Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Riciclo

Tag: riciclo

Casal Velino: olio extravergine in regalo in cambio di olio esausto!

0

L’olio utilizzato per la cottura e la conservazione dei cibi se non viene smaltito correttamente costituisce una pericolosa minaccia per l’ambiente.

L’olio impiegato per la frittura, infatti, una volta esausto non va gettato nel lavello della cucina, perchè questo gesto crea non pochi problemi di inquinamento delle risorse idriche.

Basti pensare che gettare l’olio nel lavello può intasare le reti fognarie, può inquinare le falde, può inquinare le acque superficiali con danni all’ecosistema, alla flora e alla fauna, e richiede un costo maggiore (a carico dei cittadini) per la depurazione delle acque.

Urna Bios: per Lasciare un Segno Anche “Dopo”

1

Come recita il proverbio? Polvere alla polvere, cenere alla cenere… che significa che ogni cosa prima o poi torna o si decompone nel suo stato originale, e cosa c’è di più naturale che tornare alla terra dopo la morte?? Sono molte le leggende e i detti sulla reincarnazione, e nonostante io non ci creda non è detto che non accada. E l’idea del’URNA BIOS è qualcosa che mi attrae in particolar modo.

Nonostante sia un discorso piuttosto tetro, il problema reale è che dopo la nostra morte veniamo seppelliti in bare in legno e metallo, occupiamo un sacco di spazio e non produciamo più nulla, la nostra morte è fine a se stessa.

Tutorial di Come Trasferire una Foto sul Legno [Video]

0

Vi è mai capitato di avere una bella foto e di volerla incorniciarla senza però trovare la cornice giusta? A me piacciono molto le cornici a giorno, quelle solo col vetro davanti, o le serigrafie, ma che prezzi… Allora ho pensato perchè non sul legno direttamente? Senza cornici, come quelle a giorno, ma più “rustiche”, meno fredde. E così sono qui a spiegarvi come fare.

Occorrente:

Ha 4 Anni e si Crea gli Abiti con la Carta Riciclata [Fotogallery]

0

Quante volte da bambine avete sognato di fare le modelle ed indossare quegli splendidi abiti che sfilano in passerella? Questa mamma ingegnosa ha realizzato il sogno di sua figlia di quattro anni e ha postato tutte le loro creazioni sul suo blog Fashion by Mayhem.

Angie, la mamma,  ha soprannominato la sua bimba Mayhem per questioni di privacy, e insieme hanno creato una miriade di abiti utilizzando sono fogli colorati, buste, carta crespa, giornali, carta da pacchi, nastro adesivo e colla. Tutte cose di uso comune senza spendere un centesimo se non per la colla o per il nastro.

Rekindle Candle, il portacandela che genera un’altra candela

0

Una candela che si “ricicla” da sola. E’ questa l’idea messa a punto dal designer Benjamin Shine, che ha creato una cosa che, a dire il vero, sembra pure strano che non sia stata pensata prima da nessun’altro.

Si chiama Rekindle Candle ed è uno speciale portacandela in grado di recuperare la cera che man mano si scioglie per creare una nuova candela.

Il Rekindle Candle è costituito da una base in acciaio, sopra al quale si trova il portacandela che funge da supporto: sciogliendosi, la cera va a finire nel portacandela sottostante che, di forma cilindrica e delle dimensione di una candela appunto, genera un’altra candela.

Una casa da 180 euro è possibile

2

Un professore/agricoltore britannico ha costruito una “casa verde” per soli 180 euro. La casa dei sogni, quella che chiunqe ha un animo green vorrebbe, quella a costo basso e resa massima, quella perfettamente integrata nell’ambiente circostante, da non aver nulla da invidiare a Frank Lloid Wright in tema d’ armonia (certo si parla di altre dimensioni e materiali).

Jane Perkins l’Artista che ha Fatto del Riciclo la sua Arte

0

Questa artista ha realizzato delle opere d’arte di altissimo livello portando all’estremo il riciclo creativo.

Jane Perkins ha lavorato come infermiera a Londra per 17 anni e dopo aver passato 10 anni a fare la mamma a tempo pieno ha deciso di dedicarsi a qualcosa di “creativo” ed Ecologico. Così nel 2006 ha preso il diploma in Textiles.

Jane si è specializzata proprio nei lavori con materiale riciclato e su questo tema ha scritto anche una tesi “Recycled Materials in Art and Design“, ispirata dai copricapi ecuadoreñi.

Le 8 Invenzioni del 2013 che ci Siamo Persi [Video]

0

Scommetto che voi queste invenzioni nate quest’anno 2013 ve le siete perse. Non sono famose come la Play Station 4 della Sony o come l’iPhone 5S della Apple, ma sono di sicuro altrettanto geniali e degne di nota…. Grazie al sito Wired.it le possiamo ammirare qui di seguito.

Le scarpe viventi (non sono quelle di tuo figlio dopo una partita di pallone, quelle che cercano di fuggire da sole dai calzini puzzolenti!!!)



Queste scarpe vive provengono da un’idea della ricercatrice Shamees Aden la quale ha usato la biotecnologia per stampare in 3D delle protocellule, cioè delle molecole inorganiche che prendono vita se combinate tra loro. E così come una seconda pelle, queste scarpe potranno coprire il nostro piede come una seconda pelle… purtroppo per averle bisognerà attendere ancora una ventina d’anni!

10 Piccole Cose per Salvare il Pianeta

0

Sembra impossibile migliorare la situazione dei rifiuti… eppure se seguiamo questi 10 piccoli consigli possiamo fare anche noi, nel nostro piccolo, la differenza.
Vediamoli insieme:

Lo spazzolino da Denti.

I dentisti suggeriscono di sostituire lo spazzolino ogni 3 mesi o anche più spesso… immaginate quanti spazzolini vengono gettati ogni anno… 4 da ogni persona sembrano pochi ma in realtà sono circa 320 spazzolini a persona nel corso di una vita di una persona di 80 anni e dove pensate che finiscano? Lo sapete che molti dei vostri spazzolini sono stati trovati nello stomaco di parecchi uccelli marini? Impressionante vero? Che fare? Potremmo pensare di utilizzare degli spazzolini non di plastica ma di legno riciclabile, ce ne sono diversi tipi e diverse marche.

TRASHED: Film Documentario per la Sopravvivenza del Pianeta [Video]

0

Jeremy Irons è in piedi su una spiaggia, accanto all’antica città libanese di Sidone. Sopra di lui troneggia una montagna di spazzatura, un pugno nell’occhio di rifiuti medici, rifiuti domestici. I liquidi tossici e gli animali morti sono il risultato di 30 anni di consumo di una piccola città.

Appena nuove camionate di spazzatura della giornata vengono versate sulla parte superiore, i detriti ricadono dall’altra parte nel blu del Mediterraneo. 

Circondato da una distesa di bottiglie di plastica, un Jeremy Irons sconsolata guarda l’orizzonte e mormora… “Spaventose”.

Così comincia il film documentario TRASHED, una produzione Blenheim Films, prodotto e diretto dalla regista britannica Candida Brady.