Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Scuole

Tag: scuole

La preziosa opportunità delle classi miste d’età secondo Maria Montessori

0

“Il maggior perfezionamento dei bambini avviene attraverso le esperienze sociali. Consideriamo ora la costituzione di questa società di bimbi. Fu messa insieme per caso, ma per un saggio caso. Quei bambini che si trovarono riuniti erano di età varie (dai 3 ai 6 anni): di solito questo, nelle scuole, non avviene, a meno che i maggiori di età non siano mentalmente arretrati. I bambini sono sempre classificati per età; solo in poche scuole troviamo questo raggruppamento verticale nella stessa classe.
Quando alcune nostre maestre vollero applicare il criterio di una eguale età nella stessa classe, furono i bambini stessi a mostrare le difficoltà che ne derivavano. E’ del resto lo stesso nella famiglia. Una madre può avere sei figli e governare la casa facilmente. Le difficoltà nascono quando ci sono gemelli o gruppi riuniti di bambini della stessa età, perchè è faticoso aver da fare con piccini che hanno bisogno delle stesse cose.
Nella maggior parte delle scuole vi è prima la separazione dei sessi, poi quella dell’età, all’incirca uniforme nelle diverse classi. E’ un errore fondamentale, che dà luogo ad ogni specie di altri errori: è un isolamento artificiale che impedisce lo sviluppo del senso sociale.
Le nostre scuole hanno dimostrato che i bambini di età diverse si aiutano uno con l’altro; i piccoli vedono ciò che fanno i maggiori e chiedono spiegazioni, che questi danno loro volentieri. E’ un vero insegnamento, giacchè la mentalità di un bambino di cinque anni è così vicina a quella del bambino di tre, che il piccolo capisce facilmente da lui quello che noi non sapremmo spiegargli. Vi è fra loro un’armonia ed una comunicativa, come è ben chiaro esista tra adulto e bambino piccolo.
Gli insegnanti sono incapaci di far capire ad un bambino di tre anni una quantità di cose, che un bambino di cinque gli sa far benissimo intendere: vi è fra loro una naturale osmosi mentale. “
M.Montessori (La mente del bambino)

M’illumino di meno 2015: il 13 Febbraio la Giornata del Risparmio Energetico

0

“M’illumino di meno”, la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sul Risparmio Energetico

logo-millumino-di-menoTorna anche quest’anno, puntuale come un orologio svizzero, “M’illumino di meno“, l’iniziativa simbolica finalizzata alla sensibilizzazione al risparmio energetico lanciata nel 2005 dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio 2 condotta da Massimo Cirri e Filippo Solibello. Attualmente, invece, la trasmissione è condotta da Massimo Cirri, Sara Zambotti, Antonio Di Bella e Marta Zoboli in qualità di inviata.

L’appuntamento con quest’undicesima edizione è fissata per venerdì 13 Febbraio 2015. In questa data, dunque, si chiede lo spegnimento dell’illuminazione di monumenti, piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni.

Scuola: i comportamenti indisciplinati rubano un’ora di lezione al giorno

0

comportamenti-indisciplinati-scuola

Un rapporto redatto da Ofsted ci mostra il disagio delle scuole secondarie inglesi

Mormorii continui, insulti, commenti e schiamazzi per attirare l’attenzione, utilizzo di telefoni cellulari e smartphone, posture pericolose sulle sedie, scambio di biglietti e oggetti. Sono solo alcuni dei comportamenti fastidiosi e importuni che, ogni giorno, vivono all’interno delle scuole secondarie inglesi.

Oltre ad essere molto spiacevole e pesante per l’insegnante, tali atteggiamenti rubano ogni giorno, nel complesso, un’ora di lezione, che viene dunque sottratta all’apprendimento e all’insegnamento. Per un totale di 38 giorni l’anno.

Sesso a 14 anni: Obbligatorio per Essere “Accettate”

0

Quando ho letto il titolo sul quotidiano TODAY credevo di aver letto male, ero di fretta, avevo intravisto l’articolo… poi mi sono detta.. però anche se leggo di fretta di solito non fraintendo cose del genere… allora sono tornata indietro e ho riletto il titolo… e poi ho visto il sottotitolo e sono rimasta più o meno così…

 Vi state chiedendo cosa c’era scritto? Ecco ve lo riporto tale e quale:

Milano, lezioni contro il graffitismo nelle scuole: preserviamo la città

0
Immagine da: www.associazioneantigraffiti.it

Quando parliamo di graffitismo, o di graffiti writing, ci riferiamo a quella forma di espressione, culturale e artistica, attraverso degli interventi pittorici sul tessuto urbano.

Questi in ogni caso vengono considerati atti di vandalismo e puniti secondo le leggi vigenti, poichè numerosi writer imbrattano, spesso impunemente, mezzi pubblici o edifici di interesse storico e artistico.

E così ecco che Unicef e l’Associazione Nazionale Antigraffiti hanno deciso di promuovere un’iniziativa che coinvolgerà i bambini delle scuole elementari e medie, al fine di tenere alcune lezioni contro il graffitismo.

I bambini che rispettano gli animali, saranno adulti migliori

2

I bambini che rispettano gli animali, saranno adulti migliori

E’ quello che emerge da uno studio di un gruppo di psicologi di Cambrigde. Il modo di relazionarsi con gli altri passa anche attraverso il rapporto con gli animali, da qui nasce la consapevolezza che un animale è in grado di insegnare ad un bambino il rapporto con altre specie, altre razze, e ad insegnargli la coesistenza e l’interazione.