Notizie
Primo piano

Viviamo di più ma siamo anche più malati

Di Elena Bernabè - 15 Dicembre 2012

Sulla rivista medica britannica Lancet è stato pubblicato uno studio sulla salute del mondo: i dati raccolti provengono da ben 187 paesi. I risultati?
Rispetto al 1970 viviamo in media 10 anni di più ma siamo meno sani: trascorriamo molto più tempo a combattere malattie come il cancro, malattie cardiovascolari e il diabete.
L’aspettativa di vita è quindi aumentata ma la qualità in termini di salute è invece peggiorata.
Lo studio rivela inoltre un forte aumento delle malattie croniche, come per esempio i problemi mentali o le malattie muscolo-scheletriche. E invece una diminuzione dei decessi causati dalla malnutrizione e dalle problematiche legate al parto.
Ma in quale parte del mondo si vive di più? In Giappone: e soprattutto sono le donne giapponesi ad avere questo primato (la media di vita è davvero alta, circa 85 anni). Haiti invece detiene il triste primato per l’aspettativa di vita più breve: una media di circa 32 anni per gli uomini e di 43 per le donne.
L’aspettativa di vita media, e anche la sua qualità, dovrebbe essere simile in tutti i paesi del mondo: si riuscirà mai a far diventare ciò un diritto di ogni uomo?
Fonte: Corriere.it
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)