La scelta del nome proprio è molto importante e significativa. Si ritiene infatti che un nome sbagliato possa danneggiare la persona che lo porta: succede, per esempio, quando si dà al proprio figlio il nome di un parente defunto, la cui vita non è andata granché. Ecco che allora, secondo diverse teorie, chi porta quel nome si troverà collegato al defunto, come un alter-ego costretto a rivivere gli aspetti meno gioiosi, e i problemi irrisolti, dell’antenato. Stupidaggini? Non è dato a sapersi, tuttavia mi è capitato personalmente di assistere a casi simili. Un mio parente che porta il nome di suo fratello spentosi piccolissimo, è terrorizzato dai funerali e da tutto ciò che ha a che fare con la morte. Casualità? Visto che prevenire è meglio che curare, non ci costa nulla, prima di scegliere un nome, verificarne il significato e sintonizzarci con esso a livello intuitivo, per coglierne eventuali vibrazioni negative. Certo, può sembrare complesso ma in realtà la pancia consiglia meglio di tante parole. Detto questo, veniamo ai nomi sacri: sebbene ve ne siano moltissimi in tutte le culture del mondo, ci atterremo principalmente a quelli tratti dalla Bibbia, sia maschili che femminili.

Nomi sacri femminili

nomi-sacri
Ada: in origine questo nome significava ornamento sebbene per i germanici significasse invece di nobile stirpe. La festa ricorre il 4 maggiore, quando si celebra anche Santa Ada di Soissons.
Anna: questo nome significa bella, graziosa, e viene spesso utilizzato nei nomi composti. Si riferisce alla madre di Maria e i festeggiamenti ricorrono il 26 luglio.
Debora: questo nome significa ape e loquace, è attribuito alla profetessa Deborah dallo spirito guerriero e viene festeggiata il giorno di Ognissanti.
Rachele: è il nome della seconda moglie di Giacobbe e significa letteralmente pecorella. E’ festaggiato il 30 settembre.
Eva: è la prima donna creata da Dio, il significato del nome è “la madre dei viventi”, e la festa cade il 6 settembre.
Sara: moglie di Abramo, madre di Isacco, il suo nome significa principessa e viene festeggiata il 20 aprile.
Lia: questo nome di origine ebraica significa laboriosa e affaticata, si riferisce alla prima moglie di Giacobbe e viene festeggiata il primo giugno.
Dalila: questo nome si riferisce alla donna filistea che tradì Sansone tagliandogli i capelli, suo punto di forza. Il significato letterale è povera, umile.
Maddalena: questo nome deriva da quello di Maria di Magdala, personaggio controverso e molto dibattuto.
Marta: non è chiaro se questo nome derivi da quello di Maria o se invece abbia un’origine propria. Ad ogni modo sembrerebbe significare laboriosa e viene festeggiato il 29 luglio.
Maria: nome molto diffuso, che significa nella versione aramaica, Myriam, principessa o portatrice di luce. Si festeggia il 12 settembre.
Elisabetta: nome della cugina di Maria, significa colei che garantisce per Dio, e viene tradizionalmente festeggiato il 23 settembre sebbene vi siano altre ricorrenze collegate per via delle sante che portano lo stesso nome.

Nomi sacri maschili

nomi-sacri-maschili

Abramo: si tratta di un nome biblico usato di rado il cui significato ebraico è padre sommo, si festeggia il 9 ottobre.
Adamo: altro nome biblico che proviene dall’ebraico Adamh, uomo o nato dalla terra, lo si festeggia il 16 maggio.
Davide: nome biblico che significa amato da Dio, è anche il nome del secondo re d’Israele che uccise Golia. Si festeggia il 29 dicembre.
Elia: nome biblico proveniente dall’ebraico Eliyah, che significa Dio è Yahvè, è il nome del primo Profeta d’Israele, che si festeggia il 20 luglio.
Emanuele: deriva dall’ebraico Immanuel, Dio è con noi, il cui onomastico cade il 26 marzo.
Enos: questo nome deriva dall’ebraico Enosh, uomo, ed è attribuito al nipote di Adamo. Lo si festeggia l’1 novembre.

Nomi sacri arabi
I nomi islamici hanno suoni molto particolari e alcuni di essi vengono spesso scelti anche dagli Occidentali, per esempio il nome femminile Jasmine, che tuttavia non è un nome sacro ma derivante dal fiore del gelsomino. Eccone alcuni tra i più belli.

Aisha: sposa del profeta
Fatima: figlia preferita del profeta
Magda: magnifica. Al-Mâjid (nome divino): Colui Che glorifica
Rashida: significa diritta di natura, ben diretta sulla Giusta Via, buona guida
Maryam: è il nome della madre di Gesù in lingua araba
Ishmael: nome maschile, nella versione ebraica Ismaele significa “può sentire Dio”, mentre nella tradizione islamica si tratta di un antenato dei popoli arabi.

Laura De Rosa

yinyangtherapy.it