Oggi vi vogliamo parlare di un ritorno meraviglioso alle radici del nostro essere umani. Riguarda l’allattamento al seno.

Non vogliamo raccontarvi di quanto è fondamentale allattare o spiegarvi nei dettagli quanto sia importante per mamma e bambino: queste, fortunatamente, sono nozioni diffuse che tutti sanno (il fatto che una mamma decida di non allattare o non riesca, questo è un altro discorso!).

Oggi vogliamo invece mostrarvi come dovrebbe iniziare l’allattamento al seno.

L’UNICEF, l’OMS e il WABA, insieme all’intera comunità scientifica mondiale, sono unite nel raccomandare di iniziare l’allattamento al seno entro mezz’ora dalla nascita. Una raccomandazione spesso ignorata o comunque sottovalutata a tal punto che diverse ginecologhe, ostetriche e infermiere non essendo preparate in materia, non sanno concretamente come procedere in questo primo importante momento di conoscenza della mamma con il suo bambino.

Il primo approccio all’allattamento è fondamentale perchè ne influenza di gran lunga il successo o meno. Pensate che un inizio precoce e positivo può prevenire nei paesi di sviluppo il 22% delle morti di neonati di età inferiore ad un mese.

E l’approccio migliore per favorire il successo dell’allattamento altro non è che una pratica semplice, naturale e meravigliosa chiamata Breast Crawl: appena il bambino nasce viene posizionato sull’addome materno proprio con il visetto tra i due seni. Il bambino è nudo e con ancora il cordone ombelicale attaccato: niente e nessuno deve interferire con questo importante momento. Il neonato è uscito dal grembo materno ma è ancora un tutt’uno con esso e solo il tempo può aiutarlo pian piano a sperimentare in un altro modo il corpo della mamma.

Tutto a suo tempo…

In questa posizione il neonato pian piano si muove da solo, striscia come un serpentello verso ciò che istintivamente lo attira. In media il cucciolo d’uomo raggiunge in modo autonomo il capezzolo materno ed inizia a succhiarlo in mezz’ora.

Ora vi mostriamo questo toccante video girato in India proprio per promuovere il Breast Crawl: condividerlo è un modo per farlo conoscere e contribuire così alla buona riuscita dell’allattamento al seno per ogni mamma.

La campagna è stata promossa da UNICEF,OMS e WABA nel 2007. Per avere maggiori informazioni visitate il sito www.breastcrawl.org