Se avete qualche capello bianco da coprire e una chioma castana (la salvia non va bene sui capelli biondi perchè li scurisce) potete utilizzare un infuso di salvia.

Prepararlo è molto semplice, vi basterà far bollire per 2 ore una tazza di foglie di salvia in una pentola con l’acqua. Non esagerate con l’acqua ma non mettetene neppure poca, dovrete vedere che non evapori (coprite la pentola) e che non sia troppo “allungata”, provate con 3 bicchieri se vedete che asciuga troppo aggiungetene ancora un po’.

Se volete dare anche un tocco di lucentezza aggiungete il succo di mezzo limone, o uno intero se è piccolino.

Una volta raffreddata per bene, filtratela con una garza e il liquido inseritelo in un flacone o una bottiglietta di plastica, dovrete utilizzarla subito perchè non si conserva e si ossida abbastanza in fretta.

Avete la possibilità di usare la lozione in due modi, o sui capelli bagnati, lasciatela in posa per 30-40 minuti e poi sciacquate, oppure sui capelli asciutti e puliti, applicate la lozione e poi tamponate con l’asciugamano. In entrambi i casi la salvia farà il suo dovere.

Su alcuni forum ho letto che per migliorarne l’effetto è meglio non asciugare i capelli con il phon ma lasciarli asciugare al naturale. Ovviamente questo non è sempre possibile, ma ho notato che non c’è grande differenza di risultato, se non per la lucentezza che senza il phon viene esaltata.

Il trattamento va ripetuto una volta a settimana per almeno un mese.
In questo modo avrete un risultato assicurato senza l’utilizzo di sostanze chimiche e spendendo davvero pochissimo!

✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬✰✬
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici?
Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente