Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Musica

Tag: musica

Le 7 lezioni memorabili di Michel Petrucciani, il pianista con le ossa di cristallo

0

Il pianista con le ossa di cristallo, così viene ricordato Michel Antoine Petrucciani, uno dei più grandi musicisti jazz francesi. Nato nel 1962 a Orange, di origini napoletane (il nonno era di Portici), impara fin da piccolo a suonare la batteria e il pianoforte. Prima apprende la musica classica, in seguito il jazz, sua grande passione, traendo ispirazione dal padre, rinomato chitarrista.

L’arpa è lo strumento degli angeli: ascoltarla è come una carezza per l’anima

0
leggende-sull'arpa

E’ lo strumento a corda per eccellenza, l’arpa, madre di liuti, clavicembali, lire e persino del pianoforte, amatissima dai nobili di un tempo.

Il suo nome deriva dal latino harpa, di origine germanica. Ne esistono diverse tipologie a seconda della cultura e dell’uso, a pedali, elettriche, e di vari materiali.  Si ritiene che derivi dall’ arco musicale e che i primi a utilizzarla fossero stati i Sumeri nel III millennio a.C. Si suona pizzicandola e in base a dove viene applicata la perturbazione, le 47 corde producono suoni diversi.

La Maledizione del Club 27: Le Star Morte a 27 Anni

0
club 27

Il Club 27 è un’espressione giornalistica usata per indicare la cosiddetta maledizione dei 27 anni che, nel corso del tempo, ha colpito numerosi artisti, specialmente in ambito musicale.

L’espressione venne coniata dopo la morte di alcuni miti del rock fra cui Jim Morrison, che morì nel 1971 a Parigi all’età di 27 anni. Secondo le fonti giornalistiche dell’epoca a stroncarlo fu un mix letale di alcol ed eroina, sebbene le leggende metropolitane lo volessero vivo e vegeto, protagonista di una messinscena per defilarsi insieme all’amata Pamela, o peggio vittima di complotti della CIA.

Festival musicali: i migliori dell’estate 2017

0
Festival musicali

L’estate è la stagione per eccellenza dei festival musicali perché con le temperature calde viene voglia di scatenarsi all’aperto. I benefici della musica sono risaputi sia a livello fisico che mentale: sappiamo quanto sia importante per ridurre lo stress, accompagnarci durante momenti piacevoli, e secondo uno studio della Kaohsiung Medical University le melodie di Mozart sarebbero addirittura in grado di ridurre le crisi epilettiche. Per non parlare dell’alta considerazione che le viene attribuita dalla Medicina Tradizionale Cinese e da moltissime culture del mondo, fin dall’antichità.

Festival musicali

La musicoterapia: ecco perchè la musica ci fa stare bene!

0

Secondo la definizione data dalla World Federation of Music Therapy nel 1996: «La musicoterapia è l’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapeuta qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la motricità, l’espressione, l’organizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali e cognitive. La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l’integrazione intra e interpersonale e di conseguenza possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico».

Carlo Cignozzi, l’uomo che sussurra alle vigne

1

musica-vigne

”L’uomo che sussurra alle vigne” è un libro molto, molto particolare: è la storia autobiografica di Carlo Cignozzi, ex avvocato che dal 2006 ha iniziato una esperienza entusiasmante.

Proprietario di un appezzamento agricolo in Toscana, un bel giorno ha deciso di impiantarvi un vigneto dove l’uva cresce al suono della musica classica, in particolare quella di Mozart. L’idea gli era venuta dopo che aveva appreso degli esperimenti che provavano la sensibilità delle piante alle vibrazioni acustiche. D’accordo con gli esperti delle Università di Pisa e Firenze, Cignozzi ha quindi collocato nel suo vigneto quattrodici casse acustiche speciali, che gli sono state donate apposta da una notissima casa costruttrice di casse acustiche iper professionali. I risultati, monitorati dalle due Università, sono veramente stupefacenti: le piante di Sangiovese coltivate con le note di Vivaldi e Mozart sono cresciute il 50 per cento in più del normale, sono maturate in anticipo e non hanno sofferto di attacchi da parte di fastidiosi parassiti.

John Lennon: Ci hanno fatto credere…

0
John Lennon - Acrilico su tela di Mike OBrien

Mi è capitata tra le mani una poesia attribuita a John Lennon, mi ha fatto riflettere su quanto il mondo odierno ci faccia credere amolte cose, ma non ci dice mai come stanno realmente. Siamo noi come essere individuali che dobbiamo cercare la verità, che dobbiamo capirlo a nostre spese, sulla nostra pelle perché nessuno ce lo dice, nessuno ci avvisa. Le porte chiuse in faccia, le delusioni, gli amori perduti e gli amori lasciati… tutte realtà che dobbiamo viverle per capire. Queste cose non ce le dicono ma ce ne dicono altre che ci condizionano la vita, ci fanno il lavaggio del cervello su quello che è giusto e su quello che è sbagliato viviamo di stereotipi, luoghi comuni, idee di massa senza sapere bene cosa pensiamo noi di una determinata cosa, cosa vogliamo e come la vogliamo.

Il FlashMob più Incredibile di Sempre [Video]

0

Flash mob… su Wikipedia si legge:

dall’inglese flash, lampo, inteso come evento rapido, improvviso, e mob, folla. E’ un termine coniato nel 2003 per indicare un assembramento improvviso di un gruppo di persone in uno spazio pubblico, che si dissolve nel giro di poco tempo, con la finalità comune di mettere in pratica un’azione insolita. Il raduno viene generalmente organizzato via internet (posta elettronica, reti sociali) o telefonia cellulare. Le regole dell’azione di norma vengono illustrate ai partecipanti pochi minuti prima che questa abbia luogo, ma se necessario possono essere diffuse con un anticipo tale da consentire ai partecipanti di prepararsi adeguatamente.

Cos’è un walkman? [Video virale]

0

Come cambiano i tempi, se siete cresciuti negli anni ’80 ve lo ricordate sicuramente il walkman, il primo registratore portatile, quello che mettevi la cassetta dentro e ascoltavi la musica attraverso le cuffiette.

I primi modelli avevano solo il tasto play e avanti veloce, non avevano altoparlanti e ricordo che la penna bic era abitualmente nel corredo da portare in giro per riavvolgere la cassetta e non consumare le batterie del walkman. I più evoluti avevano il tasto rewind e addirittura il registratore oltre che agli altoparlanti che permettevano l’ascolto anche senza cuffie.

Sindrome di Down: Il Ballo sulle Note di Happy [Video]

0

Stanno spopolando su YouTube le cover di Happy la canzone di Pharrell Williams divenuta famosa grazie a i minions di Cattivissimo Me 2, del quale fa parte della colonna sonora.

Però questa versione non è una vera e propria cover, perchè i partecipanti non cantano, ma ballano solamente sulle sue note, sprigionando tantissima allegria che è proprio il tema della canzone. Ma cosa hanno di particolare questi protagonisti? Sono tutti affetti dalla sindrome di down, detta anche trisomia 21, che è una condizione cromosomica causata dalla presenza di tutta o di parte di una terza copia del cromosoma 21.