Lenticchie: 2 modi per prepararle e approfittare delle loro proprietà

Ci sono alimenti antichi e le lenticchie sono uno di questi, anzi potremmo dire che sono antichissime, in Asia erano conosciute già 7000 anni fa e sembra siano state uno dei cibi base della dieta delle popolazioni nomadi. Sono uno dei primi alimenti di cui ci sono testimonianze scritte.

Dall’Asia arrivarono in Grecia e da li a Roma, piatto povero ma celebrato da imperatori e scrittori. Definite come la bistecca dei poveri fanno onore a questo nome con un valore nutrizionale che le vede ricche del  23% di proteine e del 53% d carboidrati, in altre parole 100 grammi di lenticchie equivalgono a 215 grammi di carne.

Sono ricche di sali minerali (ferro, fosforo  e calcio), proteine, fibre, vitamine (contengono una bona percentuale di vitamina c).

Sono ottime per integrare la dieta di vegetariani  e non e sono un’ottima alternativa alla carne ed anche alla soia che è un alimento sicuramente più complesso dal punto di vista qualitativo essendo la maggior parte della soia in commercio OGM e più costoso, al contrario abbiamo una vasta scelta di lenticchie DOP e bio di altissima qualità.  

Ecco alcuni modi per prepararle:

Polpette di lenticchie

Ingredienti: 500 gr di lenticchie lesse, 1 patata, amido di mais, 1 fetta di pane, 2 cucchiai di pangrattato, prezzemolo sale,curcuma,paprika dolce e pepe.

Preparazione: Lessare la patata in acqua bollente, pelarla, tagliarla a tocchetti e mettetela in una ciotola con le lenticchie lesse.Aggiungere la fecola di patate,le spezie e il pane ammorbidito in acqua (non troppo) e modellare le polpette. Passatele nel pan grattato e friggetele. Potete servirle con una salsa fresca a base di basilico o in contrasto con una confettura di mirtilli.

Crema di lenticchie:

Ingredienti: 200 gr di lenticchie secche, curcuma, peperoncino, rosmarino, un cipollotto, radice di zenzero, olio extravergine di oliva, pane.

Preparazione: Lavate le lenticchie e lessatele fino a quando sono tenere, ed hanno assorbito tutta l’acqua (20-30 minuti); poi schiacciatele con una forchetta fino a ridurle a purea. Intanto, scaldate la cipolla nell’olio  finché sia tenera, ed aggiungete la curcuma e il peperoncino e lo zenzero fresco grattugiato. Incorporate le lenticchie schiacciate, aggiungete poca acqua e mettete nel frullatore ( il minipimer va benissimo) insieme a poco olio e ad un pizzico di sale e pepe. Quando avrete ottenuto una crema densa e vellutata fatela cuocere ancora per un paio di minuti e poi servite con dei crostini di pane che potrete aromatizzare con la paprika dolce o con del rosmarino se preferite.

 

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 14/01/2014
Categoria/e: Alimentazione, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655