Questo sito contribuisce
all'audience di

Home Tags Ministero della salute

Tag: ministero della salute

Mais contaminato da diossina: scatta l’allarme

0

mais contaminato

Mais: è arrivato in Italia ad Aprile per uso zootecnico, proveniva dall’Ucraina ed era contaminato dalla diossina.

Solo l’11 Giugno il Ministero ha attivato tutte le procedure per rintracciare e bloccare il lotto contaminato ed ha inviato una comunicazione al Sistema di allerta rapido europeo Rasff.

Ed è così scattata la massima allerta in 12 Regioni (Piemonte, Lombardia, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Lazio, Umbria, Calabria e Sicilia), perché il mais contaminato viene mescolato al mangime per gli animali che forniscono carne, uova e latte.

Schermata 2014-06-23 alle 14.35.22

Etichette degli Alimenti, 7 Consigli per Acquistare al Meglio

0

Il Ministero della Salute ha pubblicato il 13 Maggio 2014 un opuscolo sulla “Etichettatura degli Alimenti” per aiutare i consumatori ad un acquisto consapevole, più adatto alle proprie esigenze e sicuramente più sano.

Insieme all’invito di leggere attentamente la confezione e quindi le etichette dei prodotti, dà anche delle regole e delle nozioni importatnti da sapere quando scegliamo di acquistare un determinato prodotto.

Ecco come scegliere cosa portare in tavola.

L’etichetta:

E’ una sorta di carta d’identità, la legge (Art. 1 Reg. 1169/2011) ha una definizione specifica per descriverla:

Caldo: 10 consigli per combatterlo senza aria condizionata!

0

In questi giorni il caldo si fa sentire. Invece di ricorrere all’aria condizionata vi proponiamo delle soluzioni più ecologiche e più semplici per combattere il caldo all’interno delle vostre abitazioni.

10 trucchi davvero facili da mettere in pratica consigliati da Focus.it ma che risultano molto utili per affrontare il caldo estivo.

Eccoli di seguito:

1- Aprite le finestre solo nelle ore più fresche della giornata (mattina e sera) ma mai in quelle più calde poichè così facendo farete entrare ulteriore afa. Nelle ore più calde, invece, chiudete gli scuri o abbassate le tapparelle per creare più ombra e rendere la casa più “fresca”.

Epatite A: torte ai frutti di bosco contaminate dal virus, continua l’allerta!

0

Continua l’allerta. I frutti di bosco, specie quelli surgelati e congelati, infatti, continuano ad essere nel mirino per il virus dell’Epatite A.

Un allarme lanciato anche da Il Fatto Alimentare: ecco cosa di cosa si tratta!

L’epatite A, lo ricordiamo, è una malattia infettiva acuta causata da un virus che colpisce il fegato. Il contagio avviene per contatto diretto da persona a persona o attraverso il consumo di acqua o di alcuni cibi contaminati.

Generalmente la malattia ha un’evoluzione benigna, dura dalle 2 alle 10 settimane, e dopo la guarigione conferisce un’immunità permanente. Questo anche perchè si tratta di una malattia che non cronicizza mai.

LAV: ritirate dal mercato pellicce per bambini per presenza di sostanze tossiche e cancerogene

0

E’ ancora allarme sostanze tossiche e cancerogene nei colli, inserti, bordature e interni di pellicce destinati ai bambini dai 18 mesi ai 12 anni.

A lanciare l’allarme è stata la LAV (Lega Anti Vivisezione), la quale ha rilevato la presenza di inserti pericolosi nei capi d’abbigliamento per bambini ed ora il Ministero della Salute è intervenuto per ritirare dal mercato il 50% dei prodotti con inserti di pelliccia segnalati.

Una drammatica realtà ora confermata anche dalle indagini svolte dal Ministero della Salute, a seguito dell’indagine LAV “Toxic Fur”, cominciata nel 2013, con la quale  l’associazione aveva fatto esaminare le pellicce di capi per l’infanzia con risultati che avevano rilevato la contaminazione di sostanze chimiche potenzialmente pericolose per la salute umana.

Epatite A: frutti di bosco contaminati, ritirati dal commercio ma altri potrebbero ancora essere sul mercato

0

I frutti di bosco, specie quelli surgelati e congelati, continuano ad essere nel mirino per il virus dell’Epatite A.

L’epatite A, lo ricordiamo, è una malattia infettiva acuta causata da un virus che colpisce il fegato. Il contagio avviene per contatto diretto da persona a persona o attraverso il consumo di acqua o di alcuni cibi contaminati.

Generalmente la malattia ha un’evoluzione benigna, dura dalle 2 alle 10 settimane, e dopo la guarigione conferisce un’immunità permanente. Questo anche perchè si tratta di una malattina che non cronicizza mai.

Allattare al seno oltre il primo anno di vita fa bene! Lo dice il Ministero della Salute

0

Vedere un bambino di pochi mesi tra le braccia della  mamma che viene allattato suscita una gran tenerezza ma se il bambino in questione ha un anno e forse più?

Ancor oggi molte persone, compresi pediatri e maestre d’asilo nido, ritengono la cosa alquanto strana e poco sana, soprattutto per il benessere psicofisico del bambino.

Mamme un pò controcorrenti che allattano o hanno allattato il proprio bimbo di due anni al parcogiochi o in una sala d’attesa o in un ristorante si ritrovano addosso gli occhi accusatori di sconosciuti che pensano “ma lo allatti ancora?!”. 

Il Carnevale tra gioie e dolori: il Ministero della Salute presenta un decalogo per mascherarsi in sicurezza

0

Si avvicina il Carnevale, la festa più amata soprattutto dai bambini, ma si tratta anche di un’occasione che bisogna festeggiare in sicurezza.

Ed è proprio per tale motivo che il Ministero della Salute invita gli adulti, in special modo i genitori, a prestare molta attenzione ai pericoli che si possono nascondere dietro i costumi, le maschere, i trucchi e tutti i vari gadget venduti per questa occasione festosa.

Occorrono infatti solo alcune regole per garantire un Carnevale sicuro e divertente per i più piccoli, così il Ministero della Salute ha istituito alcuni consigli molto utili per far fronte e prevenire rischi alla salute.

Formaggio Carrefour ritirato in Italia: l’allarme del Ministero della Salute

0

Il Ministero della Salute ha pubblicamente dichiarato che la Commissione Europea ha segnalato la presenza di un elevato contenuto di batteri Escheria Coli all’interno del formaggio Roquesfort Carrefour. Per leggere il comunicato ufficiale cliccate qui.

Il formaggio sotto accusa è quello di 150 gr che riposta la data di scadenza 14/04/2013. La ditta di produzione è Prolaidis stabilimento n FR 59 343 030 CE. Carrefour ha pubblicato un avviso di richiamo che potete leggere qui.

Il Ministero della Salute invita “a scopo precauzionale i consumatori che avessero acquistato il prodotto a non consumarlo e contattare i carabinieri Nas o la Asl competente per territorio”.

Occhio allo spreco alimentare: cos’è e qualche consiglio per evitarlo

0
Immagine da: www.edfirenze.eu

Lo spreco alimentare rappresenta, oggi, uno dei principali paradossi globali. Sì, perchè per quanto si parli di crisi e di problemi legati a questo, gli sprechi alimentari continuano a far parte della nostra quotidianeità.

Spesso non ci rendiamo conto di quanto cibo finisca nelle nostre pattumiere: forse per capirlo veramente bisognerebbe raccogliere tutto insieme quello di una settimana, per esempio, e farcene così un’idea.

A tal proposito, lo scorso 5 Febbraio è stata istituita dal Ministero dell’Ambiente la Prima giornata  nazionale di prevenzione dello spreco alimentare in Italia, che ha visto  per la a prima volta riuniti i principali enti, associazioni, organizzazioni e imprese legate a questo tema, per parlare dello spreco alimentare e dell’impatto che questo ha sull’ambiente.