Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Terremoto

Tag: terremoto

Terremoto in Nepal: 1 euro per ogni condivisione

3
Terremoto in Nepal - Foto da Il Post

Il terremoto che sabato 25 aprile scorso ha scosso il Nepal con una forza di 7.8 gradi di magnitudo, si sta lentamente trasformando in un’apocalisse, sono oltre 5.000 i morti accertati (5.057 morti e oltre 8.200 feriti), ma si sospetta che le vittime possano raggiungere quota 10.000.

Terremoto in Nepal
Terremoto in Nepal – Foto da Il Post

Il terremoto ha colpito nove distretti nepalesi in maniera devastante: Sindhupalchowk, Kathmandu, Nuwakot, Dhading, Bhaktapur, Gorkha, Kavre, Lalitpur e Rasuwa; la prima scossa di terremoto, la più forte, è stata avvertita alle 12:11 ora locale (erano le 8:26 ora italiana) con una magnitudo di 7.8 e con epicentro a circa 80 chilometri a nord-ovest di Katmandu, la capitale del Nepal, a 15 chilometri di profondità. Dopo quella prima scossa, se ne sono sentite almeno altre 13, la più forte di magnitudo 6.7.

Terremoto di oggi tra Russia e Corea del Nord: probabile test nucleare?

0

Nella giornata di oggi si è diffusa la notizia relativa ad un forte terremoto che ha interessato l’area compresa tra la Russia, la Cina e la Corea del Nord.  La scossa registrata era di magnitudo 6.2 sulla scala Richter con profondità ipocentrica fissata a circa 560 km nel sottosuolo.

Diverse agenzie nel corso del pomeriggio, tra cui una fonte molto attendibile come Earthquake Report, stanno ipotizzando che invece di un terremoto si è trattato di un test nucleare effettuato dall’esercito nord Coreano.

Si è arrivati a questa ipotesi confrontando le onde del sismografo: quelle del terremoto di oggi risultavano molto differenti rispetto a quelle dei classici sismi che vengono registrati quotidianamente nei vari istituti di sismologia.

Ricostruiamo l’Italia e rendiamola antisismica

0

Dal 18 al 21 Ottobre si terrà a Bologna la manifestazione chiamata Saie, il Salone internazionale dell’edilizia. Il grande obiettivo di questa edizione è la ricostruzione dell’Italia.

Le motivazioni sono tante: più di 6 milioni di edifici si trovano in zone ad alto rischio sismico e circa 2 milioni sono situate in zone ad alto rischio geologico. Inoltre il 55% delle costruzioni edilizie italiane ha più di 40 anni e dal punto di vista strutturale risultano essere piuttosto penose. Anche sul versante energetico ci sarebbe da fare una vera e propria ristrutturazione.

Terremoto in Emilia, ecco il resoconto della LAV

0

E’ passato ormai più di un mese da quando quelle terribili scosse di terremoto hanno sconvolto un’intera regione, la LAV ha lavorato duramente per aiutare gli amici pelosi che hanno trovato rifugio presso i tanti campi per animali installati, la LAV di Ferrara, per esempio, ha donato cucce, collari antiparassitari per cani e gatti, cibo, un rotolo di telo ombreggiante e teloni plastificati per coprire i box del rifugio.

Concerto di beneficenza per l’Emilia

0

Un vero e proprio concerto per la solidarietà quello che prenderà vita Sabato 30 giugno dalle ore 17,00 a Roncolo di Quattro Castella in provincia diReggio Emilia.

Titolo dell’evento è: “Un sorriso per l’Emilia”. L’iniziativa nata su Facebook grazie all’idea e l’impegno di alcuni volontari, si proponeva di raccogliere materiale didattico e giocattoli per i bambini ospitati nei campi tenda allestiti per i 25mila sfollati dei terremoti che hanno devastato buona parte dei centri abitati tra Mantova e Bologna, Ferrara e Sassuolo, ma ben presto, anche raccogliendo un numero crescente di adesioni, ha esteso le tipologie di materiali ai beni di prima necessità e per l’emergenza.

Terremoto, Torino adotta Mirandola

0

Torino “adotta” Mirandola, il comune in provincia di Modena più danneggiato dal terremoto, e l’aiuterà nella ricostruzione, aderendo all’appello lanciato dal presidente dell’Anci, Graziano Delrio, e dal presidente della regione Emilia Romagna, Vasco Errani.

«Con la scelta di adottare Mirandola, Torino, città di forti tradizioni civiche, solidaristiche e sociali, vuole manifestare in modo concreto la sua fraterna vicinanza alle tante famiglie e persone colpite nei loro affetti, nel loro lavoro, nei loro beni» ha commentato il sindaco del capoluogo piemontese, Piero Fassino. Domani l’assessore alla Protezione Civile del comune di Torino, Giuliana Tedesco, sarà a Mirandola per individuare con il sindaco le priorità nell’opera di soccorso e di ricostruzione.

Terremoto in Emilia: Gli aiuti dalla Valle D’Aosta

0

Voglio condividere con voi quanto è stato fatto per le popolazioni emiliane colpite dal sisma di fine Maggio da una regione scelta a caso tra tutte quelle che hanno contribuito ad aiutare i terremotati emiliani. Ho scelto questa regione un po’ perchè ci abito, un po’ perchè conosco alcuni dei volontari che hanno prestato soccorso e un po’ perchè nel suo piccolo ha fatto tanto.

Una nuova faglia fa tremare la Romagna

0

Non c’e’ collegamento fra il sisma di questa mattina avvenuto al largo di Ravenna e quello che ha colpito il modenese e in generale, l’Emilia, nei giorni scorsi. Lo conferma Franco Mele, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Si e’ trattato di un terremoto avvenuto a circa 25 chilometri di profondita’, all’estremita’ orientale di quello che definiamo ‘arco ferrarese’ che si estende fino al ravvenate, opposta all’occidentale dove e’ avvenuto il sisma dell’Emilia.

La vita, nonostante

0

Voglio riportarlo esattamente così come lo scrittore Massimo Gramellini lo ha scritto. Un’immagine di questi disastri, un’immagine di questa gente forte che si stringe e insieme si rialza. Un’immagine di forza e di amore verso il prossimo che non può non essere condivisa. Massimo è un giornalista e scrittore italiano nato a Torino da una famiglia originaria della Romagna, e in queste righe si rivede tutto lo spirito della sua terra d’origine.

 

Ci stanno impartendo una lezione di vita. Non solo di sopravvivenza. Di vita.

Questi sfollati che si spaventano ma non vogliono dare soddisfazione alla paura. Che piangono senza piangersi addosso. E che ricominciano a vivere, nonostante.

Aiuti per i caseifici colpiti dal sisma

0

Molte persone si stanno mobilitando per sostenere i caseifici colpiti dal terremoto. Di seguito troverete le risposte alle domande più comuni prese direttamente dal sito www.parmigiano-reggiano.it/news. Se volete acquistare direttamente dai caseifici colpiti a fondo articolo troverete una lista di quelli che si sono messi a disposizione per la vendita al dettaglio.

Dopo il secondo terremoto si sono verificati ancora crolli delle impalcature nelle sale di stagionatura in diversi caseifici, più di dodici, con un coinvolgimento di altre 300.000 forme cadute (quindi 600.000 in tutto), molte delle quali risultano danneggiate.