Home Tags Alimentazione

Tag: alimentazione

39 Fiori Commestibili che Non Conoscevate

0
Fiori commestibili

E’ arrivata la primavera e con lei iniziano a riempirsi i prati e i balconi di fiori, di sicuro avete mangiato i fiori delle zucchine, impanati, in pastella, ripieni e chissà con quante altre ricette, ma esistono tanti altri Fiori commestibili… andiamo a scoprirli e ad imparare a cucinarli!

Allium – Tutti  fiori della famiglia dell’allium (porri, erba cipollina, aglio…) sono commestibili e ottimi da usare in cucina per insaporire pietanze o per abbellirle.

aglio

Aneto – I suoi fiorellini gialli si possono utilizzare come la pianta per preparare sottaceti agrodolci, insaporire salmone, uova, molluschi, patate e zuppe, accompagnare i formaggi e i legumi; inoltre ha un’azione carminativa e antispasmodica, utilizzata anche come rimedio naturale contro l’alitosi, l’insonnia e la cellulite.

Ricetta Veloce per Zucchine Ripiene

0

Le ricette vegane ve le stiamo dando e se ne trovano sempre di più on-line e in ricettari sul tema, ma non è giusto dare l’idea che i vegani siano sempre in cucina a spadellare.
Non mangiare cibi animali non vuol dire che si è costretti per forza a cucinare.
Così come gli onnivori si fanno un veloce panino col prosciutto o un uovo strapazzato o si comprano una pizza surgelata quando la sera sono stanchi o non hanno voglia di mettersi ai fornelli, i vegani fanno lo stesso!

Frutta, Fibre e Pancia Gonfia: è vero che il Cibo Crudo fa Gonfiare?

0

BATTERI FAMELICI 

Come spiega il famoso Dr.  Mercola:  “Se il vostro intestino è dominato principalmente da microbi patogeni, parassiti, funghi e lieviti,  questi si ciberanno delle fibre e prolifereranno, peggiorando qualsiasi problema di salute”.

Non è la frutta cruda la causa del problema insomma, ma chi ha colonizzato la nostra pancia (e certamente non siamo arrivati ad avere tutti quei batteri nocivi con una dieta fruttariana o vegana dalla nascita!).
Cosa suggerisce questo medico a chi soffre di pancia gonfia?
“Chi ha questo tipo di problematica dovrebbe eliminare le fibre dalla dieta per un periodo di tempo, in modo da far morire di fame questi patogeni“.
Non tutte le fibre sono uguali però.
Partiamo da quella che sembra essere il nemico n.1 delle nostre pancette.

La Torta della Nonna in Versione Vegana e Senza Glutine

0

Un centro cremoso di crema al limone. Una crosta delicata e croccante allo stesso tempo.
I pinoli ricoperti da un velo di zucchero appena accennato e la bontà doppia di una torta senza un grammo di glutine, di lattosio, di colesterolo, di burro e di crudeltà.

Deliziosa anche la versione con glutine che l’ha ispirata: la torta della nonna in versione vegana di Michela  Visonà (Mamma Veg), ma anche quella di Sara  di VegAway.  Oggi qui però vi consigliamo di provare quella senza glutine per capire che chi è intollerante/allergico al glutine può comunque mangiare vegano e trovare ormai ogni sorta di ricetta squisita di dolce.

Ricetta per le Patatine NON Fritte Arcobaleno

0

Ma non sa di niente!!

Se vostro marito ve l’ha già detto cinque volte questa settimana, se vostro figlio più grande rifiuta ogni proposta che gli mettete nel piatto, o se anche voi avete bisogno di aggiungere sempre più sale o condimenti ai vostri piatti per provare piacere a tavola, o se l’idea di un pasto di sola frutta o un riso bianco vi sembra di una tristezza incredibile, ebbene non siete sole.

Nitrati e Nitriti: Additivi Alimentari, Cosa Sono e i Rischi per la Salute

0
Nitrati e Nitriti

Largamente utilizzati nell’industria alimentare per migliorare le caratteristiche organolettiche dei cibi e per preservarli da contaminazioni microbiche, gli additivi sono perlopiù innocui. Alcuni di loro possono subire però modificazioni nell’organismo o durante la cottura, trasformandosi in sostanze nocive. Tra questi vi sono i nitrati e nitriti, utilizzati soprattutto nella conservazione di carne e insaccati e soggetti a modificazioni chimiche che possono convertirli in N-nitrosammine, molecole potenzialmente cancerogene.

Diabete di tipo 2 e Frutta: Quale Mangiare per Prevenirlo?

0

“Mirtillo, mirtillo delle mie brame: sei sempre tu il frutto più benefico del reame?”

 

  1. Recensione sistematica sul diabete di tipo2 e la frutta. Di tutti e 23 gli studi sull’argomento si evince che chi consumava più frutta in totale aveva avuto negli anni un rischio inferiore di contrarre diabete 2, rispetto a chi ne consumava di meno (Wang 2016).
    E fin qui, visti i dati precedenti, nessuna meraviglia.
    Quali sembrano essere i frutti più benefici di tutti?
    Mirtilli sul podio
    , con un 25% in meno di rischio tra chi più ne consumava. Niente male neanche le verdure a foglia verde, ma i mirtilli non si battono.

Calamarata senza calamari? Come dare ai piatti il sapore di mare anche senza pesce!

0

Se per motivi etici o salutistici avete deciso di non consumare più pesci, ma vi manca il “sapore di mare“, i prossimi consigli fanno per voi!
Prima di tutto:  da dove viene quel buon sapore di mare?
Di certo, ne converrete, non può venire da dei pesci morti in decomposizione e pieni di  una proteina chiamata “putrescina” (un nome, un programma).
Cosa dà allora a certi piatti il sapore “di pesce”?
L’abbiamo chiesto alla ciurma vegana dell’ ARCA DI EVA e questi sono i consigli  che ci hanno dato per voi!

Ricetta per il Sushi Maki di Verdura e Consigli per Mangiare Vegano Fuori Casa

Per molti neo-vegani, o aspiranti tali, il problema più grande non è tanto trovare alternative vegane ma dover chiedere se queste alternative ci sono, dover chiedere se possono essere cucinate apposta per loro.
Nessuno di noi vuol “dare fastidio”, a nessuno piace passare per “quello difficile” della compagnia e nessun ospite vuole causare “disturbo” ad amici e parenti.
Però qualcuno deve fare andare la lingua se si vuole che l’opzione etica sia sempre più facile da trovare ovunque.

Eccesso di Fruttosio: Pericolo per il Fegato dei Bambini

0

Troppo fruttosio è nocivo per il fegato dei bambini. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’area di malattie epato-metaboliche dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, l’abuso sistematico di questo monosaccaride aggiunto a cibi e bevande comporta danni per la salute dei più piccoli, poiché «le quantità assunte quotidianamente in eccesso accrescono di una volta e mezza il rischio di sviluppare malattie epatiche gravi».

La ricerca è durata quattro anni e i suoi risultati sono stati pubblicati sul Journal of Epatology. Dal 2012 al 2016, ben 217 bambini e ragazzi sovrappeso o obesi affetti da fegato grasso sono finiti sotto la lente degli specialisti: gli esami effettuati hanno rilevato livelli eccessivi di acido urico in circolo in metà dei soggetti.