Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Pregiudizi

Tag: pregiudizi

Come aiutare una persona depressa: cose da fare e NON fare

0
persona depressa

Aiutare una persona depressa non è facile; capita che il cambiamento d’umore ci porti a pensare che si tratti solo di un malessere passeggero dovuto alle più svariate cause: stress, tensioni familiari, stanchezza o anche il famoso “cambio di stagione”. La verità è che la depressione non è un semplice momento durante il quale ci si sente giù di corda ma è una vera malattia alla quale bisogna prestare particolari attenzioni: non è raro che porti purtroppo la persona che ne soffre a farsi del male.

Si può fare il bagno dopo mangiato?

0

bagno-dopo-mangiato

Bagno dopo mangiato: bisogna aspettare almeno tre ore prima di andare in acqua?

Questo è quello che dall’alba dei tempi viene detto dalle nonne, dalle mamme, dalle zie e anche dai papà e nonni ai bambini che vogliono entrare in acqua subito dopo aver mangiato. Ma è vero?

A sfatare il mito è Roberto Albani, pediatra gastroenterologo. Secondo lui non c’è nessuna correlazione tra il bagno e l’alimentazione. In effetti se ci facciamo caso sono solo i bimbi italiani a rispettare questa regola: tedeschi, austriaci, francesi, inglesi e altri non si fanno problemi ad entrare in acqua dopo pranzo o a lasciare entrare in acqua i propri figli.

La storia di Remi, un Pitbull adottato da tre suore perchè “nessuno lo voleva”

0

Ed ecco a voi un’altra storia ricca di emozioni, con un lieto fine, che ci fa amare ancora di più i nostri piccoli amici a quattro zampe.

Lui si chiama Remi ed è uno splendido esemplare di Pitbull, una razza che, purtroppo, è sempre vittima di pregiudizi e che spesso viene considerata, ingiustamente, “temuta”.

Talvolta “l’ignoranza” è tale che si diventa superficiali al punto di non voler avere nemmeno un minimo contatto con l’animale, perchè il solo nome della razza, Pitbull, vince su tutto.

Streghe, la femminilità messa al rogo

0

Herbarie, ammaliatrici, levatrici, curandere, sapienti, libere, detentrici del sapere erboristico, solitarie per necessità, in una parola Streghe.

Le streghe rappresentano l’anima ferita e percossa della donna, sono il simbolo delle ferite, dell’usurpazione, del potere fallocratico di certi uomini, il simbolo della libertà implorata, pretesa, rubata, raggiunta, sacrificata; il simbolo del sacrificio della donna per la donna, del diritto al sapere, della rivendicazione di quel sapere che da sempre appartiene al femminile perché conseguenza diretta dell’istinto di cura. Circa cinque secoli di persecuzioni, roghi, torture, annegamenti, confessioni forzate per ridurre e sottomettere lo spirito naturale della donna, la sua capacità di imparare e condividere hanno segnato la storia della “civile” Europa.

Rom: pregiudizi razziali infondati

1

 

Foto Antonello Zappadu

E’ caccia ai Rom. Le recenti notizie di cronaca e sopratutto il casodi Maria, la bambina greca bionda trovata in un campo rom fa scattare una imprevedibile ondata di razzismo.