Archivio : aprile, 2013

Le 10 immagini più commoventi del web

Queste 10 immagini stringono il cuore…

Un vigile del fuoco da da bere ad un koala durante il Sabato Nero, dove un incendio ha devastato i boschi di Victoria in Australia nel 2009

Ho dovuto dire addio al mio amico quattordicenne oggi. Ti amo Soph. Sentirò la tua mancanza.

Un uomo singhiozzante al rifugio per animali. Dopo essere stato incarcerato per un breve periodo, il suo cane è stato messo sotto sequestro e lui non poteva permettersi i 400$ per riavere indietro il suo amico.

Borsa di acqua calda cancerogena: maxisequestro in tutta Italia

Il prodotto sotto accusa si chiama ‘Caldo cuscino’, è una borsa d’acqua calda elettrica. La sua vendita è stata proibita dalla Guardia di Finanza di Bari e bandita dal Ministero.

Sono stati ritirati circa 25000 articoli in tutto il territorio nazionale.

Il Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Bari ha rilevato nel prodotto «quantità significative di idrocarburi alifatici, idrocarburi aromatici ed idrocarburiclorurati» e di conseguenza ne ha evidenziato il rischio cancerogeno per possibile esposizione inalatoria.

Il pericoloso articolo è importato dalla Cina e commercializzato in Italia dalla società Euronovità S.r.l. di Noci (Bari): il rappresentante legale dell’azienda è stato denunciato.

Belen accusata per la pubblicizzazione del biberon

Sul settimanale Chi è recentemente uscito un articolo sulla showgirl Belén Rodriguez. Insieme all’articolo vi è anche una foto che ritrae la neomamma mentre acquista in farmacia biberon e latte in polvere.

I pediatri della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) denunciano le fotografie del settimanale perchè rappresentano una vera e propria pubblicità occulta che spingono le mamme che leggono l’articolo verso modalità non naturali di nutrizione.

Questa la dichiarazione del dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente della SIPPS: “Noi pediatri della SIPPS  intendiamo denunciare ogni pubblicità occulta di latte artificiale, biberon e tettarelle soprattutto quando sfrutta immagini di personaggi di grande visibilità mediatica per dare messaggi gravemente fuorvianti come l’utilizzo di latte artificiale a discapito del latte materno”.

No alla violenza sulle donne: la prima campagna in Arabia Saudita

In Arabia Saudita è finalmente partita la prima campagna contro i maltrattamenti femminili. Un piccolo ma significativo passo in un paese dove le donne continuano a subire forti discriminazioni e dove i loro diritti vengono spesso calpestati.

Pensate che un proverbio saudito recita “Una ragazza non possiede altro che il suo velo e la sua tomba”.

Sta di fatto che questa prima sensibilizzazione contro la violenza sulla donna è un bel segnale sia per le donne stesse che per gli uomini. La campagna è finanziata da una associazione che protegge donne e bambini dai maltrattamenti subiti.

Il cane che cambia il pannolino [video]

Si sa i cani sono i migliori amici dell’uomo, ed Orca è un golden retriever che oltre a fare da amica, si rende anche utile in casa.

Da quando in casa è arrivato un neonato lei si è trasformata in una perfetta baby-sitter.

E la sua padrona Cheryl Alexander ha proprio bisogno di una mano con la sua piccola Lily, perchè è una mamma disabile e le basta dire solo una parola per far sì che il cane recuperi la stuoia, le salviette umidificate e un pannolino nuovo riuscendo anche a gettare quello vecchio.

 

 

L’uomo che spara al cane [video]

Quest’uomo è davvero un bruto, prima fa fare al suo cane un sacco di peripezie e poi come niente fosse gli spara… dritto al cuore, una vera esecuzione.

 

 

Ci siete cascati vero? No non si tratta di violenza sugli animali ma semplicemente di un cagnolino che si sente una diva di Hollywood. Un vero cane attore (n.d.r. da non confondersi con un attore cane) che dopo aver dimostrato le sue abilità di grande esibizionista, si cimenta in una scena tragica dove inscena la propria morte dopo uno sparo. Fantastico attore davvero guardatelo!!

 

Mangiarsi le “caccole” del naso migliora la salute

L’abitudine di far pulizia all’interno dei nostri nasi e di cibarsi delle così dette “caccole” è diffusa tra i bambini e anche tra qualche adulto.

E’ una pratica diffusa e sembra anche istintiva: proprio per questa sua caratteristica nasconderebbe un significato.

Secondo gli scienziati canadesi dell’Università di Saskatchewan  è un modo naturale per rendere più forte il nostro sistema immunitario.

La mucosa nasale intrappola germi, batteri e anche virus pericolosi per la nostra salute e impedisce ad essi di giungere ai polmoni. Se mangiamo quanto prodotto dalla mucosa, l’esposizione a questi micro-organismo potrebbe davvero aiutarci a creare l’immunità. E’ come se creassimo una sorte di vaccinazione naturale!

Trentino: polemiche per le fotografie contro l’omofobia

Le associazioni Arcigay ed Arcilesbica del Trentino hanno creato un evento contro l’omofobia: una settimana di sensibilizzazione che va dal 12 al 19 maggio 2013. L’evento mira a celebrare la Giornata Internazionale contro l’omofobia e la transfobia che cade il 17 maggio di ogni anno.

Ciò che ha suscitato diverse polemiche è la campagna per il lancio dell’iniziativa: due locandine con due uomini e due donne che si baciano vestiti con i tradizionali abiti trentini. Sembra che non sia il bacio in sè tra due persone dello stesso sesso a creare scalpore ma il ricondurre il bacio al corpo paramilitare tirolese.

Educare è… [Video]

Si è tenuto a Padova il 16 Marzo di quest’anno il Galá Internazionale di EducazioneA scuola con amore“.

Di seguito lo splendido video di presentazione dell’evento.

 

Un video che spiega cosa significa educare attraverso gli occhi, attraverso la scoperta dello sguardo. Educare è insegnare a vedere, vedere con gli occhi della mente e interrogare la vita.

Educare è insegnare a pensare, immaginare quello che non esiste.

La scuola che insegnerebbe ad integrare caos e controllo, imprevedibilità e certezza, diventerebbe un ambiente educativo pregnante e  uno spazio simbolico in cui costruire significati. Una scuola che alleni a pensare e ad abitare questo tempo e quello che verrà.

Il vino provoca il cancro. Bisogna scriverlo sulle etichette!

Il rapporto tra vino e tumori è ormai sicuro. E’ ciò che sostiene il professore Gianni Testino, vice presidente nazionale della Società italiana di alcologia (Sia), Coordinatore del Centro Oncologico della Regione Liguria e Direttore dell’Unità operativa Alcologia dell’Istituto Scientifico per la Ricerca sul Cancro dell’Ospedale San Martino di Genova.

Egli insieme all’Associazione nazionale utenti di servizi pubblici (Assoutenti) e allo studio di avvocati “Conte e Giacomini” di Genova, sta lottando per far inserire sulle etichette delle bevande alcoliche sia della dicitura “favorisce il cancro” sia l’indicazione degli ingredienti che compongono la bevanda.

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail

SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2018 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655