Nel mondo muore un bambino ogni 5 secondi

La Fao, nel rapporto ‘Sofi 2012‘ sulla fame nel mondo redatto con Ifad e Pam evidenzia, sulla base di stime riviste dal ’90, che sono 870 milioni complessivamente le persone denutrite nel mondo.

I dati per quanto siano sconcertanti, stanno migliorando e fanno sperare in un dimezzamento delle persone che soffrono la fame entro il 2015.

La cosa peggiore però è che in tutto il mondo circa 200 milione di bambini sotto i 5 anni soffrono di malnutrizione e c’è un caso su tre di mortalità infantile.

E mentre tutti questi bambini muoiono di fame, 1,3 miliardi di tonnellate, delle quali ben 17 milioni solo in Italia, di cibo viene sprecato ogni anno, a dare l’allarme è il rapporto ”With-out. Fame e sprechi: il paradosso della scarsita’ nell’abbondanza” di Save the Children che è stato presentato oggi a Roma.

Dai dati riportati dall’associazione internazionale emerge che il tasso di bambini malnutriti nei paesi in via di sviluppo e’ cresciuto dell’1,2% e che nel mondo 171 milioni di bambini soffrano di malnutrizione cronica, 60 milioni di loro vivono in Africa.

Anche un altro dato allarmante emerge dal rapporto, l’80% dei bambini gravemente malnutriti nel mondo ”si concentra in 20 paesi. La maggior parte di essi sono anche i paesi con un alto tasso di mortalita’ infantile come Sierra Leone (185 bambini morti ogni 1.000 nati vivi), Somalia (180) e Mali (176)”.

Nel mondo ogni 5 secondi muore un bambino e ogni anno quasi 7 milioni di bambini muoiono prima di aver compiuto i 5 anni per cause facilmente prevenibili e curabili, come  la malaria, la diarrea o la polmonite: 51 ogni mille nuovi nati muore, 1 ogni 5 secondi muore, quasi 19 mila ogni giorno muoiono.

Save the Children ha lanciato la campagna “Every one” per fermare le “morti assurde” dei bambini nel mondo e “raggiungere con interventi di salute e nutrizione milioni di bambini e donne nei paesi poveri“. Il simbolo che ha scelto è un palloncino rosso con la scritta ”Save me” e lo slogan `Non lasciamoli andare´che ”rappresenta simbolicamente milioni di bambini che ognuno puo’ contribuire a tenere in vita”.

A Roma all’evento ufficiale di lancio di Every One hanno partecipato 100 bambini delle scuole primarie I.C. Palombini e I.C. Via dell’Archeologia insieme ai calciatori dell’ACF Fiorentina e alcuni dei testimonial dell’organizzazione. Da piazza del Campidoglio è iniziato il viaggio del Palloncino rosso, dopo Roma toccherà a Venezia (l’11 ottobre), Trieste (13-14), Napoli (14), Trento (16) Milano (18), Torino (19), Genova (22), Bologna (24), Pisa (25), Firenze (26), Cagliari (26), Palermo (29), Catanzaro (31), Melfi (5 novembre), Bari (7), L’Aquila (9), Perugia (10).

Save the Children incontrerà i bambini delle scuole e proporra’ loro il ”Salvagioco”, una serie di attivita’ ludico educative sui temi dell’urgenza, della malnutrizione e degli sprechi. Dal 15 ottobre all’11 novembre sara’ inoltre attivo il numero solidale 45507 per donazioni a favore della campagna. 

Ma non dimentichiamoci degli sprechi il cui valore economico mondiale e’ stimato in mille miliardi di dollari l’anno. In Europa – sempre dal rapporto di Save the Children – finiscono tra i rifiuti ”89 milioni di tonnellate di prodotti alimentari, cioe’ un quantitativo di cibo pari a 89 volte quello destinato agli aiuti internazionali. Nella sola Italia le perdite e gli sprechi di cibo lungo tutta la filiera ammontano a 17 milioni di tonnellate, pari a un valore di 11 miliardi di euro: lo 0,7% del Pil. Il valore economico medio per famiglia del cibo che si perde in fase di consumo nel nostro Paese e’ tra i 350 e i 454 euro l’anno”. Una somma, quest’ultima, osserva Save the Children, ”che corrisponde a quanto sarebbe necessario per garantire il trattamento d’emergenza per la cura di 5 bambini gravemente malnutriti”.

A questo indirizzo trovate tutte le info relative al rapporto di Save the Children
http://www.savethechildren.it

Il video di Save the Children

Segui il palloncino rosso su Facebook

 

 

 

 

Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente

Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser

Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 09/10/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655