orso

L’orso è un mammifero plantigrado (cioè che appoggia completamente la pianta del piede in terra per camminare), un animale grande e fiero con una pelliccia folta. Ha grossi denti e grossi artigli che usa per scavare e strappare, un buon senso dell’odorato e dell’udito col quale sta allerta ad ogni minimo movimento nel bosco attorno a se.

L’orso è un animale solitario, gli piace girare di notte, è schivo e diffidente, e non è facile incontrarlo, nonostante siano evidenti i segni del suo passaggio, come peli, impronte, graffi e feci. All’orso non piace fare rumore, vocalizza solo in rare occasioni.

orso bianco

Ci sono varie specie di orsi, possono vivere nelle foreste o sulle banchise di ghiaccio, li troviamo ai tropici e nell’artico, mangiano di tutto dalla carne alle bacche, sono golosi e non disdegnano pesce o licheni.

Ci sono il grizzly (orso grigio), l’orso bruno, l’orso polare e il panda con tutte le loro sottospecie, sono ottimi cacciatori e pescatori, sono pericolosi per l’uomo se si sentono minacciati in qualche modo, se vedono il loro territorio invaso. La loro vita può durare fino a 40 anni.

Gli orsi non vanno in letargo, ma nelle regioni più fredde, durante la stagione invernale, cadono in uno stato di sonno profondo e prolungato ma che non impedisce loro di vigilare, partorire e curarsi dei cuccioli. 

cucciolo di orso bruno

In Italia c’è l’orso bruno il quale non è pericoloso se non in rare e particolari condizioni:

• esemplari feriti
• femmine con i cuccioli
• esemplari sorpresi su carcasse o altre fonti di cibo
• esemplari sorpresi all’improvviso, spaventati
• esemplari disturbati in tana
• esemplari molto confidenti con l’uomo.

Lo possiamo trovare nelle Alpi Centrali, con nucleo centrale nel Trentino occidentale, nel Tarvisiano e zone di confine tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, e nell’Appennino centrale.

Ci sono storie di uomini e orsi  come ad esempio l’addestratore di animali Mark che vive con Agee, un esemplare di orso polare femmina di 16 anni che pesa 363 chili. Vivono ad Abbotsford, in Canada, dove lui e sua moglie hanno creato un recinto apposta per lei. Mark lavora con gli orsi da tutta la vita e sa quando è ora di allontanarsi:

“Dawn e io siamo i soli che possiamo avvicinarci a lei, ma anche noi dobbiamo rispettare delle regole. Lavoro con gli orsi polari da quarant’anni e ormai ho imparato a leggerne il linguaggio del corpo per questo riesco ad avere un comportamento che non mette a repentaglio la mia vita” 

Mark e Agee

L’orsa Agee è con la sua famiglia umana da quando aveva 8 settimane, ha vissuto in casa con loro, ha partecipato a documentari televisivi, Mark tiene viva la sua natura di orsa facendo con lei ogni giorno quello che farebbe in natura, cosa che non ha mai fatto e che non potrebbe fare visto che è ormai “addomesticata“. Come tutti gli orsi ha un suo carattere particolare, è intelligente e furba. La moglie di Mark, Dawn, ha raccontato che:

“E’ gelosissima delle donne che parlano con Mark, si spazientisce e comincia a ruggire. Mentre io posso abbracciarlo e baciarlo davanti a lei che ci guarda e assume un’espressione incredibile: sembra che sorrida”.

Poi c’è la storia di Casey e Brutus. Casey Anderson è un famoso naturalista originario del Montana mentre Brutus era un cucciolo di grizzly nato in un parco naturale sovrappopolato, dove sarebbe stato soppresso per eutanasia.

orso e uomo

L’orso si è dimostrato subito molto dotato, intelligente ed espansivo, molto sociale, forse troppo. Per Casey è un grande amico, uno di quelli che si portano anche al matrimonio.. ed è proprio quello che ha fatto. Inoltre con Brutus, Casey ha girato dei documentari importanti per raccontare la vita degli orsi grizzly dello Yellowstone.

C’è anche la storia di Sulo Karjalainen, un uomo finlandese che ha vissuto nei boschi sin da piccolo, e sempre vicino agli animali. Un uomo che passa la vita a soccorrere gli animali che hanno bisogno, che hanno subito incidenti. Li accudisce finché non si rimettono in sesto, e se non possono essere riportati a vivere nella foresta, li tiene con se.

Sulo l'uomo orso

Nel suo centro ci sono tanti predatori tra cui anche orsi e il più grosso di loro è Juuso, un orso enorme che rimase orfano da cucciolo.

E ci sono tantissime altre storie di orsi e uomini che vivono insieme, o per lo meno in armonia.

Daniza, l’orsa del Trentino uccisa da una dose di anestetico, è stata vittima dell’ignoranza, della superficialità dell’uomo che si è sentito minacciato da un animale come lei e ha cercato di proteggere la “sua” specie a scapito di un’altra, invece di provare a convivere rispettando i ruoli e gli spazi.

PREGHIERA PER MIO FRATELLO ORSO

indiani d'America e orso

O Grande Spirito, Tu che tutti ascolti, Ti prego per Mio Fratello, l’Orso.
Fa che la luce brilli nelle sue notti da bambino: in questo modo lui si ricorderà sempre del calore di sua Madre.
Fa che il suo coraggio sia continuamente rinnovato dai fiori dei boschi: in questo modo potrà muoversi fra loro senza pena.
Dona alle sue gambe potenza e destrezza: in questo modo lo faranno sempre correre in libertà.
Fa diventare più acuto il suo udito e il suo olfatto: in questo modo fiuterà ogni pericolo.
Fa che tutti gli uomini, che amano la bellezza e la forza, lo seguano nel suo cammino: in questo modo l’Orso non perderà la strada e ritroverà la sua tana.
Fa che tutti gli esseri umani amino la vita e rispettino quella degli altri: in questo modo nessuno dovrà dispiacersi dei propri errori.
Infine, fa che il mio selvaggio Fratello Orso viva per sempre libero, finchè il sole risplende nel cielo.
Questa è la mia preghiera o Grande Spirito, per il mio
Fratello Orso.

Chief Dan George (24 luglio 1899 – 23 settembre 1981)