Che bello avere un orto dove attingere per le erbette profumate e fresche, la cucina diventa subito più saporita e più salutare, spesso basta un pizzico di erba cipollina per insaporire una frittata oppure un po’ di timo per profumare una minestra, ma purtroppo non sempre si ha lo spazio a disposizione per ricreare un orticello in casa o sul terrazzo; per questo motivo vanno molto di moda i giardini verticali, ma oggi ve ne voglio proporre uno davvero semplice da realizzare con le bottiglie di plastica.

L’idea è del professore di botanica belga Willem Van Cotthem, vi occorreranno diverse bottiglie di plastica, fascette fermacavi, forbici, taglierio, terriccio, semi o piantine e acqua.

Per prima cosa tagliate il fondo di ogni bottiglia poi in una praticate dei fori (4 bastano) appena sotto il tappo aiutandovi con le forbici, questi fori serviranno da drenaggio per l’acqua in eccesso mentre per il sistema di annaffiatura a cascata sarà il collo della bottiglia a fare il resto.

l'orto a torre riciclato12

l'orto a torre riciclato13

Ora riempite la prima bottiglia col terriccio e compattatelo abbastanza bene, fissate con le fascette fermacavo la bottiglia ad un supporto che può essere una grata, una ringhiera o anche il tubo della grondaia.

l'orto a torre riciclato15

Ricordatevi che la prima bottiglia dovrà avere il tappo mentre nelle successive dovrete toglierlo.

Ora riempite anche le altre bottiglie con il terriccio e infilatele una dentro l’altra ben pressate in modo da creare una torre (per un miglior risultato sarebbe meglio che le bottiglie fossero tutte uguali) e infilatele dentro la bottiglia già fissata in posizione e sempre con le fascette fissate anche queste.

l'orto a torre riciclato17

Una volta che la torre di bottiglie avrà raggiunto l’altezza ideale per voi, prendete altre due bottiglie una tagliata a metà e l’altra a cui avrete tagliato solo il fondo, inserite quella più corta ben pressata nel terriccio dell’ultima bottiglia con la terra (mi raccomando ricordatevi di togliere tutti i tappi che potrete riciclare o fare la raccolta tappi) e al suo interno andate a sistemarci l’ultima bottiglia alla quale avrete lasciato il tappo ma sul quale avrete creato un foro.

l'orto a torre riciclato2

l'orto a torre riciclato8

l'orto a torre riciclato10

Questo trucchetto servirà a creare un serbatoio per annaffiare comodamente il vostro orticello.

l'orto a torre riciclato9

Ora con il taglierino praticate tre taglietti al centro delle bottiglie e piegate in fuori la plastica in modo da esporre la terra come da una finestrella, non tagliate tutta la plastica ma lasciate che una parte rimanga aperta, servirà per sostenere la pianta.

l'orto a torre riciclato4

Scavate un po’ la terra e inserite i semi o la piantina.

l'orto a torre riciclato11

In questo giardino potrete piantare tantissime erbe profumate come timo, prezzemolo, basilico, erba cipollina, maggiorana, salvia (il rosmarino ha bisogno di più terra e non crescerebbe), ma anche fiori o ortaggi come la lattuga e sedano o frutti come le fragole, perfette quelle pendenti.Potete anche metterci piantine grasse o piante verdi ornamentali sia pendenti che rampicanti per creare un pergolato originalissimo!

l'orto a torre riciclato6

Per realizzare questo giardino a torre potete usare anche dei secchielli tipo quelli dello yogurt, fate dei fori sul fondo e procedete nello stesso modo, più i contenitori saranno grandi più le piante che potrete inserire saranno grandi.

l'orto a torre riciclato1

Tenete presente che questo tipo di giardino è perenne, nel senso che le piantine stagionali morte forniranno il concime per altre piante per l’anno successivo, e ricordate di inserire un sottovaso al fondo della torre per raccogliere l’acqua in eccesso!

Più foto le potete trovare sul profilo Facebook di Van Cotthem.

Valeria Bonora
http://valeria742.wix.com/valeriabonora