tag: uomini

Come cambia la solitudine degli uomini e la solitudine delle donne

0
Credit foto © Pexels

Prima sono i compagni di classe, di danza o del corso di inglese; poi quelli dell’università o gli amici conosciuti a un concerto o in vacanza e poi tutte le nuove persone che si incontrano sul lavoro nell’evolversi della propria vita professionale… Nel mentre per molti nasce una nuova famiglia, figli e nuove responsabilità che modificano abitudini di vita, tempo libero e occasioni di fare nuove conoscenze. Man mano che si procede nell’età adulta si tende a selezionare una cerchia di persone – partner, amici, colleghi li lavoro, parenti – con cui approfondire e stabilizzare i rapporti. E non potrebbe essere diversamente poiché se intrattenessimo nella realtà la quantità e mutevolezza dei rapporti che abbiamo con gli “amici” dei social network ci ritroveremmo ad essere con tutti e con nessuno…

I Grandi Pacifisti della Storia

0
grandi pacifisti

Discutevo su facebook dell’immigrazione dopo essermi imbattuta in un’ interessante riflessione sulla paura del diverso nella nostra società. Interagendo con altri utenti, mi è stato suggerito di guardare un video su Thomas Sankara, politico e rivoluzionario burkinabè che conoscevo da tempo, sebbene non avessi mai approfondito la sua storia. Guardando il filmato, ne sono rimasta piacevolmente colpita perché i personaggi come Sankara, più che tirar su l’umore, rigenerano l’anima, qualunque cosa essa sia. Mi è così sorto il desiderio di scrivere un pezzo sui grandi pacifisti, uomini e donne, della storia. Per ragioni di sintesi non potrò includerli tutti ma spero che i nomi scelti siano un buon inizio.

Cosa nasconde una divisa: Veterani allo Specchio

0
Cosa nasconde una divisa

Sono le immagini di Devin Mitchell a svelare cosa nasconde una divisa, cosa cela un abito stirato, una medaglia sul petto, un portamento impeccabile, e lo fa con un progetto fotografico titolato “veterans” con il quale cerca di mettere in risalto l’anima, l’umanità dei militari, di coloro che servono il loro paese, di coloro che vivono due vite. Ed è proprio questo il punto focale Mitchell, un selfie con l’altro se stesso, quello dietro la divisa, quello che sogna qualcosa di diverso, il risvolto della medaglia. 

Refusenik: i pacifisti israeliani

0
refusenik israeliani

Sono 16 mila i riservisti che Israele ha richiamato nell’esercito; devono stare pronti ad entrare in guerra contro Hamas, sono obbligati a stare pronti a combattere, perché il servizio militare è obbligatorio e ai 186.500 soldati che compongono l’esercito.

A questi se ne possono aggiungere altri 445mila, sono i riservisti richiamati in servizio quando ci sono emergenze, emergenze di guerra.

Guerra in Palestina

I giovani non possono sottrarsi al servizio militare, sia che siano uomini sia che siano donne, due anni per quest’ultime e tre per i ragazzi. Sono esclusi solo gli arabi israeliani, chi è affetto da malattia mentale o incompatibilità fisica e gli ebrei ultraortodossi che devono studiare religione. Gli altri devono servire il loro paese e andar in guerra quando vengono chiamati al servizio, pena il carcere e l’interdizione dai pubblici uffici e l’accusa infamante di essere un “traditore”.

Lentamente muore: la potente poesia di Martha Medeiros

8
libro aperto
Credit foto ©Pexels

Dicono sia meglio un giorno da leoni che cento da pecora, ma chi dice questo? E perché? Chi crede in questo proverbio crede in una vita vissuta al massimo, crede in una vita piena di “vita“, di felicità, di emozioni, di empatia, di sensazioni, di amicizia, di amori, di incontri, di scoperte… Chi non vive, lentamente muore. E a rendere chiaro il concetto è Martha Medeiros una scrittrice giornalista brasiliana nata a Porto Alegre, 20 agosto 1961. Autrice di molte opere ma di una su tutte, una poesia che è un’ode alla vita, che racconta nel dettaglio come una vita non vissuta non fa altro che avvicinare l’uomo alla sua sconfitta, alla morte.

Motta Visconti: violenze incomprese o malattie sociali?

0

violenze

In questi giorni siamo bersagliati da notizie di cronaca davvero terribili. Violenze su violenze, morti su morti, ingiustizie su ingiustizie.

Siamo scioccati, increduli, incapaci di trovare una ragione a forme di violenza così estreme che portano all’uccisione di bambini, di giovani donne, di persone indifese. Non trovando una spiegazione accusiamo di pazzia, di bestialità, di disumanità chi ha praticato tale oscenità.

Dobbiamo però ricordarci un fatto importantissimo: ogni delitto commesso, soprattutto il più incomprensibile, non può rimanere inascoltato e arginato nella sfera di responsabilità dell’individuo che l’ha commesso ma deve diventare una spia d’allarme per l’intera società. Deve essere letto e interpretato in modo più globale.

Milano: divieto di fumare nei pressi delle scuole

1

A lanciare questo appello è l’assessore alle Politiche sociali e Cultura Pierfrancesco Majorino, che vuole salvaguardare i bambini e i ragazzi dal fumo passivo:

«Chiederemo a tutte le scuole di Milano di far rispettare il divieto di fumare anche nei cortili, nei giardinetti, negli ingressi, specialmente di nidi e scuole dell’infanzia, come la legge prevede dallo scorso luglio».

Il 31 Maggio ci sarà la Giornata Mondiale Senza Tabacco e come spiegato nell’articolo “Più Tasse sul Tabacco Meno Morti” l’organizzazione mondiale della Sanità chiederà a tutti gli stati di aumentare le tasse sul tabacco per diminuirne il consumo.

Anonymous Aiuta un Senzatetto [Video]

0

« Essi arrivano da Internet per diffondere umanità.

Essi sono la scintilla che accende il fuoco.

Il suo nome è Stephen, è un senzatetto di Nottingham.

Voi potete reprimere la gente ma mai le idee di umanità e libertà. »

Queste le parole del video messo in rete dagli Anonymous. Un video che vi farà scendere una lacrima, che vi farà trovare quella goccia di umanità che in questo mondo sembra perduta.

Un gruppo di anonimi si ferma ad aiutare un senzatetto, un gesto umano, un gesto che fa sperare.

Il Venditore di Fumo [Video]

0

Il Venditore di fumo è un cortometraggio interamente creato dagli studenti della PrimerFrame la scuola di animazione Spagnola che ha vinto il premio di cristallo ad Annecy  nel 2012 e il premio Goya nel 2013 per i suoi corti di animazione.

Questo in particolare è molto bello e ricco di significato, il venditore di fumo non è nient’altro che una persona che crea l’illusione di avere il meglio, abiti nuovi, giocattoli, nuovi, fisico migliore, bellezza, gioventù e potere… ma sono tutte cose senza valore, tutto “fumo e poco arrosto” come cita il vecchio proverbio.

Spose Bambine: Un Problema Etico, Culturale, Morale ed Economico [Video]

0

Il matrimonio precoce è una pratica ancora troppo diffusa nei paesi in via di sviluppo, tanto da mettere in pericolo le vite delle ragazzine. Radicata nella tradizione culturale, affiancata e spronata dalla povertà, la pratica non solo viola le leggi sui diritti umani, ma anche minaccia la stabilità e lo sviluppo economico.

Le convenzioni internazionali proibiscono il matrimonio precoce e definiscono diciotto anni come l’età della maturità.