Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Disabilità

Tag: disabilità

Un figlio disabile è giunto per mostrarci un mondo nuovo

0
figlio disabile

A volte ci vogliono anni, a volte giunge quasi subito dopo il parto ma è sempre uno shock sentirselo dire: “Suo figlio è disabile”.

Una frase che per alcuni può suonare come una condanna, sopratutto per i genitori che si ritrovano a non dover fare solo i genitori, ma i super-genitori per quel figlio speciale che li inizierà ad un mondo nuovo dove nulla sarà dato per scontato e dove ogni parola, ogni gesto sarà colmo di significato.

Le cene al buio: cosa si impara mangiando ad occhi chiusi

0

Cosa si prova nell’assaporare un cibo ad occhi chiusi? La food blogger di Silla e Pepe ci ha provato in occasione di “Stili e Sapori” di Padova, e ha scoperto un nuovo mondo. La vista è un senso che utilizziamo molto anche a tavola ma mangiare privandosi della possibilità di guardare il cibo, è tutt’altra cosa. Ci si abitua a privilegiare altri sensi, meno sviluppati, e al tempo stesso si ha la possibilità di mettersi nei panni di chi, non per scelta, ha perso la vista. Non solo quindi un modo diverso di approcciarsi al cibo, che stimola l’olfatto, il tatto e persino l’udito, ma anche un’occasione per sensibilizzare le persone sul tema della cecità.

Le 7 lezioni memorabili di Michel Petrucciani, il pianista con le ossa di cristallo

0

Il pianista con le ossa di cristallo, così viene ricordato Michel Antoine Petrucciani, uno dei più grandi musicisti jazz francesi. Nato nel 1962 a Orange, di origini napoletane (il nonno era di Portici), impara fin da piccolo a suonare la batteria e il pianoforte. Prima apprende la musica classica, in seguito il jazz, sua grande passione, traendo ispirazione dal padre, rinomato chitarrista.

21 Grammi, il locale di Brescia gestito da ragazzi con la Sindrome di Down

1

Sabato 27 febbraio si è tenuta l’inaugurazione di un sogno: è stato aperto a Brescia in Viale Italia 13 “21 Grammi“, un locale gestito da ragazzi con la Sindrome di Down.

E’ un bar panetteria nato da un progetto durato due anni partito dal Centro Bresciano e dalla cooperativa Big Bang: due anni di progettazione e ristrutturazione del locale e di formazione del personale. 19 giovani e adulti con sindrome di Down si sono formati per poter intraprendere questo importante progetto lavorativo.

logo-21grammi-2

Un locale ricco di servizi: colazioni, pranzi, spuntini, aperitivi, panetteria, pasticceria e gastronomia da asporto. Tutto pensato per offrire il miglior servizio in un luogo accogliente e colmo di significato.

A Monticello apre il Parco dei Tre Campanili, giochi anche per bimbi con diversa abilità

0

Ogni giorno i parchi gioco di molte città sono affollati di bambini che corrono, saltano, si divertono ad andare su e giù da altalene e scivoli.

La maggior parte dei parchi gioco sono forniti di giochi che purtroppo non tutti i bambini possono usufruire. Infatti i portatori di handicap e le loro famiglie non possono utilizzarli perchè risultano per loro inaccessibili.

Fortunatamente da qualche anno iniziano a diffondersi i primi parchi gioco adatti a tutti i bambini, sia normodotati che non.

Upsee: Un’idea Nata da una Mamma che non si è Arresa [Video]

0

E’ piuttosto commovente la storia di Debby Elnatan, una mamma che non si è arresa con suo figlio, e che grazie alla sua voglia di vivere e di rendere migliore la vita di suo figlio, oggi molti genitori potranno usufruire della sua idea.

Debby è isrlaeliana, musicoterapeuta con un figlio affetto paralisi cerebrale, Rotem. Costretto a vita su una sedie a rotelle, la donna non poteva vedere l’immobilità del figlio, così ha inventato un’imbracatura che permettesse a Rotem di potersi muovere al di fuori della sedia, di potersi alzare e camminare con i suoi genitori.

Non Riuscirete a Credere a Quello che Riesce a Creare Senza le Mani [Video]

0

Immaginate di non avere più le vostre mani, come sarebbe la vostra vita? No, non potete scriverlo, come digitereste sulla tastiera?, no, neanche con una penna… come la terreste in mano… no non potete andare a farvi il caffè… non riuscireste a chiedere la caffettiera…. ah e neppure a bere l’acqua come svitereste il tappo della bottiglia?

Una mamma racconta il suo amore per il figlio disabile

0

 

Quando una donna rimane incinta inizia a fantasticare su quella personcina che nascerà tra qualche mese. Di che colore avrà occhi e i capelli, se assomiglierà a zia Teresa, con le gambe lunghe e i modo gentili o se sarà un bel mix tra mamma e papà. Soprattutto si augura che nasca sano e forte. Purtroppo, alle volte non è così.

Oggi voglio parlarvi di Francesco, 23 anni, affetto da lissencefalia di Miller-Dieker di tipo 1. Ieri ho intervistato la sua mamma che mi ha parlato della sua storia e di come vivono la disabilità di questo figlio amatissimo.

Ragazza senza braccio diventa Miss [Video]

0

Nicole Kelly ha 23 anni, è una stupenda ragazza americana nata senza un avambraccio.

Questa sua particolarità non le ha impedito di diventare Miss Iowa 2013: un premio ambito che le garantisce di partecipare il prossimo settembre al concorso per diventare Miss America.

Per Nicole questo traguardo è importante sotto tanti punti di vista: è riuscita a vincere un concorso di bellezza nonostante la sua disabilità e sfrutterà questo suo traguardo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della diversità.

Nicole non si è vergognata della sua condizione e ha voluto dimostrarlo partecipando e vincendo la selezione di Miss Iowa. Il suo sorriso e la naturalezza nel mostrare il suo braccio “difettoso” fanno riflettere.

“Genitori russi, non abbandonare i bambini down”: l’appello di Evelina Bledans, mamma e attrice russa

0

semen-semin4

I medici russi seguono una prassi a dir poco drammatica: se nasce un bambino affetto da sindrome di down consigliano ai genitori di rinunciare al neonato senza nemmeno farglielo vedere e conoscere. Invitano i genitori ad affidare il bambino a strutture specializzate che lo stesso governo reputa “inefficienti e scarsamente attrezzate”.

Purtroppo la maggior parte dei genitori segue questo consiglio medico e abbandona il piccolo.

La Russia è  un paese molto indifferente ai problemi delle persone disabili, piccole o grandi che siano!