Anteprima
Notizie
Primo piano

L'urina sarà il carburante del futuro, addio al caro benzina!

Di Luigia - 18 Novembre 2013


Avete mai immaginato di far andare le vostre macchine, imbarcazioni, per accendere computer, elettrodomestici e tanto altro ancora utilizzando la pipì? Ebbene non state solo immaginando, perchè questa sarà la soluzione del futuro. L’innovazione ecologica, già sperimentata in altre parti del mondo, arriva dalla Sardegna e può condurre a risparmi anche dell’80%.
Dunque a quanto pare grazie all’urina, si potrà risparmiare sul caro prezzo della benzina e gasolio. Questa geniale idea non è nuova, infatti, è stata sperimentata già in altre zone del Pianeta, ma fino ad ora nessuno l’aveva ancora progettata e resa quindi possibile. Colui che ha voluto riaprire la questione si chiama Franco Lisci, imprenditore di Gonnosfanadiga, che ha lavorato allo sviluppo di un progetto per ricavare energia dalla “pipì”, molto utile per attivare il processo di elettrolisi.
L’uso dell’urina come additivo, permetterebbe l’abbassamento di Co2 nell’atmosfera e quindi un aiuto fortuito e necessario per la salvaguardia dell’ambiente e della nostra salute. La proposta è stata presentata ad Alghero in occasione di un convegno-mostra di Legambiente sulle innovazioni verdi. Queste a seguire le dichiarazioni di Franco Lisci rilasciate durante il convegno.

Si tratta di un’energia ricavata da sé stessi, pulita, senza impiego di petrolchimici o biomasse, che non produce gas di alcun tipo e, considerate le minime dimensioni dell’impianto, non consuma praticamente il suolo“. Lisci ha poi voluto aggiungere: “l’energia prodotta dall’impianto a urina è adatta non solo per i consumi domestici ma anche per i motori di automobili, camion e barche che potrebbero usare il 100% di urina pura al posto della benzina e di altri carburanti. Tuttavia per lo Stato italiano questo uso è illegale, mentre è consentito l’uso di additivi. Abbiamo quindi realizzato dei trasformatori che consentono di usare nel motore delle automobili l’urina come additivo“.
Franco Lisci sostiene inoltre che i risultati sono molto incoraggianti e la coordinatrice di Casa Verde Co2, Daniela Ducato, ha dichiarato: “su un’auto a benzina c’è un risparmio del 35%, su un’auto a gasolio del 60%, su auto a gas dell’80%. Un’imbarcazione o un peschereccio possono così risparmiare fino al 65% di gasolio. E questo ciclo produttivo sostenibile non produce scarti. Alla fine del processo l’urina si trasforma in acqua di pozzo, acqua ricca di sostanze utili a nutrire la terra“.
Si tratta dunque di una bellissima idea che tutti noi speriamo vada in porto per la salvezza del nostro Pianeta.
 





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)