Archivio : agosto, 2016

Igiene e pulizia nelle diverse società: quando rivelano la paura di perdere il controllo

Qualche giorno fa mi sono imbattuta nel post di un’amica riguardante l’importanza che noi mamme attribuiamo all’igiene dei bambini e come la viviamo/gestiamo nella quotidianità. Questo post mi ha indotto una riflessione sull’argomento che, a mio parere, trascende i confini della dimensione privata. Difatti il modo di vivere e considerare l’igiene cambia di paese in paese riflettendo differenze di mentalità e stile di vita.

Scrivere a Mano: Perché è Così Importante

Ho letto una cosa che mi ha allarmato parecchio, pare che in 45 Stati Americani non sia più previsto l’insegnamento e quindi la padronanza della calligrafia corsiva mentre invece si richiede la competenza ad utilizzare la tastiera alla fine della scuola primaria e precisamente dal terzo anno della primaria, con l’aiuto e il sostegno di un adulto, l’allievo utilizza la tecnologia per produrre e pubblicare propri scritti (in questo modo si sviluppa la sua competenza a servirsi della tastiera) come pure per interagire e lavorare con gli altri e quindi la scrittura a mano, in corsivo, viene perduta per sempre.

Scrivere a Mano

Laghi più belli d’Italia: le mete da non perdere

Le vacanze estive sono al termine ma un weekend di relax è ancora fattibile e il lago, con le sue atmosfere magiche e suggestive, è una meta ideale per una giornata suggestiva. L’Italia è costellata di laghi grandi e piccini e noi ne abbiamo selezionati alcuni tra i più belli per un tour vacanziero last minute.

Lago di Monticolo, Alto Adige

lago-monticolo

weinstrasse

Questo lago situato in Alto Adige è in un bosco di conifere e latifoglie è molto amato dai turisti e al tempo stesso tranquillo. E’ quindi la meta ideale per chi cerca una vacanza rilassante, durante la quale sorseggiare anche del buon vino, difatti intorno vi sono innumerevoli vigneti, o immergersi nella natura incontaminata.

La dieta del perdono

Ho un’amico che sta da cercando, da tanto tempo, un posto che lo faccia “sentire a casa”.
Sono certa che la sua ricerca finirà nel momento esatto in cui riuscirà a perdonare chi abitava con lui nella sua casa d’origine.

Adroterapia: la forma avanzata di radioterapia per trattare i tumori non operabili e “radio resistenti”

Per trattare i tumori non operabili e resistenti ai tradizionali trattamenti radioterapici è disponibile anche in Italia l’adroterapia, non una terapia sperimentale ma una forma avanzata ed evoluta di radioterapia, necessaria in tutti quei casi in cui quest’ultima si rivela inefficace.

Raggi X ed elettroni sono le armi a disposizione della radioterapia convenzionale, ancora oggi utilizzata per il trattamento del 50% dei malati oncologici. L’adroterapia ricorre invece principalmente all’uso di protoni o ioni carbonio, particelle atomiche (note come “adroni”) che si rivelano più pesanti e dotate di maggiore energia rispetto agli elettroni, capaci dunque di agire con maggior efficacia e precisione nel trattamento dei tumori.

Scuola: consigli per una scelta consapevole

back to school

Tempo di preparativi, le porte delle scuole si sono aperte a pulizie, organizzazione degli spazi, aria di progetti da approvare, da abbracciare e portare avanti per un anno intero. E ci sono i bambini… Quelle persone meravigliose, basse, che camminano un po’ incerte tra i corridoi, con due occhioni pieni di gioia e speranza.

bimbi

Gli ultimi fatti di cronaca mi spingono a fare un appello ai genitori.

Strumenti Musicali Fai Da Te Per Stimolare Il Bambino

Ecco dei giochi divertenti da fare insieme ai vostri figli per creare una star della musica!!

L’importanza della musica nello sviluppo del bambino va ad incidere sul benessere da un punto di vista emotivo, sociale, linguistico e motorio.

Da vari studi sembra emergere il fatto che la musica vada ad aumentare quelle che sono le connessioni cerebrali, i collegamenti tra i neuroni e l’incontro tra i bambini ed uno strumento musicale, e quindi il suonare, può favorire un arricchimento dei circuiti cerebrali, questo dovuto al fatto che molte parti del cervello sono coinvolte: infatti il suonare uno strumento coinvolge l’emisfero destro, parti di quello sinistro e le regioni sottocorticali, mentre il riconoscimento di una musica avviene nell’ippocampo, il centro della memoria e nella corteccia frontale inferiore.

Simbologia dell’occhio: cosa significa nelle diverse culture e tradizioni

Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima ma personalmente non mi era mai capitato di sperimentarlo. Il significato dell’espressione è semplice, sta infatti ad indicare che il nostro sguardo è in grado di riflettere stati d’animo e sentimenti e che guardando negli occhi qualcuno possiamo percepirli. Non mi era mai capitato finché un giorno ho sperimentato una sensazione di profonda connessione attraverso lo sguardo. Pur non scambiando una parola con la persona che avevo di fronte, percepivo ciò che sentiva, come se mi stesse parlando su un altro livello, con un linguaggio che non necessitava di essere verbalizzato.

Origini e Significato del Simbolo dell’Infinito

C’è un concetto che corrompe e altera tutti gli altri. Non parlo del Male, il cui limitato impero è l’etica; parlo dell’Infinito.
~ Jorge Luis Borges

Ci sono diverse teorie sulla nascita del simbolo dell’infinito (∞ – lemniscata), un simbolo matematico usato per la prima volta da John Wallis nel 1655, il quale lo scelse per identificare un numero grandissimo proprio perché quei due occhielli possono essere percorsi senza fine. Un’altra teoria nasce dal fatto che M, il numero romano che indica 1000 (quindi una quantità molto grande), veniva a volte scritto come CIƆ, oppure venne scelto come deformazione delle prime due lettere della parola latina uguale (aequalis) perché all’inizio veniva usato per indicare l’uguaglianza.

La Baraggia: una riserva naturale tra paesaggi africani e l’edera fiorita

Quando ho pensato ad alcune mete per gite domenicali in luoghi che offrissero un qualcosa di magico ho subito pensato alla Baraggia, una steppa semi desolata ma non desolante nel Biellese.

baraggia-boschi

Ricca di querce secolari divise nel tronco da figli nati prepotentemente, betulle che si piegano al vento, felci verdissime e rigogliose. E nel paesaggio si intravedono alberi colpiti da chissà quale dolore… nudi, spezzati, senza vita. Colpiti dall’estraneo fulmine o dall’interno da piccole termiti che si nutrono di loro… Che si trasformano però in affascinanti tende per gli indiani di passaggio, ponti traballanti per sfidare i coccodrilli, rifugi per animali feriti, terreno fertile per storie su orsi bruni che si arrampicano su di loro togliendogli il manto di corteggia. La Baraggia come terra d’Africa in un’Italia lontana, che in stagione estiva si può fingere di aspettare un leone appostato nella savana pronto ad un agguato, avvistare da lontano colli lunghi che brucano dagli alberi più alti, proboscidi che si muovono morbide al vento.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655