Asparagi: pro e contro del più verde tra tutti

Drenante, antinfiammatorio, cardiotonico, eccolo qui Mr. Asparago, verde e succulento ortaggio tipico di questa stagione di mezzo che non si sbilancia sul da farsi e proprio per questo ci concede primizia che sanno adattarsi più o meno a qualsiasi esigenza culinaria, dal piatto freddo alla zuppa.

Gli asparagi sono piante erbacee perenni diffuse in tutta Europa, ma di origine asiatica. La parte verde saporita e succulenta è formata dai germogli squamosi della pianta, per esattezza dai turioni, questo il nome scientifico, che le radici producono. Il colore verde intenso dei germogli, che devono essere raccolti appena spuntano dal terreno in modo che non perdano tenerezza e sapore,  è dovuto all’alto tasso di clorofilla, caratteristica che li rende un alimento ricco salutare e prezioso.

Gli asparagi contengono:  glucidi, protidi, fibre composte da cellulosa, pectine e lignina, vitamina A, quasi tutte le vitamine del gruppo B ed elementi minerali quali sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, rame e iodio e come accennato poco sopra, hanno un forte potere diuretico e depurativo, inoltre, favorendo il drenaggio sono indicati per chi ha sofferenza cardiocircolatorie in quanto evitano il ristagno grazie al contenuto di azoto e potassio e all’asparagina.

Le stesse doti, però, li rendono anche non idonei a chi ha sofferenze renali più o meno gravi o osteo-articolari, contengono infatti un’alta percentuale di acidi urici, motivo per cui è preferibile consumarli con moderazione.

Ne esistono diverse varietà distinte tra loro in base al colore delle cime. Ci sono asparagi verdi, probabilmente i più conosciuti, asparagi bianchi e violacei. Possono essere consumati sia crudi che cotti: crudi aggiungendo, per esempio, le cime alle insalate; cotti, per zuppe e paste o semplicemente accompagnati da olio e limone.

Questa è una ricetta legata all’origine geografica degli asparagi ed è adatta a questi climi ancora non troppo caldi.

Zuppa di asparagi con tofu

Ingredienti: asparagi, tofu di buona qualità, panna di soia, cipolla bianca, sale, olio extravergine di oliva

Preaparazione: lavare delicatamente gli asparagi e metterli da parte, poi scaldare in un pentolino o tegame adatto alla zuppa l’olio con la cipolla ed un pizzico di sale e far saltare il tofu in questo finto soffritto, aggiungere la panna di soia e far insaporire il tutto poi aggiungere un bicchiere  e mezzo di acqua e portare ad ebollizione, aggiungere gli asparagi tagliati grossolanamente e portare a cottura. Finire con un po di pepe e olio extravergine a crudo.

Jordana Pagliarani

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 05/04/2014
Categoria/e: Alimentazione, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655