Home Tags Parco

Tag: parco

Il Borgo Uscito da una Favola: Grazzano Visconti

0

“Noi Signore di Milano e Conte di Virtù, Vicario Generale Imperiale, volendo compiacere per speciale grazia i nostri egregi e diletti Signori Giovanni Anguissola e Beatrice Visconti sua consorte, concediamo che nella loro proprietà di Grazzano, nel nostro distretto di Piacenza, possano far costruire liberamente e impunemente una fortificazione quale loro aggradi, nonostante alcuni decreti o nostri ordini emessi in contrario.
I mandanti osservino e facciano inviolabilmente osservare questo nostro scritto.
In testimonianza della qualcosa abbiamo disposto che la presente sia compilata registrata e convalidata con il nostro sigillo.”
Pavia, 18 febbraio 1395

 

Il Parco Sacro dei Mostri di Bomarzo: una passeggiata tra segreti e misteri

0

Voi che pel mondo gite errando vaghi di veder meraviglie alte et stupende venite qua, dove son facce horrende, elefanti, leoni, orchi et draghi.” Pier Francesco Orsini

Il parco dei Mostri di Bomarzo venne ideato dall’architetto Pirro Ligorio su commissione del Principe Pier Francesco Orsini. Il bizzarro nome non è stato scelto a caso visto che passeggiando in questo parco, è possibile imbattersi in strane creature dalle fattezze mostruose. Secondo alcune teorie, il parco sarebbe nato per scopi alchemici. Il principe Pier Francesco Orsini condusse infatti una vita enigmatica, fu letterato e condottiero, probabilmente innamorato dell’alchimia, antica disciplina che tentava di tramutare i metalli in oro, una mappa allegorica per la trasmutazione della coscienza.

Il Bosco delle Meraviglie: un Parco Magico per Grandi e Piccini

0
Bosco delle meraviglie

Si parla spesso dei boschi, di quanto sia salutare camminarci attraverso e di quanto bene faccia alla psiche, ma avete mai immaginato di poter camminare in un bosco delle favole? Si quelli con fate, folletti, orchi e altre creature magiche?

Bosco delle meraviglie

Bene se vi piacerebbe farlo ora potrete perché a Sant’Ambrogio di Torino, nel cuore della Val di Susa è nato il Bosco delle Meraviglie, il primo parco emozionale interattivo fantasy”.

Ma di cosa si tratta? il Bosco delle MEraviglie è un percorso fantastico, interattivo, in un vero bosco incantato, tra orchi, fate e cavalieri, dove a detta degli organizzatori “i bambini saranno i protagonisti e gli adulti torneranno bambini”.

Parco Giardino Sigurtà: Una Meraviglia Unica al Mondo

1

E’ il mio rifugio spirituale, è il tempio della natura, è il luogo ideale per camminare, esplorare e meravigliarsi, è il Parco Giardino Sigurtà. Ho la fortuna sfacciata di averlo a pochi passi da casa e di potermi immergere in questo mondo ogni giorno grazie ad una tessera annuale che permette di visitare il parco durante tutto il periodo di apertura.

Si trova a Valeggio sul Mincio in provincia di Verona ed è un parco naturalistico di circa 60 ettari. E’ considerato uno dei parchi più belli d’Italia e anche d’Europa. Fu acquistato nel lontano 1407 dal patrizio Gerolamo Nicolò Contarini che acquistò l’intera proprietà ma al tempo era solo una grandissima distesa agricola. Dobbiamo ringraziare l’industriale farmaceutico Giuseppe Carlo Sigurtà che nel 1941 iniziò la riqualificazione del Parco.

Parco di Faenza “Roberto Bucci”: le splendide immagini di un’oasi più unica che rara

0

Parco-Bucci-Faenza

Siete mai stati al parco di Faenza “Roberto Bucci”?

Distante da Ravenna poco più di 40km, è una splendida oasi, una macchia verde immersa nella città, artificiale ovviamente ma con un clima così sereno che necessita d’essere assaporato lentamente.

Fondatore del parco è stato l’industriale Roberto Bucci che, nel 1970, con l’aiuto del naturalista Cesare Gallegati, rese quello che fino ad allora era solo un pascolo per cavalli, una vera e propria esplosione di natura.

Una forte sferzata di energia e positività che lascia all’esterno la quotidiana frenesia per riempire chiunque passi da lì di qualcosa di bello.

Canguri salvano un bimbo che si è perso in un parco

0

Sembra una favola ma invece è la realtà.

Simon Kruger, un bimbo di 7 anni, stava facendo un pic-nic con i genitori presso il Deep Creek Conservation Park, nella parte meridionale dell’Australia.

Il piccolo si è allontanato per cercare dei fiori da regalare alla mamma e non è più riuscito a ritornare dai genitori. Quest’ultimi, preoccupatissimi nel non vederlo tornare, hanno chiamato i soccorsi.

Simon è stato ritrovato solo dopo 24 ore: ha trascorso la notte insieme ad alcuni canguri che lo hanno protetto dal freddo. Il bambino, infatti, ha raccontato che appena ha visto gli animali ha cercato di avvicinarli offrendo loro i fiori che aveva raccolto. I canguri all’inizio si sono mostrati schivi ma poi gli si sono avvicinati e gli hanno permesso di dormire insieme a loro.

La storia dell’oca innamorata

0

Dominic è un pensionato che si reca abitualmente al parco per passeggiare. Un giorno ha incontrato Maria ed è sbocciato l’amore.

Maria è un’oca che vive nel parco pubblico. Un giorno ha notato l’uomo che passeggiava ed ha deciso di seguirlo senza che lui le desse da mangiare o altro: da quel giorno lo aspetta al parco per passeggiare e talvolta vola con lui mentre l’uomo fa ritorno a casa in scooter. Sembra proprio essersi innamorata di lui.

Una storia fiabesca ma reale!

Le persone del parco ormai li conoscono e sorridono. Maria è anche molto gelosa di Dominic tanto da ringhiare ai cani che si avvicinano a lui.

Lo Zoo degli orrori

0

E’ lo zoo  di svedese Ölands Zoo accusato di essere un vero e proprio parco degli orrori, dove gli animali vengono uccisi con mazze da baseball per non pagare le spese veterinarie e le bestie morte vengono usate per nutrire gli addetti allo zoo ridotti in schiavitù.

Proprio così, in schiavitù, i dipendenti del popolare attrazione turistica sono stati costretti a lavorare in condizioni inumane e sono stati nutriti con capre, galline e persino un maiale che era stato ucciso giù al parco.

Le tartarughe abbandonate a Torino

0

Il parco Dora di Torino è realizzato lungo il fiume Dora,appunto, dove fino a pochi decenni fa sorgevano le fabbriche dell’industria pesante.

L’area è stata oggetto negli ultimi anni di un forte intervento di trasformazione, che ha riconvertito le aree industriali in case, spazi commerciali e servizi per i cittadini.

Il nuovo Parco Dora completa il quadro complessivo della metamorfosi di quest’area, offrendo ai residenti ma anche a tutti i cittadini e i turisti 450 mila metri quadrati di verde per il relax, lo sport e il divertimento e restituendo loro un fiume che per decenni è stato sfruttato dalle fabbriche, degradato e reso inaccessibile.

L’erba del vicino è… da manutenere!

0

Chiunque sia andato ad abitare in una nuova casa che abbia dello spazio esterno avrà provato svariate modalità per rendere quanto più utile e confortevole questo piccolo fazzoletto di terra.
Chi si diletta con un bel prato, aiuole fiorite, orticelli più o meno professionali, terrazze…
Ad ognuno la scelta pratica ed estetica che più gradisce.

Personalmente sono passato per tutti questi stadi e con il passare degli anni il traino delle mie scelte è stato il criterio di utilità che, aiutato da una proverbiale ed ecologica pigrizia, ha di gran lunga soppiantato il criterio estetico di bellezza.
In sostanza l’evoluzione è stata: giardino (questo è stato l’apice estetico), orto (apice ecologista a Km zero), ghiaino.