Notizie
Primo piano
Video

Bambina di 11 anni denuncia i genitori per averla venduta al suo futuro sposo – Video

Di Elena Bernabè - 25 Luglio 2013

Vendere la propria figlia ad un uomo che la vuole sposare è una realtà purtroppo ancora molto diffusa nel mondo: le Nazioni Unite stimano oltre 14 milioni di spose bambine nei prossimi dieci anni.
Dati impressionanti di una pratica spesso insabbiata e nascosta. Leggete a tal proposito l’articolo di Eticamente che tratta di questa tragica situazione Spose bambine in Afghanistan: l’unica soluzione è la morte
Ma questa volta a rompere il silenzio e a far emergere tutta la drammaticità di questa situazione è una bimba di appenda 11 anni: Nada al-Ahdal vive a Sana’a, la capitale dello Yemen, e ha deciso di denunciare i propri genitori che l’hanno venduta per costringerla a sposarsi con un uomo molto più vecchio di lei.
La denuncia è stata fatta mediante internet: il video di Nada è stato pubblicato su Youtube e ha già effettuato moltissime visualizzazioni. Fanno riflettere le toccanti parole di questa bambina che cerca di attirare l’attenzione anche su tutte le altre bambine nella sua stessa condizione che però non trovano voce e soluzione a questo dramma.
Questo il discorso di Nada:
Voglio realizzare i miei sogni. Mia zia è stata costretta a sposarsi a 13 anni e quando non ce l’ha fatta più, a 14 anni, si è cosparsa di benzina e si è data fuoco. Io voglio andare a scuola, avere una vita. Non voglio saperne nulla di un matrimonio ora.
Voglio dire a tutti i genitori: ‘Non uccidete i nostri sogni’. Se mi fossi sposata non avrei avuto nessuna vita, nessuna istruzione. Possibile che non hanno alcuna compassione?Cosa abbiamo fatto noi bambini per meritarci questo”?Che fine ha fatto l’innocenza dell’infanzia?
Preferirei morire piuttosto che sposarmi. Io sono riuscita a risolvere il mio problema. Ma tante bambine non ce la fanno e potrebbero morire o suicidarsi. Alcune bambine si sono gettate in mare e sono morte. Questo non è normale. I miei genitori hanno minacciato di uccidermi se fossi tornata da mio zio. Questo è criminale.
Una cosa voglio dire alla mia famiglia: ‘Credetemi, con voi ho chiuso. Avete distrutto i miei sogni’
E questo il video pubblicato in rete:


[Fonte: www.greenme.it]
Volete essere sempre aggiornati su risorse ecologiche, animalismo, idee di riciclaggio, temi equosolidali e temi etici? Seguiteci sulla Fanpage di Facebook EticaMente





Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito una speciale meditazione in omaggio!




© 2022 Copyright De Agostini Editore - I contenuti sono di proprietà di De Agostini Editore S.p.a., è vietata la riproduzione. De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara - Capitale sociale euro 50.000.000 i.v. - Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 Società aderente al "Gruppo IVA B&D Holding" Partita IVA 02611940038 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A. - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia)