sostanze-tossiche-abiti-bambini

Nuovi test di laboratorio sul vestiario rilevano la presenza di sostanze dannose per la salute dei bambini

Nuovo allarme relativo alle pellicce tossiche per bambini. Ebbene sì, una nuova indagine condotta dall’associazione Anima, i cui test da laboratorio eco-tossicologici sono stati svolti dal dal laboratorio tedesco Intertek, hanno rilevato la presenza di sostanze tossiche e cancerogene nell’abbigliamento con pelliccia di animali per bambini e adolescenti, e dunque molto pericolose per la loro salute.

Queste sostanze vengono introdotte quando la pelliccia degli animali viene pulita e lavorata: in questo processo, che spesso avviene in Cina, vengono infatti impiegati metalli pesanti, solventi e pesticidi. E queste sostanze, negli esseri umani, includono interferenti endocrini che possono agire come pesanti allergeni e sostanze cancerogene. Da considerare quindi, oltre al risvolto etico (sfruttamento animale per ricavarne la pelliccia), vi è anche l’aspetto di pericolosità per la salute umana.

sostanze-tossiche-abiti-bambini-1

Già altri studi avevano rilevato i medesimi risultati

Questa nuova relazione danese è in linea con altri studi precedenti effettuati in Germania e in Italia, dove una varietà di marchi internazionali era risultata positiva alle sostanze tossiche nel vestiario dei bambini, tra cui il marchio di lusso Gucci.

Per saperne di più —> LAV: ritirate dal mercato pellicce per bambini per presenza di sostanze tossiche e cancerogene

Joh Vinding, direttore di Anima, a tal proposito spiega:

“E’ spaventoso sapere che abiti fatti per bambini possono contenere molte sostanze chimiche e tossiche. Non credo che ci sono molti genitori che siano a conoscenza di questa cosa. La cosa migliore che chiunque possa fare per proteggere se stessi è, ovviamente, evitare la pelliccia.  Invieremo i risultati della nostra ricerca ai politici e alle aziende di moda, così da iniziare una campagna che, speriamo, possa diffondere questa verità anche ai consumatori…”

sostanze-tossiche-abiti-bambini-2

Le sostanze nocive rilevate sui capi per bambini e adolescenti

Nei test effettuati nel vestiario per bambini e adolescenti, su un campionario di 6 articoli, sono state rilevate le seguenti sostanze:

Formaldeide: che causa allergie e cancro. Presente in tutti e 6 gli articoli.

Interferenti endocrini: sostanze o miscele di sostanze che alterano la funzionalità del sistema endocrino, causando effetti avversi sulla salute di un organismo. Presente in tutti e 6 gli articoli.

Cromo Trivalente: che può causare allergie. Presente in 4 prodotti su 6.

Cromo Esavalente: causa di allergie ed eczema. Presenti in 2 articoli su 6.

Idrocarburi policiclici aromatici: che sono sostante cancerogene. Presenti in 2 articoli su 6.

Alcuni di questi valori hanno superato il limite di restrizione delle sostanze chimiche (REACH) imposto dalla normativa chimica europea. Gli altri valori sono al di sotto di questi limiti, mentre per alcune sostanze chimiche non è specificata alcuna limitazione per il vestiario in pelliccia.

sostanze-tossiche-abiti-bambini-4

Le marche e i capi d’abbigliamento coinvolti nell’indagine

Tali articoli analizzati sono prodotti da marche molto diffuse in Danimarca: Canada Goose, completo neve (per bambino di 18-24 mesi di età); Modström, giacca; Ver de Terre, completo neve (per bambino di 18 mesi); Sofie Schnoor, capospalla (per bambino di 4 anni); Bahne, giacca; Bahne, cappello (per bambino di 3 anni).

Joh Vinding ha concluso dicendo:

“La legislazione comunitaria sui prodotti chimici è stata criticata per non aver protetto abbastanza la salute dei cittadini, quindi spetta alla coscienza aziendale limitare o eliminare l’uso di queste sostanze chimiche, per quanto possibile, a prescindere dall’attuale normativa…”

sostanze-tossiche-abiti-bambini-5

sostanze-tossiche-abiti-bambini-6

Daniela Bella

Fonte: anima.dk