radicchio_rosso

Rosso e amarognolo come vuole la famiglia a cui appartiene, quella delle cicoracee, il radicchio è apprezzato e cucinato sin dall’epoca romana. Plinio il Vecchio lo cita sia per le sue doti culinarie che per quelle terapeutiche. E’ drenante come la maggior parte delle erbe amare e antiossidante come tutti i cibi rossi.

Contiene vitamine in abbondanza: B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, E, K, J e P  e aminoacidi:arginina, fenilalanina, isoleucina, leucina, lisina, triptofano e valina; sali minerali tra cui calcio e ferro in buona quantità e un’alta percentuale di acqua che ne fa un alimento depurativo.

 Il suo sapore amarognolo, oltre a renderlo un cibo particolare e ricercato, gli permette di facilitare la digestione e tutte le funzioni legate all’apparato gastrointestinale.

Come tutti i cibi di questo bellissimo colore, contiene antociani che sono preventivi nei confronti delle malattie cardiovascolari e il triptofano che è benefico per il sistema nervoso e che ne fa sicuramente un cibo non adatto ad una serata romantica, considerando che è ottimo per contrastare l’insonnia.
Dei recenti studi svolti all’Università di Urbino hanno affermato che radicchio rosso contiene più sostanze antiossidanti rispetto ad altri cibi rossi molto conosciuti per queste caratteristiche come ad esempio i  mirtilli.
In sostanza, come sostenevano i romani, è un elisir di giovinezza, rallenta l’invecchiamento e contiene un alta percentuale di antiossidanti.
In cucina è versatile e può aiutarci a rendere più ricercate le nostre ricette. Ecco tre ricette con il radicchio, tre modi per cucinarlo e gustarlo al meglio.

1- Vellutata di radicchio

vellutata-radicchio

Ingredienti:

– 700 g di radicchio rosso

– 4 patate medie

– 1 cipolla rossa

– curcuma

– paprika dolce

– pepe nero

– olio evo

– sale

Preparazione: 

Scaldate in padella le spezie con l’olio, senza soffriggere. Nel frattempo pulire il radicchio eliminando le foglie più esterne, poi tagliarlo e farlo stufare in padella per qualche minuto in modo che si insaporisca. Sbollentare le patate in acqua leggermente salata e poi unirle al radicchio aggiungendo un po’ di acqua.

Quando le patate saranno cotte perfettamente aggiungete un filo di olio a crudo e frullate il tutto. Pepare e servire ben caldo.

2- Radicchio alla griglia e tofu saltato con erba cipollina

radicchio-alla-griglia

Ingredienti:

– 300 grammi di radicchio rosso

– 150 grammi di tofu

– erba cipollina

– olio evo

– sale q.b

– salsa di soia bio

– pere

Preparazione: 

Tagliare il tofu a dadini e lavare il radicchio, aprendo ogni singola foglia. Disporre il radicchio sulla griglia e nel frattempo scaldare il padella un po di olio, con un goccio di salsa di soia e le pere lavate e tagliate a dadini. Fate appassire le pere e poi quando inizieranno ad ammorbidirsi aggiungete il tofu e continuate la cottura a fiamma alta. Controllate la cottura del radicchio e a cottura ultimata, sistematelo in un piatto disponendolo sul bordo laterale in modo da lasciare uno spazio al centro in cui disporre la salsa di tofu e pere. Salate e pepate a piacere.

3- Insalata di radicchio e arance

insalata-2

 

Ingredienti:

– radicchio q.b

– 2 arance non rosse

– olio evo

– sale nero

– pepe rosa

Preparazione:

Lavare e tagliare il radicchio, sbucciare le arance e tagliarle a fettine sottili. Preparare in una ciotola, olio evo e pepe rosa, aggiungere radicchio e arance  e salare a piacere con il sale nero.