Notizie
Primo piano

Aiuti per i caseifici colpiti dal sisma

Di Valeria Bonora - 31 Maggio 2012
Molte persone si stanno mobilitando per sostenere i caseifici colpiti dal terremoto. Di seguito troverete le risposte alle domande più comuni prese direttamente dal sito www.parmigiano-reggiano.it/news. Se volete acquistare direttamente dai caseifici colpiti a fondo articolo troverete una lista di quelli che si sono messi a disposizione per la vendita al dettaglio.

Dopo il secondo terremoto si sono verificati ancora crolli delle impalcature nelle sale di stagionatura in diversi caseifici, più di dodici, con un coinvolgimento di altre 300.000 forme cadute (quindi 600.000 in tutto), molte delle quali risultano danneggiate.
La violenza del sisma ha in questo caso anche coinvolto delle stalle ed alcune strutture produttive, evidentemente già indebolite dalle scosse precedenti, rendendo inagibili 5 caseifici di trasformazione.

Si precisa che le forme di parmigiano danneggiate vengono selezionate, e quelle già marchiate Parmigiano Reggiano con più di 12 mesi di stagionatura (la selezione per la Dop avviene al dodicesimo mese di stagionatura), previa verifica ed autorizzazione sanitaria, saranno avviate alla commercializzazione come Parmigiano Reggiano. Il formaggio sotto i 12 mesi e non ancora marchiato, che avendo la crosta spaccata non può continuare la maturazione, dopo la selezione sarà conservato in magazzini refrigerati in attesa di essere utilizzato come ingrediente nelle preparazioni gastronomiche industriali o avviato alla produzione di formaggio fuso.

1 – QUANTI SONO I DANNI SUBITI?
I caseifici ed i magazzini di stagionatura sono stati danneggiati dalle scosse di terremoto del 20 e del 29 sono 24. Le scosse sismiche del 29 maggio hanno provocato il crollo di formaggio in 4 strutture in provincia di Mantova, 2 in provincia di Modena, 6 in provincia di Reggio Emilia, danni con problemi di agibilità ad un caseificio in provincia di Mantova e 3 in provincia di Modena. Le forme coinvolte in questi nuovi crolli ammontano a 311 mila unità, portando il numero delle forme totali colpite dal sisma a 608.000 mila unità.
Sono in corso le operazioni per recuperare il formaggio crollato. Le forme di formaggio che possono continuare la maturazione per essere stagionate a Parmigiano-Reggiano, vengono trasferite in altri depositi attrezzati per lo scopo. Le forme di formaggio che hanno subito fratture o spaccature vengono trasferite in depositi refrigerati, in attesa della destinazione d’uso adeguata (grattugiato generico, formaggio fuso).
2 – ESISTE PARMIGIANO-REGGIANO TERREMOTATO?
No. Le strutture possono essere terremotate. Il formaggio marchiato Parmigiano-Reggiano segue tutte le procedure previste per la DOP ed è soggetto ai rigidi controlli di certificazione
3 – VORREI COMPRARE DEL PARMIGIANO-REGGIANO PER AIUTARE I CASEIFICI COLPITI DAL TERREMOTO. A CHI MI RIVOLGO?
Il miglior modo per essere di aiuto è quello di acquistare maggiormente del Parmigiano-Reggiano ma nel proprio punto vendita di fiducia. In questo modo i caseifici continueranno a rifornire la rete distributiva e la produzione, anche quella dei caseifici che hanno subito danni, avrà lo sbocco necessario a dare sostentamento a quanti debbono far fronte alle attuali gravi difficoltà.
I caseifici ora stanno affrontando una situazione di emergenza dovuta al sisma e, inoltre, stanno continuando a fare il formaggio tutti i giorni. Se non riescono a rispondervi subito, vi preghiamo di avere pazienza.
4 – A SEGUITO DEL TERREMOTO CI POTRANNO ESSERE DIFFICOLTÀ NELLE FORNITURE DI PARMIGIANO-REGGIANO SUL MERCATO?
No. Il Parmigiano-Reggiano, come sempre, viene prodotto secondo le rigide regole del disciplinare di produzione della DOP, viene marchiato dal Consorzio, certificato dall’organismo di controllo. La presenza del nome Parmigiano-Reggiano col logo forma e fetta di colore nero, il logo comunitario rotondo di colore giallo e rosso sono la garanzia che il prodotto, sia esso porzionato o grattugiato, è autentico Parmigiano-Reggiano.



Per acquistare dai caseifici danneggiati
Alcuni caseifici danneggiati dal sisma si sono attivati per la vendita diretta di prodotto per far fronte ai danni subiti, di seguito l’elenco, se siete interessati contattare direttamente il caseificio.
 
CASEIFICIO SANT’ANGELO S.N.C.
DI CARETTI DANTE E C. (Azienda Caretti)
Indirizzo VIA IMBIANI, 7
Comune San Giovanni in Persiceto – 40017 (BO) Telefono 051/824811
Indirizzo del negozio: Via Zenerigolo 4/b – San Giovanni in Persiceto – tel. 051/823198
Sito: http://www.aziendacaretti.it/
Email: terremoto@aziendacaretti.it
 
CASEIFICIO SOCIALE LA CAPPELLETTA
DI SAN POSSIDONIO SOC. COOP. AGR.
Indirizzo VIA MATTEOTTI, 80
Comune San Possidonio – 41039 (MO)
Telefono 0535/39084Email: caseificiolacappelle@libero.it
 
CASEIFICIO 4 MADONNE
unità produttiva Via Camurana – Medolla
Email: info@caseificio4madonne.it
Punti vendita:
Via Panaria Bassa, 73 Solara di Bomporto (MO) 059/901608
Via Nazionale, 37/a Sorbara di Bomporto (MO) 059/902295
oppure per prenotazioni contattare l’ufficio a Lesignana
tel. 059 849468 – chiedere del rag. Setti
 
CASEIFICIO SOCIALE SAN SIMONE
Via Garcia Lorca, 18 – Marmirolo – 42123 Reggio Emilia
tel. e fax 0522 340129
Email: caseificiosansimone@alice.it
 
LATTERIA SOCIALE LORA
Via 25 aprile, 24 – 42040 Campegine (RE)
tel. 0522 677529
 
CASEIFICIO ROSSI F.LLI SRL
Via Mandrio, 18 – 42010 Rio Saliceto (RE)
tel. 0522 699700 – fax 0522 631354
Email: rssflli@tin.it
 




Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)