C’è un’antica leggenda messicana che narra di una bola importante per le future mamme; la bola è una sfera generalmente in metallo con dentro un piccolo xilofono e un’altrettanto piccola pallina di metallo, questi due elementi generano un dolce tintinnio ad ogni movimento del pendente.

Per la cultura messicana e anche per quella indiana, questi sonagli hanno in realtà dei poteri magici in grado di richiamare gli angeli custodi, per questo motivo le future mamme lo indossano, in modo che l’angelo protegga madre e figlio durante la gravidanza e garantisca un parto senza problemi e al contempo augurio di una vita felice.

il richiamo degli angeli

“Il Richiamo Degli Angeli, viene regalato ad una donna importante che si desidera proteggere”

Il Richiamo degli Angeli o bola messicana è tradizione che venga regalato dalla madre alla figlia che desidera o ha in corso una gravidanza, dev’essere indossato con un lungo cordoncino in modo che il tintinnio del sonaglio venga percepito all’interno della pancia, quindi deve andare a poggiarsi praticamente sull’ombelico della futura mamma.

Oggi questo è un regalo ancora molto gradito dalle mamme, perché si ritiene che il suono dolce e sordo che produce il chiama angeli calmi il bambino, visto che gli esperti sostengono che già dopo la 16° settimana il bambino sia in grado di percepire sia i rumori interni della mamma come il battito del suo cuore e il suo respiro, sia i rumori esterni come la voce o la musica e soprattutto quelli a bassa frequenza come lo scampanellio di questo ciondolo.

il richiamo degli angeli

Questo ciondolo ha un’azione talmente stimolante e rilassante che anche dopo la nascita il bimbo lo riconosce come un suono familiare e riesce a calmarlo, infatti spesso viene legato al polso del neonato in modo da fargli continuare a sentire vicino il suono che sentiva quando era al sicuro nel ventre materno; un unico accorgimento che mi sento di dare è che il chiama angeli è pur sempre una pallina e quando lo si lascia a portata del bambino bisogna fare estrema attenzione che non lo metta in bocca o che si stacchi dal cordone a cui è appeso.

La bola messicana può essere anche indossata dalla mamma dopo la nascita per far giocare o coccolare il loro bambino durante l’allattamento al seno, sempre per ricreare la serenità a cui è abituato il bambino, e di notte è consolatorio e rassicurante muovere il chiama angeli sulla coperta del bambino per fargli sentire la vicinanza.

il richiamo degli angeli

Si può anche appendere sopra il lettino o la culla del bambino per continuare a proteggerlo richiamando le energie angeliche che lo hanno seguito durante tutti i nove mesi nel pancione della mamma e per aiutarlo a distendersi prima e durante la nanna, potrà anche farlo muovere con le sue manine e vederlo oscillare.

Esistono moltissime versioni del richiamo degli angeli, ci sono palline chiuse o ricamate, colorate o smaltate, con annessi angioletti o ali di angeli, possono essere in argento o acciaio o altri metalli preziosi o meno, possono avere incisi sopra i nomi della mamma e del bambino, insomma dando libero sfogo alla fantasia è possibile trovarne in commercio tantissimi modelli.

Valeria Bonora
Guarda il mondo attraverso i miei occhi