L’Antitrust ha multato la famosa compagnia area Ryanair a causa di “scorrette modalità di rappresentazione ai consumatori del prezzo dei biglietti aerei”.

Capitava, infatti, di essere invogliati ad acquistare un biglietto aereo low-cost proprio per il suo prezzo economico. Poi, però, una volta arrivati al momento del pagamento ed inserite le credenziali della carta di credito, il prezzo aumentava.

Sotto accusa la ‘tassa’ per l’utilizzo della carta di credito: un vero e proprio aumento del prezzo del biglietto acquistato on line. La tassa era prevista per l’utilizzo di molte carte di credito come Ryanair Mastercard, Ryanair Visa, Voucher prepagato 3V Visa, Master Card e Visa ed era pari al 2% del prezzo dichiarato nel sito web.

I consumatori si sono lamentati e l’Antitrust ha agito multando, giustamente, la compagnia aerea.

I prezzi dei biglietti aerei devono essere chiari e trasparenti affinchè il consumatore possa decidere o meno per l’acquisto degli stessi. Omettere il 2% di un prezzo è un modo per ingannare il cliente e “convincerlo” ad acquistare.

Fonte: Repubblica.it

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente