Incensi autoprodotti: la ricetta per creare mille fragranze!

incensi

A volte inebria, a volte rilassa, a volte attira, a volte non piace… una cosa però è certa: l’incenso che brucia non passa mai inosservato.

Quando ci capita di entrare in una casa oppure di passare davanti ad una bancarella di un mercato affollato dove sta bruciando dell’incenso il cervello in qualche modo si attiva.
La casa sembra quasi più pulita, o forse lo è davvero ma non del pulito che siamo abituati a pensare. La pulizia a cui mi riferisco è l’armonia dell’anima, dell’energia che ci avvolge.

La mia paura nell’acquistare incensi in commercio è sempre stata la loro composizione incerta, infatti spesso e volentieri la chimica è purtroppo entrata prepotentemente anche in questi ambiti.

Ormai come profumo per la persona, per la macchina e per la casa utilizzo idrolati e mix di oli essenziali mischiati ad acqua distillata che spruzzo a più non posso in ogni dove. Quando poi voglio in casa un’atmosfera più tranquilla, rilassata e magica accendo degli incensi realizzati in casa da noi: è un meraviglioso gioco manuale olfattivo e conoscitivo anche per i più piccoli.
In questo modo infatti oltre che manipolare, capire la consistenza dell’impasto e formare i conetti , i bambini utilizzano anche l’olfatto per riconoscere le varie erbe facendo poi varie miscele con verie granulometrie. Quale soddisfazione poi vedere un conetto realizzato con le proprie mani che si accende e profuma gli ambienti di casa!

coni-incenso

In questa stagione poi possiamo utilizzare foglie di eucalipto, scorze di limone e arancia, alloro… la scelta è davvero vastissima. Possiamo anche utilizzare le bustine delle tisane che più ci piacciono.

Come autoprodurre gli incensi

La ricetta la riporto cosi come ho realizzo il mio primo incenso. Provateci e poi pian pian fate cavalcare la vostra fantasia aprendo la vostra dispensa e inventando fragranze sempre nuove e meravigliose!

Per autoprodurre gli incensi servono 4 semplici ingredienti:

-12 cucchiaini di acqua
-3 cucchiaini di fiori di camomilla
-3 cucchiaini di fiori di lavanda
-4 cucchiaini di incenso in grani naturale, potete acquistarlo in rete oppure anche nelle erboristerie e farmacie

incensi 2[1]

Procedimento

In un mortaio ho messo le erbe essicate, senza acqua, e ho tritato pazientemente. In seguito ho vuotato il contenuto in un contenitore e piano piano ho aggiunto l’acqua e l’incenso in grani, amalgamandola di volta in volta. 

Ottenuto un impastino morbido, con le dita ne ho presa poca quantità per volta e lavorata formando poi dei piccoli conetti. Possiamo anche formare delle palline ma sono più comoda con i coni avendo la base piatta.
Ho riposto su una grata e lasciato asciugare sulla stufa per circa 24 ore, bisogna poi riporli su un carboncino apposito. Non vi resta poi che accenderli e godervi dell’aroma che avvolgerà le vostre case! 🙂
Stefania Rossini
natural-mente-stefy.blogspot.it

Stefania Rossini

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Stefania Rossini il 15/01/2015
Categoria/e: Fare di Necessità Virtù, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655