Come riciclare un lettino da bambini, 5 idee fai da te per recuperare creativamente questo mobile che molto spesso, salvo nuove nascite, finisce nel dimenticatoio, soprattutto se sono molto vecchi e difficilmente utilizzabili da altre famiglie. Peccato disfarsene senza concedergli almeno una possibilità, i lettini più che mai si prestano all’upcycling trasformandosi all’occorrenza in complementi d’arredo e mobili originali. Se la rete si tramuta in cornice per le foto, le doghe in legno diventano portariviste creativi. E per i più intraprendenti, l’intero lettino assume le sembianze di una scrivania, di un divanetto o di un simpatico carrello per i giochi. Le idee fai da te sono tante, manca solo il tuo contributo creativo. Che ne dici di metterti alla prova?

1) Scrivania

riciclare-lettino-da-bambini-scrivania

Uno dei principali acquisti in vista dell’arrivo della cicogna è il classico lettino con sponde. Mobile che torna utile fino a una certa età e a volte anche meno, i bimbi spesso preferiscono il lettone e convincerli a lasciarlo, come ben sanno i genitori, non è impresa da poco. In queste circostanze che fare del lettino? Porlo da parte in attesa di un nuovo bebè è la soluzione più scontata ma il rischio di non sfruttarlo mai è elevatissimo. A meno che il tuo calendario non preveda nuove nascite a breve termine, rivisitarlo in chiave creativa è senz’altro la soluzione migliore.

Se vuoi recuperarlo nella sua interezza trasformalo in scrivania. In che modo? E’ sufficiente rimuovere la sponda frontale e inserirla orizzontalmente nella parte centrale del lettino fissandola con colla per legno, viti o fascette di plastica trasparenti. La sponda farà da ripiano. Sopra al lettino dovrai aggiungere un ripiano in vetro su misura, fissandolo con collante apposito. Semplice vero?

2) Portariviste

riciclare-il-lettino-da-bambini

Le sponde del lettino sembrano fatte apposta per trasformarsi in portariviste. Non ci credi? Ricorda, è l’occhio a fare la differenza nel riciclo creativo, abituati a guardare le cose da un punto di vista diverso e in breve tempo riuscirai a scovare idee praticamente ovunque. Pensaci, le stecche delle classiche sponde da lettino, di qualunque materiale, si prestano meravigliosamente ad accogliere le riviste. Basta rimuovere una delle sponde, appoggiarla verticalmente alla parete e sistemare sulle stecche i giornali.

3) Portasciugamani

porta_asciugamani_fai_da_te_2

Medesima logica per il portasciugamani ma in questo caso le singole stecche della sponda o dei lati ospiteranno soffici teli da bagno anziché riviste, basta togliere poche stecche per creare dello spazio maggiore. Se vuoi conferirgli personalità, leviga la sponda con carta vetrata a grana fine, verniciala con una tonalità a scelta oppure sbizzarrisci la fantasia con una palette cromatica ispirata all’arcobaleno, tingendo ogni stecca di un colore diverso. Lascia asciugare la sponda, passa una mano di protettivo trasparente e sistemala in bagno in posizione verticale contro la parete.

3) Divanetto

Scommetto che l’idea non ti era mai balenata in mente e forse ti sembrerà un tantino azzardata, ma credimi, il vecchio lettino in disuso può diventare un divanetto di tutto rispetto! Perfetto per arredare il balcone o il giardino in vista delle calde giornate estive, durante le quali sarà un piacere trascorrere le serate all’aria aperta. In questo caso il vantaggio è duplice: risparmierai parecchio e godrai della soddisfazione di averlo costruito con le tue mani. Non ti ritieni all’altezza del progetto? Segui i nostri consigli, è più facile del previsto.

Prendi il lettino, rimuovi la sponda frontale, levigalo bene con carta vetrata, vernicialo di un colore a scelta. Vi consigliamo di rinforzare la seduta oppure di sostituirla con assi più resistenti. Nel frattempo rivesti il materassino in dotazione con stoffa colorata o neutra, se non sei abile con ago e filo chiedi aiuto a una sarta. Sistema il materasso sul lettino, aggiungi qualche cuscinone in tinta a mo’ di schienale, ora goditi il tuo divano di riciclo.

4) Rete

riciclare-rete-materasso
E che dire della rete? Se credi sia irrimediabilmente priva di speranze (creative) ti sbagli. Non devi nemmeno manipolarla ma dotarla esclusivamente di due gancetti sul retro per poterla appendere alla parete. A quale scopo? Esporre in bellavista le tue foto preferite appendendole con simpatiche mollettine di legno in tinta neutra o dalle nuance vivaci. Eccola rivivere sotto forma di cornice fai da te innegabilmente vintage. Oppure la potete utilizzare come un utile porta tutto vicino alla vostra scrivania.

Laura De Rosa

www.laforestaincantatadesign.com