Notizie
Primo piano

All'Onu sono 110 i voti contro la pena di morte

Di Valeria Bonora - 21 Novembre 2012

Il Segretario delle Nazioni Unite Ban Ki-moon accoglie con favore un record di voto di una commissione dell’Assemblea generale a favore della richiesta di una moratoria sull’uso della pena di morte.
Lunedì 20 Novembre al Palazzo di Vetro, 110 Paesi membri delle Nazioni Unite hanno dato il via ad una risoluzione che chiede l’abolizione della pena di morte.
Il documento è stato approvato dalla Terza Commissione dell’Assemblea Generale che si occupa di questioni sociali e umanitarie e a Dicembre sarà vagliata dall’Onu in seduta plenaria.
Ci sono ancora 36 astenuti e 39 paesi che dicono no, tra i quali gli Stati Uniti, il Giappone, la Cina, la Siria, l’Egitto, la Corea del Nord, l’ Iran e l’Arabia Saudita, ma il ministro italiano degli esteri Giulio Terzi è molto soddisfatto del risultato raggiunto e commenta così: “l’aumento del numero degli Stati che sponsorizzano la risoluzione (quest’anno 90), l’incremento dei voti favorevoli e la diminuzione dei contrari costituiscono segnali incoraggianti della crescente consapevolezza, nella comunita’ internazionale, della necessita’ di promuovere l’abolizione della pena di morte”. Un obiettivo per cui l’Italia e’ in prima linea. “L’ampliamento del novero di Nazioni di tutte le aree del mondo contrari alle esecuzioni – sottolinea ancora Terzi – ci spinge a proseguire con sempre piu’ convinzione nell’impegno affinche’ tutti gli Stati che ancora le prevedono introducano da subito una moratoria”.
Portavoce di Ban Ki-moon, Segretario delle Nazioni Unite, ha detto che la risoluzione del Comitato riflette una tendenza contro la pena capitale, che è diventata più forte tra le regioni, le tradizioni giuridiche e costumi da una risoluzione dell’Assemblea generale punto di riferimento sul tema nel 2007.
Ci sono ancora 58 Stati in cui le esecuzioni capitali sono ancora in vigore, mentre già 150 di loro hanno deciso di abolire la pena di morte. Ma per Amnesty International anche in America si nota un certo progresso in questo senso, dove l’anno scorso il sedicesimo stato – l’Illinois – ha deciso di abolire le pene capitali.

Ora non resta che aspettare la decisione finale a Dicembre.
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente
Potete memorizzare il nostro sito per averlo sempre a portata di mano e non perdervi mai una novità cliccando QUIe poi su aggiungi ai preferiti del vostro browser
Se avete trovato l’articolo interessante e in qualche modo utile cliccate su “mi piace” per diventare Fan e e condividete con gli amici attraverso il vostro social preferito (trovate le icone in fondo alla pagina)!




Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)