A chi non capita di smagliare un collant appena messo? Un po’ a tutte ma non occorre farsi prendere dal nervoso con quel collant si possono fare tantissime cose non buttatelo anzi approfittatene per darvi al riciclo creativo!

riutilizzare i collant

Riutilizzare i collant come spugne

Prendete il piede del collant riempitelo con i rimasugli di saponette, annodatelo e diventerà una spugna per lavarsi comoda ed esfoliante. Se invece la riempite con bicarbonato e succo di limone è utilissima per pulire le superfici della cucina e del bagno; se invece mettete bicarbonato, farina d’avena e qualche goccia di olio essenziale, potete lasciarla sciogliere nell’acqua del pediluvio e regalarvi anche un massaggio plantare. Riempita di sapone di Marsiglia in scaglie o in pezzetti avanzati, diventa un ottimo modo per pre-trattare i capi prima di metterli in lavatrice.

Riutilizzare i collant come complementi d’arredo

Se avete la fodera di un cuscino ma non sapete con cosa imbottirlo, provate a tenere tutti i collant che rompete durante l’anno e usateli come imbottitura, il cuscino risulterà morbidissimo! Se avete una porta o una finestra dalla quale entra aria, prendete il collant, tagliate la gamba, riempitela di stracci vecchi e fate un bel nodo, ecco pronto un comodo paraspifferi, nello stesso modo potete fare un ferma-porta, basta riempire la calza di sabbia, annodare bene e se siete creative con la colla a caldo applicare occhietti, baffi e coda per dargli l’aspetto di un gattino.

Esempio di mostro fermaporta di Alice's blanket creations
Esempio di mostro fermaporta di Alice’s blanket creations

Riutilizzare i collant per profumare, mantenere e pulire

In lavastoviglie un collant impregnato di limone passato sulle pareti e lasciato dentro la lavastoviglie quando non è in uso, la lucida e la profuma; dei sacchettini realizzati annodando le due estremità a modi caramella e riempiti di rosmarino, salvia, lavanda, timo, rosa o viola sono perfetti per profumare cassetti e mobiletti della cucina o della camera.

Per stendere una maglietta delicata fate passare la gamba del collant nella manica della maglia fino a farla uscire dall’altra manica (praticamente dal polsino destro al polsino sinistro) e poi stendete la maglia pinzando il collant anziché la maglia stessa, non avrete il segno della pinza! Potete anche usare il collant per proteggere un reggiseno o un capo in seta quando lo mettete in lavatrice.

riutilizzare i collant

La parte della vita potete usarla annodando le due gambe all’altezza del cavallo, come sacchetto porta cipolle o patate, resteranno asciutte, aerate e non ammuffiranno!

Fissando un pezzo di collant alla bocchetta dell’aspirapolvere potrete facilmente recuperare qualcosa di piccolo che vi è caduto in terra e non trovate più come una vite, una pinzetta o delle perline, l’aporapolvere le aspirerà ma rimarranno bloccate nel collant.

Prendete una calza e strofinatela sulle scarpe, torneranno lucide senza l’uso di sostanze particolari, anche quelle ad effetto scamosciato risulteranno come nuove. Datele al marito o al fidanzato per pulire i vetri e i fanali della macchina o della moto, non c’è miglior cosa dei collant per eliminare i moscerini (n.d.r. è perfetto anche per il casco da moto!!)

riutilizzare i collant

Riutilizzare i collant per creare la moda

E se volete potete anche farci braccialetti, fasce per capelli, cinture o quant’altro vi suggerisce la fantasia; trovate spiegato come fare nel video che segue.

 Scommetto che ora il nervoso per aver rotto un collant si sia un po’ calmato… o no?? PS: per fermare una smagliatura usate una goccina di smalto trasparente, eviterete che la smagliatura corra per tutta la gamba!