La mia bellissima bimba compie tra qualche mese 7 anni e ieri ha perso il suo primo dentino. Un evento importante, significativo e meravigliosamente intenso.

I denti sono intrisi di profondi valori. Quando spuntano, da poco più che neonati, segnano la crescita del piccolo d’uomo, ci fanno comprendere che egli sta diventando grande. E’ grazie ai denti che può iniziare a mangiare come l’adulto, segnano un momento di passaggio molto emozionante.

Di conseguenza quando giunge il momento del dondolio del primo dentino l’emozione rinasce. Si segue con attenzione giornaliera l’evolversi della situazione e man mano che il dondolio si fa più forte anche l’euforia cresce fino ad esplodere letteralmente quando si scopre che finalmente il dentino si è staccato.

dentino-caduto

Ieri abbiamo così vissuto un ulteriore passaggio della nostra bimba che sta crescendo. E’ come se cambiando il suo primo dente avesse dato inizio ad un abbandono graduale del suo essere bambina.

Conosce bene l’importanza dei denti la dentosofia, una terapia caratterizzata da un approccio umanistico all’arte dentistica: secondo questa pratica, infatti, «la psiche di una persona è tutta impressa nella sua bocca» e «ogni trasformazione a livello orale ha ripercussioni sulla psiche».

La mia bimba, insomma, sta diventando grande ed è pronta a lasciarsi alle spalle la sua prima infanzia. Attendeva con trepidazione la caduta del suo primo dentino e ieri mattina le è caduto, non a caso, a scuola. Lei adora andare a scuola, è un mondo solo suo ed il fatto che questo evento importante sia accaduto lontano da casa fa comprendere che è davvero pronta a costruirsi pian piano le ali per volare nel mondo.

Quando sono andata a prenderla a scuola mi è corsa addosso facendomi vedere nella sua manina il dentino che teneva stretto stretto e vedendo la sua gioia non sono riuscita a trattenere un urlo di pura euforia.

Il pomeriggio eravamo da amici e il racconto del dentino staccato da parte della mia bimba a tutti è stato talmente sentito che si è deciso di fare una torta con una candelina e di cantare “Tanti Auguri” al dente!

La sera poi ha riposto nella sua scatolina rossa (tanto maneggiata in questi giorni!) il dentino e lo ha posizionato sotto il suo cuscino. Sapeva che nella notte sarebbe arrivata Sant’Apollonia, la santa dei denti, che sapendo del suo dentino sarebbe scesa tra di noi con le vesti di una fata e avrebbe trasformato il dentino in qualcosa di magico.

scatolina

Non appena addormentata io ed il suo papà abbiamo aperto la scatolina e preso il dente: era minuscolo ma il suo potere era maestoso. Che difficile lasciarlo andare e non conservarlo!!! Abbiamo deciso di uscire sotto la notte stellata con una candela e di sotterrarlo sotto la nostra rosa che già ospita entrambi i monconi ombelicali dei nostri bimbi. E’ stato un rito bellissimo e profondo!

rosa

La mattina la piccola grande donna si è svegliata tutta contenta e appena ha aperto la sua scatolina ha trovato uno spago e un ciondolo rosa e bianco, il suo dentino si è davvero trasformato!!! 🙂

collana1

Abbiamo deciso di farle trovare per ogni dente caduto d’ora in poi una pietrina o una perlina da aggiungere a quel ciondolo in modo da avere da grande la sua collana dei dentini trasformati!

La magia di questi momenti è irripetibile e ringrazio i miei bambini di farmela vivere in modo così intenso…

Elena Bernabè