miele-ambrosoli

L’azienda produttrice e il Ministero della Salute hanno disposto il ritiro del Miele Ambrosoli dal commercio perchè nocivo alla salute

Il Miele Ambrosoli (in foto) è stato ritirato dal commercio, su ordinazione della stessa azienda produttrice e del Ministero della Salute, per contaminazione da antibiotici e, dunque, nocivo per la salute pubblica.

In particolar modo, il ritiro è stato disposto su un lotto di vasetti da 250 grammi, il numero M0509, messo in commercio tra Giugno e Luglio del 2014 e recante sulla confezione la data di scadenza 05/2017, ovvero Maggio dell’anno 2017.

La decisione è stata presa dopo che l’Asl del Veneto, durante un controllo sulle derrate alimentari, avrebbe rilevato nel miele la presenza di antibiotici, evidentemente incompatibili con un prodotto che non ne dovrebbe presentare e pertanto nocivi alla salute.

Le confezioni verranno ritirate dagli scaffali e dai magazzini dei negozi di alimentari e restituite ai grossisti.

Cosa succede se viene assunto il miele contaminato?

mieleI consumatori che assumono questo miele possono andare incontro a reazioni avverse ai farmaci: l’antibiotico, infatti, verrebbe assunto in modo improprio e non per uno scopo ben preciso, che sia terapeutico, diagnostico o preventivo.

Inoltre, cosa più importante, per i soggetti allergici a tale farmaco, l’assunzione di questo miele può rivelarsi potenzialmente pericolosa. E’ risaputo, infatti, che le allergie ai farmaci non dipendono generalmente dalla dose utilizzata, perchè è l’assunzione in sè (anche se in piccolissima dose) a scatenare nei pazienti  reazioni molto gravi e pericolose per la vita.

Per tal ragione, si raccomanda il consumatore di non assumere il prodotto nel caso in cui lo avesse acquistato. Deve invece recarsi nel punto vendita in cui ha effettuato l’acquisto per restituire il prodotto e richiederne la sostituzione.

Daniela Bella