Mandala deriva dal sanscrito, ve ne ho già parlato del loro significato e della loro storia, potete leggere dei Mandala di Sabbia dei Monaci Tibetani: Storia e Cultura e capire cosa significa e cosa rappresenta, ma forse non sapete che un mandala lo si può fare in mille modi diversi e non solo disegnandoli o colornadoli sulla carta o con la sabbia come fanno i monaci.

Vediamo insieme in quanti modi si possono realizzare dei mandala personali, ognuno di essi evocherà in voi qualcosa di magico che vi spingerà a creare il vostro personale cerchio spirituale.

I Magnifici Mandala di Pietra

Se vi trovate in un bosco raccogliete legnetti, foglie, sassi, e create un angolo di pace per voi stessi, assaporate il rumore silenzioso della natura e date vita ad un mandala “naturale” nel cui centro potrete nascondere un vostro segreto e confidarlo agli alberi.

Mandala 4

Durante la stagione autunnale si trovano foglie di un colo caldo, ricci, sassi che combinati possono dare vita a composizioni di colore molto rilassanti.
Mandala 1

Potete disporre come meglio credete gli “ingredienti” del vostro mandala naturale…

Mandala 7

E come centro nevralgico potete anche sfruttare una pianta già presente, i frutti del bosco, i colori della natura.

Mandala 18

Un altro modo naturale per creare il vostro personale mandala è quello di usare cereali, legumi, semi vari, sono cose ricche di colori che come la sabbia possono essere davvero piacevoli… e dopo potete cucinarli!

mandala personali

Con l’aiuto di chiodini e filo tracciate la vostra figura su un pannello di compensato, intrecciando e incrociando il filo avrete tanti spazi simmetrici da riempire con ciò che preferite, come sassolini, fagioli secchi, perline colorate, foglie, pasta, riso, petali… Un mandala va distrutto dopo averlo fatto, questo per dimostrare il non attaccamento alle cose terrene, ma se ci tenete in particolar modo potete lasciar colare della colla vinilica mischiata ad acqua in modo che sia più fluida ma non troppo (3 parti di colla e una di acqua), sopra il vostro mandala finito, una volta asciutto ogni cosa sarà ben fissa sul pannello.Mandala 6

Nelle serate invernali potete allietare la serata con candeline e agrumi, l’esperienza sensoriale data dalle luci e dai profumi si unirà a quella mistica della creazione del mandala.

Mandala 13

Un mandala lo potete anche ricamare su una tovaglia, o una tenda, ricordate che un mandala deve avere un centro da cui si diramano i vari disegni, inoltre sono simboli di prosperità e buon auspicio e sono essenzialmente veicoli per la concentrazione della mente, quindi una tenda ricamata come se fosse un mandala posizionata in una stanza di meditazione sarebbe un grande aiuto.

mandala personali

Un mandala potete anche dipingerli sopra oggetti semplici come i sassi, guardate questi  Magnifici Mandala di Pietra per capire come un sasso può diventare magico!

Mandala 14

Un mandala perfettamente rotondo? Fatelo su un vecchio cd!, al centro una perla incollata con colla a caldo, e la decorazione potete farla con degli smalti o con delle vernici per vetro….

Mandala 20

Potete anche solo incollargli delle perline con della colla istantanea (a base di cianoacrilato) o di colla per le unghie e poi colorare gli spazi con degli smalti semitrasparenti per far lasciare passare la luce iridescente del cd.

Mandala 2

Se siete brave con l’uncinetto avrete fatto sicuramente dei centrini… ebbene anche questi possono essere considerati dei mandala.Mandala 15

E più siete brave più elaborati riuscirete a farli.

Mandala 5

Tanti centrini possono diventare parte di un “mandala” più grande ed essere utilizzato per scopi ben diversi da quelli per i quali erano nati…

Mandala 3

Ed ora vediamo i mandala creati con stecche di bambù o legnetti e fili di lana o cotone, questo particolare mandala è originario degli indiani d’America e si chiama Ojo de Dios, Occhio di Dio.

Le sue origini sono da attribuire agli Huicholes, ma furono tramandati anche dai Navajo, Lakota e dalle popolazioni della Bolivia, del Cile e di altri luoghi.

La leggenda narra che quando nasce un bambino, il padre inizi la costruzione di un “Occhio” e aggiunga un giro di un altro colore ad ogni anno di età del bambino, fino all’età di cinque anni. A questo punto viene espresso un desiderio, inserito all’interno dell’occhio un intento o una preghiera e una volta finito, va appeso ad un albero, o piantato nella terra, quando l’intento si avvera vengono bruciati o lasciati come ricordo.
I Nativi credono che con l’Occhio di Dio si acquisisca una sorta di potere di conoscere l’inconoscibile.

Mandala 16

mandala personali

Mandala 8

Qui trovate un video in spagnolo che spiega come farlo, è abbastanza chiaro e la ragazza è molto brava nel far vedere come arrotolare il filo sui bastoncini…


E per finire ecco i mandala che tutti, ma proprio tutti possono facilmente creare anche quando sono al telefono e chiacchierano con gli amici, cosa che io faccio regolarmente, riempio foglietti interi di scarabocchi quando sono al telefono!

Potete farli a mano libera o con l’aiuto di un compasso o di uno spirografo… l’effetto è bellissimo e rilassante… provate!

Mandala 19

Mandala 11Avete deciso qual’è il mandala che fa per voi? Io credo che escludendo quello ad uncinetto, che proprio non sono capace, li farò tutti… ma il mio preferito è quello da creare nel bosco… e il vostro?

Valeria Bonora