Vivere Senza Zucchero è Possibile, Ecco Come ha Fatto Questa Famiglia [Video]

Un anno amaro per la famiglia di Eva Schaub, ma non nel senso che è andato tutto male, ma nel senso che questa famiglia ha bandito dalla propria dieta per un anno intero lo zucchero e qualsiasi altro tipo di dolcificante.

Insieme al marito e alle due figlie, Eva ha deciso di intraprendere un percorso dedicato all’abolizione dello zucchero, un ingrediente che viene sopravvalutato, che viene messo ovunque e che è particolarmente dannoso alla salute.

[Leggi anche: Zucchero bianco: un vero e proprio veleno!]

Quindi per un anno questa famiglia del Vermont (Stati Uniti), ha vissuto senza nessun sapore dolce aggiunto all’alimentazione, questo per cercare di migliorare la propria salute, in base a quanto letto sui libri di Michael Moss e di Robert Lustig, endocrinologo pediatrico che considera lo zucchero un veleno a tutti gli effetti e causa principale di note malattie come il diabete.

Il problema comunque non si presenta fin quando si cerca di evitare di aggiungere zuccheri alla dieta, basta non usarli e il gioco è fatto, però basta soffermarsi un attimo sulle liste degli ingredienti, anche i più insospettabili, che il panico prende il sopravvento. Su troppi cibi che entrano nelle famiglie ci sono zuccheri o dolcificanti aggiunti… e qui nasce la vera e propria sfida, niente condimenti per le insalate, niente pane, alimenti per l’infanzia, per non parlare di gallette, tortillas o quant’altro contenesse zuccheri aggiunti.

[Potrebbe interessarvi anche: Zucchero, segreti e misfatti del più dolce tra gli alimenti]

Una volta al mese la famiglia si concede lo sfizio di un dolcetto o una bevanda ma sempre a basso contenuto di zuccheri.

 Durante l’anno di dieta Eva e la sua famiglia auto-producevano gli alimenti come pane e maionese e acquistavano i prodotti sfusi e freschi, la salute ne ha giovato molto senza perdere peso o energia.

Dopo un anno intero il corpo però non accetta di buon grado il reinserimento dello zucchero nella dieta, Eva spiega cosa è accaduto al compleanno del marito:

“abbiamo mangiato la torta con crema di banana che mio marito aveva chiesto per la sua festa di compleanno, sapevo che qualcosa di nuovo stava accadendo. Non solo non mi piaceva ma non riuscivo neppure a finirla. Aveva un sapore troppo dolciastro per il mio palato ora sensibile, mi dava fastidio ai denti. La mia testa ha cominciato a battere forte e il mio cuore ha cominciato ad accelerare i battiti. Mi sentivo orribile. Ci volle una buona ora sdraiata sul divano prima che cominciassi a recuperare. Accidenti, pensai, lo zucchero mi ha sempre fatto sentire male, ma siccome era dappertutto non l’ho mai notato prima?”.

E dopo questo anno sabbatico hanno deciso di continuare una dieta povera di zuccheri perché si sentono bene e non si ammalano quasi mai, ed è anche stato pubblicato un libro che racconta la loro avventura: “Year of No Sugar: A Memoir”.

Sarebbe interessante provare magari anche solo per un mese. Cosa ne pensate?

[Potrebbe interessarvi anche: Zucchero: più ne mangi più mangi. Alcuni modi per sostituirlo]

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!

 

Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 06/05/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano, Video.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655