Iniziano a calare le temperature e il male al collo, il mal di gola e tutti quei fastidi legati a questa specifica parte del nostro corpo iniziano a farsi sentire.

Ma non preoccupatevi esiste un modo molto semplice per proteggersi dal freddo: lo scaldacollo fai da te.

Il primo che voglio farvi vedere lo potete realizzare con qualsiasi tessuto abbiate in casa, a patto che sia un tessuto caldo! Eventualmente potete anche usare un vecchio paio di pantaloni di lana, in questo caso dovrete tagliare una gamba e cucirla in modo da ottenere un tubolare regolare; volendo, se il pantalone è molto largo alla coscia e stretto alla caviglia, potete anche pensare di realizzare uno scaldacollo molto più “sciallato” di quello che vi mostro di seguito.

Prendete una striscia di tessuto che riesca a fare il giro intorno al collo almeno due volte e che nel farlo rimanga bello morbido.

Giratelo sul rovescio e cucitele due estremità lunghe lasciando un 5-7 cm di tessuto non cucito nel centro. Ora posizionate la cucitura nel centro del tubolare e cucite le due estremità più corte.

Utilizzando lo spazio che avete lasciato libero (non cucito) rigirate il tessuto e chiudete la fessura.

Provatelo in modo da capire dove posizionare il bottone che sarà solo di figura, quindi sceglietelo bello grande e vistoso! Per chiudere lo scaldacollo userete dei pusuar (bottone a pressione) da cucire nei punti strategici, in modo che rimanga ben chiuso sul vostro collo.

scaldacollo fai da te

Il secondo scaldacollo lo potete realizzare sfruttando un vecchio maglione con le maniche a raglan, tagliatele (o meglio scucitele) lungo la cucitura e rivoltatele. Ora unite le due maniche all’altezza delle spalle in modo da ottenere un tubolare.

sciarpa-scaldacollo-2

Con l’uncinetto create degli inserti con le asole su una manica, e sistemate i bottoni provando lo scaldacollo e regolandolo come preferite.

scaldacollo-1

Il terso modello lo potete ricavare dalla parte sotto del maglione a cui avete tagliato le maniche. Perfetto sarebbe se il maglione avesse dei bei bottoni o degli alamari.

Tagliate la maglia appena sotto le ascelle, poi con la macchina da cucire cucite subito il bordo con un punto a zig zag in modo che non si smagli e poi rigirate il bordino all’interno creando un bordo rifinito.

dsc_0361

Lo scalda collo è pronto… se ha i bottoni potete portarlo come nella foto qui sotto, altrimenti arrotolatelo intorno al collo, vi terrà molto caldo!!
scaldacollo fai da te

Una chicca? Se la maglia non ha i bottoni potete scucire un lato e metterglieli! Oppure dopo che lo avete scucito lo ricucite ma dopo aver creato una torsione in modo da dare l’effetto di “arrotolato”.

dettaglio-incrocio3-300x178

Se avete della lana che non usate più, o se avete vecchi maglioni da “smantellare” potete pensare di procurarvi un telaio per tubolari abbastanza grande e creare con la lana recuperata uno scaldacollo nuovo di zecca.

Come già sapete io e il lavoro a maglia non andiamo d’accordo, ma col telaio ci sono riuscita, quindi è proprio molto semplice da usare!

scaldacollo fai da te

Di seguito un video che vi mostra come fare in modo molto semplice un bel tubolare che poi potrete decorare come preferite.

Un’altro metodo per recuperare la vecchia lana, anche se per questo progetto vi consiglio della lana molto grossa, è l’arm Kitting, Potete lavorare a maglia usando le braccia e creare uno scaldacollo morbidoso e voluminoso.

Leggi -> Arm Knitting: lavorare a maglia senza ferri

arm_knitting_tutorial

E per ultimo ma non da ultimi ecco lo scaldacollo fai da te di Marina, caldo e semplice da fare… ma ve lo spiega lei qui -> Uno Scalda Collo un Pò Diverso!

75325_518128288221028_196397386_n

Ora potete tenere il vostro collo al caldo e non ci sono più scuse per mal di gola o cervicale… ovviamente se la cervicale dovesse colpirvi ugualmente potreste trovare sollievo con il sale caldo o con i cuscini di noccioli di ciliegia.

Valeria Bonora