Notizie
Primo piano
Video

Upsee: Un'idea Nata da una Mamma che non si è Arresa [Video]

Di Valeria Bonora - 1 Aprile 2014

E’ piuttosto commovente la storia di Debby Elnatan, una mamma che non si è arresa con suo figlio, e che grazie alla sua voglia di vivere e di rendere migliore la vita di suo figlio, oggi molti genitori potranno usufruire della sua idea.

Debby è isrlaeliana, musicoterapeuta con un figlio affetto paralisi cerebrale, Rotem. Costretto a vita su una sedie a rotelle, la donna non poteva vedere l’immobilità del figlio, così ha inventato un’imbracatura che permettesse a Rotem di potersi muovere al di fuori della sedia, di potersi alzare e camminare con i suoi genitori.

Debby ha cercato in tutto il mondo un’azienda seria che potesse produrre la sua idea e dal 7 di Aprile questa sarà disponibile sul mercato per tutti qui genitori che non si arrendono, che vogliono di più per il loro bambino, a produrre l’invenzione è una società dell’Irlanda del Nord, la Leckey, una ditta che ha una lunga esperienza nella realizzazione di equipaggiamenti per bambini con bisogni speciali e che ha chiamato l’imbracatura “Upsee”.

L’imbracatura mobile agganciata ai piedi, fissa saldamente il bambino al genitore e gli permette di camminare con la mamma o il papà.

Durante la presentazione della sua idea, Debby ha detto:

“E’ meraviglioso vedere questo prodotto a disposizione di famiglie in tutto il mondo. Quando mio figlio aveva due anni, i medici mi dissero che non sapeva cosa fossero le sue gambe e non aveva alcuna coscienza dei suoi arti inferiori. Per una madre è incredibilmente difficile apprendere una cosa del genere. Ho iniziato a camminare con lui giorno dopo giorno, una prova molto difficile per entrambi. Dal mio dolore e dalla mia disperazione, infine, è nata l’idea dell’Upsee e sono contentissima che sia finalmente fruibile a tutti”.

Questa imbracatura è utile non solo ai bambini, ma anche ai genitori che davanti ai primi passi di un figlio si possono sentire meno impotenti, e più partecipi. L’Upsee include l’imbracatura per il bambino, la quale si attacca alla cintura vestita dall’adulto, e alcuni particolarissimi sandali che permettono al genitore e al bambino di camminare simultaneamente, lasciando, così, le mani libere per giocare e per scoprire il mondo.

Maura McCrystal, è la prima madre del Regno Unito a provare “Upsee”, suo figlio di 5 anni, Jack, non cammina e pe rla prima volta ha potuto giocare a palla:

Domenica scorsa è stato un giorno importante per noi come famiglia, perché era la prima volta che nostro figlio Jack è stato in grado di giocare a calcio nel giardino sul retro con suo padre, i suoi fratelli e il nostro piccolo cane Milly. Vedere Jack giocare come altri suoi coetanei mi ha commosso moltissimo. Jack e i suoi fratelli si sono divertiti moltissimo!”.

Sono le mamme e i papà che non si arrendono a rendere la vita dei figli migliore. Sono le donne e gli uomini che credono in un futuro migliore, che credono nella potenzialità dei propri figli, a fare la vera differenza.

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!






Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)