Voi siete monogami? I cavallucci marini si, scoprite la meraviglia

Nel silenzio del mondo sommerso ed ovattato del mare, c’è una storia, antica come le profondità, la leggenda che narra come nacque uno degli animali più particolari ed affascinanti che si possano osservare al di sotto delle profondità marine: il cavalluccio marino (hippocampus). 

In un giorno qualunque di un’ epoca troppo lontana da ricordare, due cavalli, che si amavano da lungo tempo, si ritrovarono inseguiti da un branco di segugi affamati. Temendo per la loro vita iniziarono a correre il più velocemente possibile per depistare il branco di predatori, ma ii segugi non mollavano troppo era il desiderio di raggiungere la preda. Dopo una lunga corsa i due purosangue si ritrovarono sul ciglio di un precipizio, al di sotto del quale solo il mare. Dietro di loro il branco affamato ed ormai consapevole di aver raggiunto l’ambita preda, correva senza fermarsi e senza dar loro il tempo di decidere cosa fare. In un attimo i due purosangue decisero che una morte libera sarebbe stata migliore del destino che gli sarebbe toccato se fossero finiti tra le fauci dei segugi ed ancora una volta uniti nella sorte, si gettarono dal precipizio per andare incontro alle profondità marine. Ma accadde qualcosa di magico e mentre i due cavalli precipitavano nel vuoto i loro corpi possenti iniziarono a mutare, le zampe si allungano, la criniera mutò in una forma marina e algosa, la coda si fece tutt’uno con il corpo e una volta giunti nel mare i due cavalli si erano trasformati in due piccoli animali, unici per fattezze e comportamento: i cavallucci marini.

Questi nuotatori verticali delle acque poco profonde, sono gli unici animali monogami delle profondità marine. Una volta raggiunta l’età adatta ai primi corteggiamenti, intorno agli 8 mesi di vita, scelgono un partner che sarà poi mantenuto per tutta la vita.

Il corteggiamento può durare giorni, è una danza nuziale incantata che si svolge con i ritmi rarefatti del mondo sommerso e racconta una delle più belle storie d’amore del mondo animale che raggiunge il suo apice d’amore in un modo davvero particolare ed unico, infatti, il maschio di cavalluccio marino è l’unico tra tutte le specie che si incarichi di partorire i piccoli. 

 

Dopo l’accoppiamento, la femmina deposita le uova nella sacca marsupiale di cui è provvisto il maschio e qui rimarranno fino alla schiusa, quando il maschio con dei colpi, espellerà dei cavallucci completamente formati, ma di dimensioni ridottissime. Il maschio quindi si prende cura dei piccoli dal momento in cui sono depositate le uova fino al momento della schiusa, una volta espulsi, i piccoli dell’Hippocampus si allontaneranno dal genitore e prenderanno la loro strada, a la coppia che li ha generati rimarrà unita per la vita.  Ed ora godetevi questo abbraccio sommerso, ricordando di non comprare mai quei macabri portafortuna che vengono fatti con i cavallucci pescati e che contribuiscono all’estinzione di questo incantevole animale. 

 

 

 

Jordana Pagliarani

Vuoi ricevere i nuovi articoli di EticaMente comodamente nella tua casella email?

Iscriviti alla Newsletter di EticaMente
avatar Articolo scritto da Jordana Pagliarani il 07/11/2013
Categoria/e: Animalismo, Primo piano.



Newsletter di EticaMente

Ricevi le nostre Notizie nella tua E-Mail


SpotLight

Favole e Fantasia
Accedi | Copyright 2010-2017 Eticamente.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655