E’ stata terribile la caduta che c’è stata al Palio di Siena, coinvolti cavalli e fantini, un cavallo è stato operato d’urgenza per ridurre una grave frattura alla prima falange dell’arto anteriore sinistro e quattro fantini sono finiti all’ospedale. L’ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, fondatrice della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, commenta la caduta a catena con queste parole:”L’ennesima dimostrazione che il Palio e’ e resta una corsa pericolosa, per i cavalli e per i fantini, Le immagini di questa caduta che avranno gia’ fatto il giro del mondo in rete, non onorano il nostro Paese e non rendono giustizia ai milioni di italiani che amano gli animali e vogliono vedere rispettati i loro diritti. Sono fiera di aver contribuito, da ministro, ad escludere il Palio di Siena dal riconoscimento ”Patrimonio d’Italia”, cosi’ come dalle candidature nazionali all’Unesco. Il Palio – conclude Brambilla – non e’ un simbolo nel quale tutti gli italiani possano riconoscersi, le tradizioni possono e devono essere riviste. Quando la finiremo con questo insensato sfruttamento degli animali al solo scopo di divertire il pubblico?”. Dure le sue parole ma anche questa volta c’è chi invece è a favore del Palio e lo sostiene con tutte le forze, Vittorio Sgarbi, che dopo la conclusione del Palio ha detto:”Uno degli orgogli della tradizione italiana, la sua integrità storica, la sua autenticità, anche drammatica, ed è una delle manifestazioni più significative del turismo italiano. E non c’è nulla di più incredibile che un ministro del turismo abbia brigato per anni per tentare di chiuderlo, evidenziando un ribaltamento del buon senso”.

Si attaccano dunque la Brambilla e Sgarbi, ma se da una parte il Palio è simbolo di una tradizione italiana, dall’altra è simbolo di una cultura limitata e crudele verso gli animali. Potremmo paragonare il nostro Palio alla Corrida spagnola, molte volte il risultato è simile.

 

Al minuto trediciesimo più o meno di questo video potrete vedere l’incidente e giudicare voi se il Palio sia o meno un orgoglio nazionale.

 

Qui di seguito invece tutte le foto dell’incidente… cliccate per ingrandirle.