Home Tags Respirazione

Tag: respirazione

Pilates: 10 buoni motivi per farlo

0
donna che pratica pilates
Credit foto © Pexels

Il Metodo Pilates nasce all’inizio del ‘900 dal suo inventore, Joseph Pilates, e trae ispirazione da varie discipline quali Yoga, Do-In, danza, ginnastica posturale e stretching.

Utilizzato per la rieducazione posturale e per la tonificazione globale del corpo, il Pilates è una ginnastica dolce che allunga e rinforza i muscoli, rendendoli tonici ed elastici; in particolare si lavora sui muscoli posturali, rimodellando così il corpo. Dovremmo praticarlo tutti per il nostro benessere ma in particolare questa disciplina è dedicata ed indispensabile per persone con problematiche della colonna vertebrale e con problematiche articolari, donne in gravidanza, anziani, e più in generale chi desidera elasticità e tono muscolare.

La respirazione diaframmatica: come farla e i benefici che porta

1

La respirazione diaframmatica è un processo fondamentale della nostra vita, permettendo l’ossigenazione dell’intero organismo. Purtroppo però non tutti riusciamo a effettuarla in modo corretto, con conseguenze negative per il nostro stato di salute.

Lo stile di vita moderno, contraddistinto da stati di ansia, nervosismo e stress, ci porta a compiere una respirazione prevalentemente toracica (quindi non fisiologica), troppo veloce e superficiale. Si tende quindi a far lavorare la parte superiore delle coste bloccando il principale muscolo della respirazione, ossia il diaframma.

Vittima preferita delle zanzare? Ecco perchè!

0

Vittima preferita delle zanzare? Ecco perchè!

Siete spesso vittima delle zanzare? Ecco perchè!

Quante volte, in casa o all’aperto, benchè ci siano anche altre persone in vostra compagnia o nelle vicinanze, le zanzare restano sempre attratte da voi.

Pensate di essere la vittima prediletta delle zanzare? Per quale motivo? Cosa di voi le attira più che degli altri?

Una ragione, in fondo, c’è. Le zanzare, infatti, non scelgono quasi mai le loro “prede” a caso, piuttosto, anche se non sembra, seguono delle particolari preferenze dettate da due condizioni: stimoli visivi e stimoli olfattivi. E a dimostrarlo, adesso, è stata anche la scienza.