Ci sono in vendita tantissimi tipi di orecchini, ma non sarebbe bello provare degli orecchini fai da te che abbiano davvero lo stile che si cerca, il colore perfetto e la forma che piace di più?

Orecchini fai da te: i materiali da usare

Non è difficile e soprattutto è divertente, serve pochissimo materiale di base e tanta fantasia; cominciamo col dire che possiamo utilizzare sia le monachelle che le basi per orecchini, quelli con la farfallina, ma che la scelta ricadrà soprattutto sul tipo di orecchino che si vuole realizzare; questi accessori si trovano facimente nei negozi di merceria o di bijoux, inoltre potrebbero servirvi del fil di ferro fine, c’è di tutti i colori anche garantito senza nickel, dei chiodini (non sono altro che pezzetti di filo di ferro con una capocchia) utili per gli orecchini con le perline, delle pinzette, degli anellini, una tronchesina e tanti oggetti che scatenino la vostra inventiva.

Anche la colla a caldo, nastrini, bottoni, perline, colla cianoacrilica, vecchi gioielli, lana, tendine di pizzo, pezzetti di macramè, matite colorate, costruzioni….

orecchini fai da te

Orecchini fai da te: come costruirli

Ora che abbiamo la nostra scatola dei tesori possiamo cominciare a creare. Con le pinzette con le punte tonde potete dare forma ai chiodini o al fil di ferro, infilate perline colorate, anellini, fiocchetti e chiudete con un anellino attaccato alla monachella, il risultato è piuttosto soddisfacente anche solo con un paio di perline a contrasto come ad esempio una tipo cristallo e una opaca, oppure una in vetro rotonda tipo murrina e una a forma di stella, anche piccole formine di animaletti sono carine e divertenti da aggiungere.

Semplici ed eleganti, veloci da fare e di grande effetto, inoltre non è necessario che siano uguali per entrambe le orecchie, soprattutto con le perle di vetro o naturali.

portaorecchini-faidate-2

Se siete brave a lavorare all’uncinetto potete anche foderare due anelli per le tende e creare una specie di bordino ricamento, potrete poi aggiungere la monachella direttamente sul ricamo oppure creare una catenella come in foto.

item_photo_283853_zoom

Se avete delle vecchie tendine, di quelle che si possono ritagliare senza che il disegno si smagli, quelle che al supermercato vendono al metro e sono pronte da attaccare a i vetri tanto per capirci, allora potete ritagliare con un paio di forbicine, alcuni pezzi ed usarli per creare orecchini fai da te del tipo che sono molto in voga in questo periodo, leggerissimi e molto chic.

orecchino-pizzo_bianco

Volendo potete anche colorare il ricamo come preferite, anche solo con dei pennarelli. Ricordatevi di stirare bene il pizzetto magari anche utilizzando un appretto o dell’amido per fare in modo che rimangano ben dritti.

risultato-fai-da-te

Se poi trovate dei ricami di macramè, che sono molto preziosi quanto belli, potete usarli, però ricordatevi di inamidarli bene, così che rimanga il disegno ben disteso e visibile una volta appesi alle orecchie. potete anche aggiungere una piccola perlina prima di agganciare la monachella.

orecchini fai da te

Anche le perline di carta sono molto d’effetto, arrotolate delle strisce di giornale e fissatele con un punto di colla, poi lucidatele con una mano di smalto trasparente, ora montatele sulla monachella con l’aiuto di un pezzo di filo di ferro e il gioco è fatto.

orecchini carta

Con un chiodino si può fare un orecchino davvero originale, basterà infilare un po’ di perline, piccole, e poi ripiegare il chiodino in modo che una volta infilato nel buco stia ben aderente al lobo come in foto. Una volta indossato potete anche stringerlo un po’ per evitare che ruoti.

orecchini fai da te

Se avete una di quelle macchinette per fare i buchi alle cinture potete prendere un pezzo di plastica e fare dei fori di diverse misure, poi colorarlo con smalti colorati se la plastica è trasparente. L’effetto della mezzaluna come quello in figura è davvero molto bello una volta indossato.

Tutorial-orecchini-di-carta-pendente-620x217

Con le matite finite è possibile fare collanine e orecchini, basterà “affettare” quel che rimane della matita e levigare la superficie con un po’ di carta vetro, usando le basi per orecchini e un po’ di colla caldo si possono creare delle interessanti composizioni.

THPfePA6Vxspgqxom_fZJoXXXL4j3HpexhjNOf_P3YmryPKwJ94QGRtDb3Sbc6KY

Se siete brave a ricamare con le perline potete anche provare a cimentarvi con qualcosa di più complicato, di seguito un esempio di fiore di perline che sarebbe perfetto sia come orecchini che per anello… una bella parure!!

orecchini fai da te

Oltre a questi pochi esempi che vi ho suggerito potete anche usare della pasta di sale per creare delle figure da incollare con la colla a caldo sulle basi, oppure per fare delle perline particolari, se aggiungete un anellino di fil di ferro prima di essiccare la pasta potrete avere un pendaglio pronto da usare.

Poi con la colla a caldo potete aggiungere fiocchetti, pezzi di costruzione, bottoni, fiori finti, e perché no anche delle piccole pigne, ghiande, riccioli di vite (sono bastoncini prodotti dalla pianta dell’uva), fiori secchi, piume trovate nel bosco (mi raccomando di non spiumare il canarino per farne degli orecchini); insomma qualsiasi oggetto che avete in casa e fuori casa può essere di ispirazione per creare qualcosa di originale che tutte le amiche vi invidieranno, e magari potrebbero anche volerli anche loro… e potreste dare il via ad un piccolo business.

Valeria Bonora