Tre Miti da Sfatare: Latte, Zucchero e Proteine. A Parlarne è il prof. Franco Berrino [Video]

Durante la nostra vita troppo spesso ci sentiamo dare dei consigli e spesso arrivano dagli anziani, coloro che hanno vissuto in periodi diversi dai nostri, con possibilità diverse e soprattutto con necessità diverse. Questi consigli riguardano anche l’alimentazione: ricordo che una delle cose che i nonni dicono sempre è “bevi tanto latte che cresci bene e ti vengono le ossa belle dure” oppure “metti lo zucchero che ti dà energiaoppure “mangia la carne che ti fa bene“….

Ecco tutte cose che forse tanti anni fa potevano anche andare bene, quando le carenze alimentari erano accentuate, quando il calcio per le ossa non veniva da altre fonti, e quando le proteine si mangiavano talmente poco che una bistecca era una “botta di vita“. Ma oggi l’alimentazione è talmente ricca, varia e disponibile per tutti che questi miti non valgono più, anzi nella maggior parte dei casi latte, zucchero e proteine sono dannosi per la salute.

A spiegare e a sfatare questi miti sull’alimentazione è il prof. Franco Berrino, Direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori e autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche, che ha collaborato al Food, nutrition, physical activity and the prevention of cancer, pubblicato nel 2007 dal World Cancer Research Fund.

Il prof. Franco Berrino spiega perchè non va bene assumere Latte, Zucchero e Proteine:

 

Latte

Non c’è nessuna prova tangibile che il latte faccia bene alle ossa: “E’ un’illusione” inoltre il latte stimola i fattori di crescita che “sono più alti nei malati di cancro”, e i bambini, ma anche gli adulti, sono già super nutriti senza bisogno di bere latte tutti i giorni.

Leggi anche: “La verità sul latte di mucca: intervista alla dott.ssa Luciana Baroni

Zucchero

E’ un modo per far sembrare buone delle cose che non sono buone”. Niente di più, niente di meno, e poi prosegue: “L’uomo nella sua storia non ha mai mangiato zucchero, ma oggi lo troviamo dappertutto: nei piselli in scatola, nel pane, nelle fette biscottate …”. Praticamente viene usato per contrastare la bassa qualità dei prodotti. Inoltre le bevande zuccherate sono la principale causa di obesità nei bambini.

Per dolcificare è meglio usare la frutta, soprattutto a colazione. Una dieta ricca di zuccheri alza la glicemia che a sua volta provoca una risposta del pancreas che produce molta insulina per abbassare la glicemia, ma se gli zuccheri sono eccessivi allora produce troppa insulina e si và in ipoglicemia.

Quindi spiega il professore: “…che più dolci si mangiano, più vien fame di zucchero ed è questo il motivo per cui molti studenti la mattina sono nervosi, distratti: perché non c’è abbastanza zucchero nel sangue (sono in ipoglicemia) e questo proprio perché hanno mangiato troppo zucchero”.

Leggi anche: “Zucchero: più ne mangi più mangi. Alcuni modi per sostituirlo” – “Zucchero, segreti e misfatti del più dolce tra gli alimenti

Proteine

Partiamo dal fatto che le proteine sono importanti, ma ne servono circa un grammo per chilo nei bambini in età prescolare… un bimbo di questa età peserà 20-30 chili? Peccato che assuma generalmente 100-150 gr di proteine al giorno, attraverso carne, salumi, formaggi, legumi. Questo eccesso di proteine favorisce l’obesità infantile.

Le proteine servono al nostro organismo perchè inducono la formazione dei fattori di crescita ma: “quando si assumono troppe proteine i fattori di crescita nel nostro sangue sono più alti, e chi ha questi fattori di crescita più alti, si ammala di più di cancro”.

Per questo si raccomanda un uso moderato di proteine, privilegiando l’associazione delle proteine dei cereali (del grano, del riso, dell’orzo, del farro) con le proteine dei legumi.

Il professor Berrino spiega allora quali sono le cose che andrebbero mangiate: “la raccomandazione del mondo della ricerca scientifica è quella di basare l’alimentazione quotidiana su cibi di natura prevalentemente vegetale non industrialmente raffinati: non la farina bianca ma quella integrale; non il pane bianco ma quello integrale e così per il riso. Quindi è bene scegliere su un’ampia varietà di cereali non raffinati industrialmente, di legumi, di verdure, di frutta”.

 Leggi anche: “Il consumo di formaggi e carne nelle diete, dopo i 50 anni sono dannosi come il fumo”  – “Il consumo di carne conduce all’Alzheimer: lo rivela uno studio americano

Potete leggere il “il cibo dell’uomo” per approfondire gli argomenti del prof. Berrino. 

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?

Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente su Pinterest e su Twitter e non dimenticate di iscrivervi alla newsletter, presto tantissime novità!!


Valeria Bonora

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Valeria Bonora il 12/03/2014
Categoria/e: Notizie, Primo piano, Video.

Sono eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare, ma soprattutto amo comunicare e trasmettere “qualcosa”. ~ “Tutti sono stati bambini. Ma pochi di essi se ne ricordano” ~ [Antoine de Saint- Exupéry]

Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655