Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Pericolo

Tag: pericolo

Gli Animali Valgono più di un Botto: Multe da 50 a 500 Euro

0

Il Comune di Torino lancia una campagna pubblicitario che dice No ai botti di Capodanno. Passerà alla Radio e lo slogan sarà: „Gli animali valgono più di un botto

Ogni anno sono molteplici le vittime tra gli amici pelosi che spaventati dai botti scappano e finiscono in mezzo alla strada, oppure che muoiono dalla paura o ancora cercano rifugio in ambienti ancora più pericolosi come i motori delle auto.

In questi giorni sulle frequenze delle radio locali è possibile ascoltare lo slogan che invita i cittadini a non far esplodere petardi e botti di qualunque natura.

Sequestrati 140mila Pastelli Destinati ai Bambini: Sono Pericolosissimi!

0

E’ stata l’operazione “Scuola sicura” della Guardia di finanza di Trento a scoprire e sequestrare in oltre 800 punti vendita di tutta Italia, 140mila pastelli pericolosi per la salute.

I pastelli in questione non hanno il marchio CE di sicurezza, per questo motivo i primi sospetti e così, su delega della procura di Reggio Emilia, i pastelli sono stati immediatamente sottoposti a specifici accertamenti meccanici e chimici ad opera di un laboratorio specializzato. 

Le analisi hanno evidenziato la terribile verità:

I Nuovi Autovelox: Non sono Omologati e sono un Pericolo

1

nuovi autovelox non sono validi se non presidiati da una persona, sono sostanzialmente delle scatole vuote.

Li troviamo in giro con diversi nomi, “speed check” o “velo ok“, a seconda della ditta che li produce, servirebbero come deterrenti per la circolazione pericolosa degli autoveicoli, peccato che non siano a norma e servano a niente se non a far spendere milioni ai comuni.

Addirittura il Ministero dei Trasporti, con due circolari (una del 24 luglio 2012 e la più recente del 30 settembre 2013) ha ribadito che gli speed check non sono a norma e andrebbero rimossi.

Additivi alimentari: un pericolo per la salute?

0

Nei Paesi sviluppati l’alimentazione comprende troppi prodotti industriali.  I cibi industriali, ad una prima analisi hanno molte qualità, essi infatti sono veloci da utilizzare e disponibili a prezzi accessibili, ma  non sempre sono salutari a causa dei conservanti e degli additivi che vengono aggiunti.

Il problema sorge perché le sostanze impiegate per migliorare o per conservare gli alimenti potrebbero non essere privi di effetti collaterali. Da tempo, molte ricerche hanno evidenziato che alcuni additivi potrebbero essere responsabili di allergie, di malattie e dell’incremento del numero di persone affette da obesità e sovrappeso.

7 Animali Piccoli ma Letali

0

Siamo spesso portati a non prendere in considerazione gli animali più piccoli quando pensiamo agli animali più pericolosi della terra, e così molto spesso sbagliamo!

Sono infatti i più piccoli ad essere pericolosi e che di solito non li vediamo neppure arrivare. Qui ve ne voglio mostrare 7 davvero temibili!

1. Deathstalker scorpion

2. Poison dart frogs

I colori vivaci in natura sono spesso un segno di pericolo, e queste piccole rane sgargianti non fanno eccezione. La potente tossina secreta dalla loro pelle è stata utilizzata dalle popolazioni indigene del Centro e Sud America per avvelenare la punta delle blowdarts.
 Le specie più mortale, la rana d’oro, ha abbastanza tossina per uccidere 10 a 20 uomini . Questo è impressionante per una creatura che cresce solo a circa 2-3 centimetri di dimensioni.

90 Secondi per Rapirti il Figlio: Video Shock

0

Bastano 90 secondi per convincere un bambino a seguirre uno sconosciuto, a rivelarlo è un’esperimento condotto in Inghilterra e testimonianza di questo è il video realizzato dalla web tv Daybreak in collaborazione con l’associazione in difesa dei minori Kidscape.

 

Uno sconosciuto approfitta della distrazione dei genitori per “adescare” il bambino e portarlo via. Ninte di più facile e veloce e i genitori sono sconvolti, un vero incubo.

Allarme Farmaci Pericolosi Ritirati dal Commercio, Ecco Quali Sono

0

Importante comunicato diramato oggi dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) che ha bloccato la vendita di alcuni farmaci della Geymonat, la stessa ditta che nel giugno scorso ha ritirato i lotti di supposte per neonati Ozopulmin, per “sospetti difetti di qualità”. Di seguito vi riporto il comunicato stampa originale dell’AIFA.

«Dalle risultanze di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Frosinone e condotta dal N.A.S. Carabinieri di Latina congiuntamente con l’Agenzia Italiana del Farmaco, che hanno già portato nel giugno 2013 al ritiro dei lotti di Ozopulmin prodotto dalla ditta Geymonat, è scaturito, seppure in via precauzionale, il divieto di utilizzo di tutti i lotti in corso di validità dei medicinali (riportati in allegato) fabbricati presso la stessa officina di produzione Geymonat, a causa di sospetti difetti di qualità.

Maxi risarcimento per una bimba uccisa da un vaccino

1

E’ stato riconosciuto colpevole il Ministero della Salute per la morte di una bambina pesarese di 4 mesi morta il 7 Febbraio del 2003 dopo che era stata vaccinata.

Il giudice ha riconosciuto la correlazione tra il vaccino esavalente a fatto dalla piccola e la sua terribile morte. La sentenza è stata emessa dal giudice del lavoro Vincenzo Pio Baldi.

Il maxi risarcimento ammonta a  200mila euro, più un vitalizio di circa 700 euro al mese, più un ulteriore indennizzo ancora da quantificare, oltre agli arretrati calcolati dalla vaccinazione ad oggi.  Tantissimi soldi, ma mai abbastanza per colmare una così terribile perdita.

L’abbraccio di una madre può trasformarsi in una morsa letale, ecco come

0

Un incidente che si è quasi tramutato in tragedia, ha coinvolto una famiglia albanese nella notte del 10 Giugno a Prato, a farne le spese è stata un bimba di 18 mesi che invece di essere nel suo seggiolino era in braccio alla madre.

Mentre la madre e il conducente non hanno riportato gravi lesioni, la piccola ha riportato gravi lesioni tra cui lo schiacciamento del torace e danni alla milza, il conducente a causa di un colpo di sonno ha sbandato ed è finito sul muretto a lato della strada e l’abbraccio della madre si è trasformato in un abbraccio quasi letale.

La ragazza con la vita da vespa [Video]

0

Questa ragazza tedesca vuole battere un record alquanto insolito, Michele Köbke, una ventiquattrenne berlinese, vive da tre anni con un corsetto ben stretto in vita e dai suoi 60 cm di girovita vuole arrivare a 38, record detenuto dall’americana Cathie Jung.

Queste le sue testuali parole: “I started binding at the end of 2009, I can bind [my waist] down to 41 cm (16 in). I want to get to 38 cm (14.9 in).”

[“Ho iniziato a legarmi alla fine del 2009. Posso legare [la mia vita] fino a 41 cm (16 in). Voglio arrivare a 38 cm (14,9 pollici).”]