Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Rifiuti

Tag: rifiuti

Chokorà: i Bambini di Nairobi che Trasformano i Rifiuti in Strumenti Musicali

0
Chokora
Immagine di repertorio

Li chiamano Chokorà, in swahili “rifiuto”, i bambini di strada di Nairobi, intenti a rovistare tra le immondizie a caccia di oggetti da rivendere per acquistare, spesso, colla da sniffare. Una piaga pericolosa a cui qualcuno ha pensato di porre fine, provando perlomeno ad arginarla.

Si tratta del progetto Amref, African Medical and Research Foundation, organizzazione non governativa internazionale nata per migliorare la salute in Africa coinvolgendo le comunità locali. Tra i vari progetti attivati dall’ONG ci sono la lotta all’AIDS e alla malaria, la lotta contro l’acqua contaminata, servizi clinici per emergenze sanitarie e assistenza ai bambini di strada.

Il Primo Villaggio Autosufficiente Nasce ad Amsterdam

0

Esiste un problema di fondo quando guardiamo alla popolazione mondiale, se pensiamo che entro il 2050 ci saranno ben 10 miliardi di persone che vivranno sulla terra, si può già da subito immaginare quali saranno i grandi problemi, la mancanza di energia e risorse; per questo motivo è quanto prima auspicabile che si pensi ad abitazioni rigenerative e ad uno sviluppo della comunità in grado di auto produrre la propria energia e le proprie risorse. L’acqua e il cibo scarseggeranno a causa del continuo avanzare dei centri abitati a discapito dei terreni coltivabili e queste sono pressanti questioni globali che devono essere affrontate.

new_village

Sparito il 99% della plastica nei mari: è stata mangiata dai pesci?

0

Sparito il 99% della plastica e dei rifiuti nei mari: è stata mangiata dai pesci?

Il 99% dei rifiuti di plastica nei mari è sparito, che fine ha fatto?

La plastica e i rifiuti che ogni anno finiscono nei mari, negli oceani, è a dir poco impressionante: si stima che siano intorno alle 300.000 tonnellate l’anno, vale a dire lo 0,1% circa dei rifiuti totali di plastica che produciamo ogni anno nel mondo, che sono ben 300 milioni di tonnellate. E questo a partire dal 1970.

La plastica più diffusa nei mari? Il polietilene e polipropilene, cioè quella che usiamo tutti i giorni come contenitore per bevande e cibo, e quella dei giocattoli.

Weekend a Roma: al posto del romanticismo una montagna di rifiuti!

0

Roma-rifiuti

Visitare Roma in questi giorni per un weekend o per qualche giorno sarà davvero spiacevole a causa dei rifiuti sparsi un pò ovunque!

La capitale italiana, infatti, sta vivendo un’emergenza rifiuti davvero problematica.

I cassonetti sono stracolmi, gli impianti per la raccolta fermi. E borse, borsine ma anche materassi, televisioni e tanto altro ancora giace immobile nella città e pian piano si accumula andando a formare vere e proprie montagne di immondizia.

Tutto il processo per la raccolta di rifiuti è in panne.

Original Unverpackt, il supermercato senza imballaggi per salvaguardare l’ambiente

0

Quando si parla di packaging non ci si riferisce altro che all’imballaggio dei prodotti, come quelli alimentari per esempio.

Generalmente esistono tre tipologie di imballaggio: quello primario (per la vendita), quello secondario (multiplo), quello terziario (per il trasporto).

Inoltre deve rispettare una serie di criteri: deve proteggere la merce, deve evitare i furti, deve essere economico, e rispettare un equilibrio tra le sue prestazioni e il suo costo, sia dal punto di vista del materiale impiegato, sia del tempo impiegato per realizzare l’operazione di imballaggio.

Il Ristorante che non fa spazzatura [Video]

0

Il proprietario di un ristorante di Chicago, non ha svuotato il cestino della spazzatura per quasi due anni, e ha una spiegazione semplice per questo: non c’è nulla da buttare.

Justin Vrany, 36 anni, si è prefissato l’obiettivo di essere un ristorante a “zero rifiuti” dal giorno in cui ha aperto il suo ristorante, Sandwich Me In.

In due anni, i notevoli sforzi di Vraney sono diventati il soggetto di un cortometraggio prodotto da NationSwell.

Nuovo Decreto Legge sui Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

0

La Gazzetta Ufficiale Della Repubblica Italiana è uscita con un nuovo testo sui rifiuti elettronici il 28 Marzo 2014, il decreto sui Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) recepisce la direttiva europea RAEE (2012/19/EU) ed entrerà in vigore dal prossimo 12 Aprile.

La sostanziale novità è che gli essercizi commerciali avranno l’obbligo del ritiro gratuito dei piccoli elettrodomestici senza l’obbligo di acquisto da parte del cliente. Anche i negozi On-line dovranno garantire lo stesso servizio di ritiro delle apparecchiature usate, a fronte però di un nuovo acquisto.

Art. 22 Comma 2:

8 Consigli per Proteggerci dal Bisfenolo A

0

L’Efsa, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare, ha indetto una pubblica consultazione sulla propria bozza di valutazione dei rischi per la salute umana derivanti dall’esposizione al bisfenolo A.

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica impiegata come monomero nella produzione di policarbonato per articoli come bottiglie riutilizzabili per bevande, contenitori per la conservazione e rivestimenti epossidici di alcuni barattoli di latta per alimenti e lattine per bibite.

L’esposizione al BPA sembra abbia un effetto avverso su reni e fegato, sul sistema riproduttivo, nervoso, metabolico, immunitario e cardiovascolare nonché effetti genotossici e cancerogeni, alterazioni della ghiandola mammaria ed effetti tossici generali.

Nasce il primo negozio di rifiuti che li acquista pagandoti, ecco dove

9

Questa che vi stiamo per dare è una notizia molto importante che riguarda un’iniziativa imprenditoriale che parte da San Nicola la Strada, piccola cittadina della provincia di Caserta, la quale ospita la discarica “Lo Uttaro” e che a tal proposito vorrebbe creare un vero e proprio cambiamento ambientale in tutta la Regione Campania.

Sabato 15 marzo c’è stata l’inaugurazione ufficiale del primo puntoEcoladay” della regione. Si tratta in realtà del primo negozio che compra dai cittadini anziché vendere. Ma cosa viene comprato? La materia in questione sono i rifiuti differenziati.

Parlamento Europeo: approvato il caricabatterie universale

0

Il Parlamento Europeo ha approvato un aggiornamento delle leggi sulle apparecchiature radio, compresi telefoni cellulari, telecomandi apri-auto e modem, dove si richiede lo sviluppo di un caricabatterie universale per tutti i telefoni cellulari venduti nell’UE (Unione Europea).

L’obiettivo di questa operazione è quello di ridurre i costi di produzione, sprechi e di aumentare la compatibilità di vari dispositivi che possiedono gli utenti.

Gli Stati dell’UE hanno due anni per rivedere e aggiornare le proprie leggi, mentre ai produttori viene concesso un anno di tempo per conformarsi alle nuove direttive, riguardanti non solo i dispositivi mobili, ma anche i ricevitori GPS/Galileo e i dispositivi di apertura delle portiere delle automobili.