Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Montichiari

Tag: montichiari

Beagle sdoganati a Fiumicino per essere vivisezionati: Fermiamo questi viaggi di morte

0

Tre associazioni, Freccia 45, Comitato Montichiari Contro Green Hill e Coordinamento Fermare Green Hill, hanno comunicato l’arrivo di 8 cani dal Belgio, e i beagle sono arrivati oggi giovedì 7 marzo 2013 all’aeroporto di Fiumicino.

Otto cani destinati alla sperimentazione.

Abbiamo saputo ora dal comitato Montichiari Contro Green Hill che i BEAGLES sono stati SDOGANATI a Fiumicino e ci sono attivisti sul posto che stanno fermando e fermeranno tutti i camion che arrivano alla Menarini. Sulla loro pagina Facebook si legge:

Green Hill, rimossi i sigilli

0

Nella giornata di ieri la polizia giudiziaria ha rimosso i sigilli a Green Hill, per via del provvedimento col quale il tribunale del riesame aveva annullato il sequestro preventivo della Procura di Brescia sulla struttura di Green Hill e sui cani.

Green Hill dissequestrata

0

Un attimo di puro panico quando ho letto la notizia che il Tribunale del Riesame di Brescia ha accolto il ricorso di Green Hill contro il provvedimento di sequestro preventivo disposto dalla Procura di Brescia. L’allevamento di cani beagle per la sperimentazione di Montichiari, nel Bresciano, viene così DISSEQUESTRATO.  

Per fortuna rimane il sequestro probatorio degli oltre 2639 beagle salvati e quindi gli animali rimangono nelle famiglie che li hanno accolti, garantendo loro una vita serena.

Green Hill: I cani staranno con le loro famiglie!

0

E’ veramente con le lacrime agli occhi che vi copio pari pari un comunicato stampa della LAV, sono lacrime di gioia per i 2639 beagle di green hill che continueranno la loro nuova vita presso le famiglie che li hanno accolti!!!!

 

“Un altro fondamentale passaggio per far emergere tutta la verità su Green Hill, la conferma che i 2639 beagle usciti dall’allevamento continueranno a vivere con le loro nuove famiglie; continua l’impossibilità materiale di riprendere la produzione di cani per la vivisezione”. Così la LAV commenta la decisione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Brescia, su richiesta della Procura di Brescia di disporre il sequestro preventivo dei cani, già sotto sequestro probatorio, inserendo nel provvedimento anche la struttura.

Green Hill nuovi indagati

0

La Procura di Brescia ha iscritto nel registro degli indagati il sindaco di Montichiari, Elena Zanola, il comandante della polizia locale del comune della Bassa bresciana, Cristian Leali, e un dirigente di Regione Lombardia.

Il primo cittadino è accusata di abuso d’ufficio: Elena Zanola sarebbe stata a conoscenza delle irregolarità dell’allevamento di beagle destinati alla sperimentazione scientifica, ma non ne ha sospeso né revocato l’autorizzazione.

Il comandante della polizia locale è indagato per falso in atto pubblico ed omessa denuncia: non avrebbe riportato nel verbale della perquisizione effettuata nell’allevamento le irregolarità emerse mesi dopo.

Green Hill: affidati al Senato gli ultimi 3 cani

0

La deputata del Pdl Michela Brambilla e il presidente del Senato, Renato Schifani, a Roma durante la cerimonia di consegna degli ultimi tre beagle (Ansa)

 

Ore 15:52. Green Hill è vuoto.


Oggi il 20 settembre 2012 il lager di Montichiari ha terminato di mietere vittime, oggi si sono concluse le pratiche di adozioni dei cani.

Tre di loro, una mamma e due cuccioli sono partiti per raggiungere Roma con un’ambulanza dell’ENPA, gli animalisti dicono che questi cani “rappresentano tutti gli animali usati per la sperimentazione animale e hanno idealmente consegnato il nuovo appello della Federazione Italiana Diritti Animali e Ambiente ai Gruppi parlamentari del Senato affinché votino Sì all’articolo 14 della Legge Comunitaria 2011 che, fra l’altro, impedirà definitivamente l’allevamento di questi animali per gli esperimenti

La posizione di Green Hill peggiora

1

La procura di Brescia sembra proprio che non lasci passare nulla a Green Hill, infatti ora vorrebbe contestare agli indagati il reato di animalicidio (articolo 544 bis del codice penale) cioè uccisione di animali senza necessità

GLi indagati in questione sono Ghislaine Rondot, Roberto Bravi e Renzo Graziosi, rispettivamente legale rappresentante di Green Hill 2001, direttore dell’allevamento e veterinario responsabile del canile, già indagati per il reato di maltrattamento di animali.

Come già sapete tutti i cani dell’allevamento sono sotto sequestro probatorio e sono stati affidati a LAV e Legambiente che stanno provvedendo agli affidi.

Green Hill: confermato il sequestro probatorio

0

Confermato il sequestro probatorio dei cani di Green Hill, LAV e Legambiente insieme a tutta l’Italia, che fino a stamattina è rimasta col fiato sospeso, ora può esultare!

Risulta quindi valida la decisione della Procura della Repubblica di Brescia e ancora una volta Green hill ha perso.  L’istanza di dissequestro depositata dai legali di Green Hill con queste motivazioni «Le contestazioni all’azienda non sono idonee a configurare il reato di maltrattamento di animali»… e ancora i legali dell’allevamento sostengono che tutto sarebbe «perfettamente regolare» e il sequestro preventivo per loro sarebbe «gravemente illegittimo».

Green Hill, il caso finisce nelle mani del Ministero dell’ Interno

0

Un problema di ordine pubblico o morale? Intanto il raduno di oltre 4mila persone proprio a Montichiari davanti all’ allevamento di Beagle tristemente famoso per destinazione alla vivisezione, ha spinto il sindaco, Elena Zanola, a prendere la situazione in mano: «Ho pensato spesso di chiudere Green Hill per motivi di ordine pubblico. Devo solo capire se rientra tra le mie possibilità».

Ecco perchè il sindaco la settimana prossima parteciperà ad un incontro al Ministero dell’ Interno: «Ho scritto al Viminale per trovare una soluzioneMontichiari non può più essere presa d’assalto da questi manifestanti». La Zanola ha spiegato anche che ammira coloro che hanno raccolto le firme e che si farà carico della loro petizione per portarle a Roma dove il Parlamento dovrà occuparsene.